Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Filippo, Raffaello e Stefano in Islanda
NEWS

I diciotto di Cascia, obiettivi Monaco e Favasuli, sorteggio Tim Cup e il caso De Martino

La squadra è partita stamani per la Val Nerina, dove resterà fino al 31. Al gruppo sono aggregati i '96 Masciangelo e Badu, mentre fervono le trattative di mercato: oltre a Sperotto del Carpi, l'Arezzo tratta il difensore ex Grosseto e la mezz'ala ex Salernitana. Martedì prossimo gli abbinamenti per la Coppa Italia: esordio fissato per il 2 agosto. L'antipatica storia di un vicepresidente che impone da anni le sue volontà



Capuano allo stadio poco prima della partenza per il ritiroDICIOTTO IN RITIRO - Sono sedici i calciatori amaranto partiti per il ritiro di Cascia (16-31 luglio). A questi bisogna aggiungere i due aggregati: Edoardo Masciangelo, classe '96, terzino della Primavera della Fiorentina, e Anthony Badu, classe '96 anche lui, mediano ghanese.

L'elenco completo. PORTIERI: Stefano Fortunato (90), Antonio Rosti (93), Lorenzo Garbinesi (97). DIFENSORI: Simone De Martino (91), Luca Milesi (93), Riccardo Carlini (91), Matteo Brumat (95), Alessandro Vinci (87). CENTROCAMPISTI: Francesco Bergamini (94), Andrea Feola (92), Giorgio Capece (92), Alessandro Gambadori (81). ATTACCANTI: Antonio Calabrese (96), Niccolò Mariani (96), Sacha Cori (89), Ruben Bentancourt (93).

 

MERCATO IN FERMENTO - Ieri sera a ridosso della mezzanotte sembrava fatta per il trasferimento di Niccolò Sperotto dal Carpi all'Arezzo con la formula del prestito. Il terzino sinistro, classe '92, è in ritiro a Riscone di Brunico con la sua squadra e Capuano gli sta facendo una corte serrata da giorni. Su di lui però c'è concorrenza e dovrà trascorrere ancora qualche ora prima di una decisione definitiva. L'ottimismo in casa amaranto però non manca.

 

capitan Gambadori sul pullman diretto a CasciaIdem dicasi per Francesco Favasuli ('83), mezz'ala di qualità e con un sinistro che canta. Il giocatore è un vecchio pupillo di Capuano, segna con una certa continuità e ha ancora un vigore atletico notevole. Svincolato dopo l'ultima annata a Salerno, sarebbe un colpo da novanta. Per la difesa, ferma restando l'opzione Monteleone ('95) con il Palermo, è spuntato il nome di Salvatore Monaco, classe '92, l'anno scorso a Grosseto.

 

LE AMICHEVOLI UFFICIALI - Questo l'elenco delle amichevoli in programma nelle prossime settimane.

Domenica 19 luglio a Cascia (Perugia) / Arezzo-Rappresentativa locale (ore 17)

Mercoledì 22 luglio a Roccaporena (Perugia) / Arezzo-Bari (ore 17)

Sabato 25 luglio a Cingoli (Macerata) / Arezzo-Pescara (ore 17)

Mercoledì 29 luglio a Castiglion Fiorentino (Arezzo) / Arezzo-Al-Ahli Hebron (ore 21) 

Mercoledì 5 agosto a Città di Castello (Perugia) / Città di Castello-Arezzo (ore 20.45)

 

TIM CUP AL VIA IL 2 AGOSTO - Martedi prossimo, 21 luglio, è in calendario il sorteggio per definire il tabellone della Tim Cup 2015/16. Gli abbinamenti verranno stabiliti a Milano, presso la Lega di serie A. Al primo turno (2 agosto) parteciperanno 36 squadre, ovvero quelle di Lega Pro e serie D, compreso l'Arezzo. Dal secondo turno (9 agosto) entreranno in scena le squadre di B e dal terzo (15 agosto) 12 club di serie A, tra cui il Milan.

 

il vicepresidente Enrico De Martino all'arrivo allo stadioIL CASO DE MARTINO - Soltanto ieri mister Capuano sosteneva di essere ''un allenatore che non scende a compromessi''. Parole sincere e in totale buona fede. Sarebbe bastato ascoltare l'intervista, in aggiunta a tutto quello che di positivo ha fatto l'allenatore l'anno scorso, per capire che bisognava sgravarlo di una situazione odiosa e antipatica. Il responsabile dell'area tecnica non aveva inserito Simone De Martino nella lista dei giocatori da tenere. Una lista dove non c'erano nemmeno Villagatti e Cucciniello, per citarne un paio lasciati liberi sulla base di valutazioni squisitamente calcistiche. Dopo averne imposto la conferma per meriti geneaologici dapprima in serie D e quindi in serie C, dopo aver costretto Ferretti a recitare la parte di quello che non può dire di no, il vicepresidente dell'Arezzo ha scavalcato pure Capuano, dimostrando (ma non ce n'era bisogno) che non riesce a fare né il bene del figlio né, soprattutto, della società che dovrebbe rappresentare con trasparenza e senso del dovere. De Martino (junior) ha giocato poco o niente con Bacis, Balbo, Nofri, Mezzanotti, Chiappini, Cardinali e Capuano. Difficile pensare che lo abbiano tutti vessato o che sia un incompreso. Per quale motivo non si ribelli e non chieda di andare da un'altra parte, dove nessuno lo potrebbe considerare diverso dai compagni, non si sa. Per quale motivo Ferretti, per l'ennesima volta, accetti senza proferire verbo una forzatura così sfacciata e prepotente, è un altro mistero. E per quale motivo De Martino (senior) continui ad anteporre le proprie questioni familiari a tutto il resto, esponendo il figlio a tutte le ironie del mondo, è incomprensibile. Tra l'altro quest'anno le rose sono bloccate: 16 over, 8 under, chi è dentro è dentro e chi è fuori non gioca. Se vuoi cambiare la lista (per gli over) devi aspettare il mercato di gennaio. Perché a Capuano deve essere imposto un giocatore al quale la Lega Pro sta larghissima? Perché nessuno ha il potere di spiegare la realtà e farla capire a un vicepresidente che ragiona e si comporta con questa tracotanza? Non solo. De Martino junior costa all'Arezzo il minimo federale di stipendio (26mila euro lordi) più l'affitto di casa. Facciamo 30mila euro. Guarda caso, lo stesso prezzo dei due campini per una stagione intera. Però quelli, che servono come il pane, vengono mandati in malora per una questione di principio. E poi, laddove la questione di principio bisognerebbe sguainarla veramente, si cacciano soldi a vuoto. Ferretti è libero di spendere i denari come vuole, l'ha anche detto. Ma d'ora in poi che nessuno venga a piangere perché non ci sono spazi dove allenarsi. E in bocca al lupo a mister Capuano. Di cuore.

 

scritto da: Andrea Avato, 16/07/2015





Capuano: ''Obiettivo? Mantenere la categoria''

Raduno allo stadio e partenza per il ritiro
comments powered by Disqus