Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Pistoia, 14 giugno 1998 - foto ricordo per la promozione in C1
NEWS

Inossidabile Vannozzi, è suo l'unico V della Giostra. Colcitrone torna alla vittoria

L'edizione numero 129 ha riservato grandi sorprese: Porta Santo Spirito subito fuori dai giochi per la lancia persa da Scortecci. Cicerchia poi ha provato a spezzare il legno ma si è fermato sull'I. Polemiche per i disturbi al pozzo. Sant'Andrea e Porta del Foro non vanno oltre il quattro e quattr'otto e così, dopo il IV di Fardelli, è decisivo il centro del campione rossoverde. Lancia d'oro a Porta Crucifera dopo quattro anni



lancia d'oro numero 37 per Porta CruciferaOre 23 - Inossidabile Vannozzi. E' suo il V che chiude la Giostra e riporta la lancia d'oro in Colcitrone dopo quattro anni di attesa. Un giostratore incredibile Alessandro, da un decennio sulla breccia. L'anno scorso combinò un patatrac con il cavallo giù al pozzo, quello entrò nella lizza in retromarcia e la carriera venne invalidata. Una macchia esagerata per uno come lui. Stasera è andata diversamente. In sella a Merlino ha tirato fuori una carriera splendida, con il centro annerito e la vittoria colorata di rossoverde.

Porta Crucifera, squassata dalle ultime elezioni che avevano azzerato il consiglio direttivo, può festeggiare alla grande. Anche Filippo Fardelli, all'esordio con Lughente dopo tante prove generali, ha fatto il suo con mestiere e sangue freddo. Lineare e netto il IV che ha tenuto in gioco il quartiere nel momento cruciale della contesa.

E così il capitano Niccolò Cherici Mascagni e il Rettore vicario Simone Catalani si sono ritrovati con un trofeo inatteso dentro la sede, dove ha esultato anche Alessandro Pommella. A settembre, scontata la squalifica, potrà guidare il quartiere verso l'obiettivo cappotto.

Di questa Giostra, cominciata con Santo Spirito e Sant'Andrea strafavoriti, si ricorderà anche l'incredibile I dei cavalieri gialloblù. La Colomba ha fatto aprire la piazza a Gianmaria Scortecci. PalmaSol però gli ha complicato la vita: innervosito dai soliti, assurdi disturbi del pubblico, è schizzato sulla lizza all'improvviso. La traiettoria verso il Buratto è diventata ingovernabile e Scortecci, che aveva comunque timbrato il IV, ha perduto la lancia, mettendo clamorosamente i gialloblù fuori dalla lotta. Elia Cicerchia in seconda battuta ha tentato l'impossibile, lasciando le briglie sciolte a BabyDoll per spezzare il legno. Tutto inutile: I il punteggio e polemiche sull'atteggiamento poco sportivo degli spettatori in piedi.

Lo scotto ai disturbi l'ha pagato anche Stefano Cherici, per Sant'Andrea, che ha penato un po' per governare Pepito. Il risultato è stato un IV che aveva fatto temere il III, ma che invece si è trasformato nell'assist perfetto per Enrico Vedovini. Solo che il cavaliere biancoverde, in sella a PeterPan, il pomodoro l'ha solo sfiorato, fermandosi anche lui sul IV senza uccidere la concorrenza.

E difatti si sarebbe andati agli spareggi, visto che Porta del Foro si stava confermando un quartiere vivo e in ripresa. IV per Andrea Vernaccini su Brighella, IV non lontano dal V per Andrea Carboni su Link.

Poi il centro pieno di Vannozzi ha spezzato l'equilibrio. E a Colcitrone cantano e ballano.

 

la notte della Giostra del SaracinoOre 15 - E' la notte della Giostra, giunta alla 129esima edizione. La giornata è scandita dai colpi di mortaio che poi annunceranno anche il quartiere vincitore. Questo l'ordine di ingresso in piazza: Porta Santo Spirito, Porta Sant'Andrea, Porta del Foro, Porta Crucifera.

Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci contro Enrico Vedovini e Stefano Cherici: sono queste le coppie di giostratori più accreditate per la vittoria. Ma nessuno demorde: Andrea Carboni e Andrea Vernaccini, Alessandro Vannozzi e Filippo Fardelli daranno battaglia.

 

Alle ore 19.30 ritrovo dei figuranti in piazza San Domenico, alle 20.15 benedizione del Vescovo al Duomo, alle 20.30 sfilata del corteo, alle 21.30 ingresso in piazza.

 

Per una maggiore sicurezza dei giostratori e dei cavalli, imposta dal decreto Martini, sono state apportate delle modifiche per rendere più sicura la piazza. In prossimità del pozzo, la lizza è stata allargata con sabbia di fiume, quindi nel caso il cavallo dovesse uscire dalla lizza regolamentare, non impatterà sul mattonellato e in questo modo sarà in grado di attutire l’impatto. In prossimità della tribuna A sono state installate delle palizzate, per una maggiore sicurezza dei figuranti. I giostratori saranno sottoposti a controlli a campione antidoping, per la prevenzione dall’uso di sostanze alcoliche o stupefacenti, e degli accertamenti se ne farà carico la Polizia Municipale

 

La lancia d'oro di giugno è dedicata ai 70 anni dalla liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Il bozzetto è stato realizzato da Marcellina Ponzo che aveva già disegnato quello dedicato a Francesco Petrarca nel 2004. La lancia, come di consueto, è stata realizzata da Francesco Conti. Insieme a Luca Berti, consulente storico della rievocazione, hanno evidenziato la difficoltà di conciliare la memoria di un evento tragico come quello consumato ad Auschwitz con una manifestazione di gioia e di festa quale la Giostra. La chiave interpretativa è stata quindi quella di non evidenziare simboli di morte, preferendo l’abbraccio di due sopravvissuti al momento delle liberazione di campo.

 

Allo scopo di garantire la pubblica incolumità e il regolare svolgimento della Giostra, il Sindaco ha emanato specifiche ordinanze: divieto di vendita e somministrazione di contenitori per asporto di bevande alcoliche e analcoliche nel centro storico di Arezzo; divieto di ingresso in Piazza Vasari a persone in evidente stato di ubriachezza; divieto di introdurre e usare fumogeni, trombe, aste.

 

scritto da: Andrea Avato, 20/06/2015





Porta Crucifera torna al successo dopo quattro anni
comments powered by Disqus