Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Luca all'Amsterdam Arena
NEWS

E le altre squadre come sono? Spal e Reggiana il top, esperienza Siena, incognita Pisa

Diamo uno sguardo sommario alle formazioni che dovrebbero essere inserite nel girone B insieme all'Arezzo. Quando manca meno di una settimana alla chiusura del calcio mercato, sono Colombo e Semplici gli allenatori messi meglio (anche se uno di loro potrebbe traslocare nel gruppo A). Occhio alle neopromosse dalla serie D (a Siena c'è mister Atzori, il Rimini di Ricchiuti ha preso Della Rocca, la Maceratese ha fatto spesa a Sassari). Sotto la torre pendente c'è appena stato il cambio di società, con Gattuso in panchina



festa Spal dopo la vittoria in amichevole sul BassanoArrivati a meno di due settimane dall’inizio del campionato e a pochi giorni dalla chiusura del mercato, cerchiamo di scoprire e conoscere meglio le nostre prossime avversarie, anche se i gironi di Lega Pro sono ancora in alto mare, visto che, pure questa estate, siamo “prigionieri” dei processi sportivi, che hanno cambiato il lotto delle partecipanti alla terza serie.

Prendiamo in considerazione un eventuale girone B composto da queste squadre: Ancona, Arezzo, Carrarese, Forlì (ripescato), Gubbio (ripescato), Lucchese, Maceratese (promosso dalla D), Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Reggiana, Rimini (promosso dalla D), Siena (promosso dalla D), Santarcangelo, Spal, Tuttocuoio.

 

Ad oggi tra le favorite d’obbligo del girone vanno inserite Spal e Reggiana (anche se almeno una potrebbe traslocare nel girone nord). Entrambe le squadre la scorsa stagione hanno chiuso nei piani alti della classifica e i granata addirittura sono arrivati fino alla semifinale play-off perdendo ai rigori contro il Bassano.

La Reggiana ha deciso di rinnovare: in attacco, partito capitan Ruopolo, sono arrivati Arma dal Pisa , Pesenti dall’Albinoleffe e l’ex amaranto Sinigaglia dalla Giana. La rosa a disposizione di mister Colombo oltre ai confermati Giannone, Angiulli, Parola, esperto centrocampista ex Samp e Cagliari, e Vacca, vede l’innesto tra gli altri di Frascatore, terzino ’92 ex Roma e del portiere, scuola Cesena, Rossini.

La Spal, guidata da Leo Semplici, ha riconfermato bomber Zigoni e in blocco la difesa titolare composta dall’esperto Cottafava, Giani e Gaspararetto, cercando di alzare il livello qualitativo generale con l’arrivo di De Vitis dalla Samp (lo scorso anno a Carpi), di Mora e Germinale dall’Alessandria e dell’ sperto attaccante Cellini, autore lo scorso anno a Carrara di 18 reti.

 

Adrian Ricchiuti, 37 anni, leader del RiminiDietro Reggiana e Spal potrebbero inserirsi come possibili sorprese le neopromosse e ambiziose Rimini, Siena e Maceratese.

I romagnoli hanno puntato sulla linea verde, affidando la panchina all’esperto mister Pane, inserendo però in organico giocatori tosti come i difensori Signorini (Cittadella) e Pedrelli (Aquila) e l’attaccante ex Lecce e Novara, Della Rocca. Confermato l'argentino Ricchiuti.

I senesi dopo la promozione hanno cambiato guida tecnica, affidandosi alla voglia di rilancio di Aztori, confermando Portanova e ingaggiando giocatori esperti come il portiere aretino Bindi, D’Ambrosio dal Monza, Sacilotto, Burrai, centrocampista con un discreto feeling con la porta avversaria, l’ex barese La Vista e gli attaccanti Mendicino, reduce dalla promozione con la Salernitana, Libertazzi e Bonazzoli, di rientro dall’esperienza negli Usa a Miami.

I marchigiani guidati dall’ex Torres Christian Bucchi, hanno rivoluzionato completamente l’organico dopo il salto dalla serie D, confermando solo il portiere Di Vincenzo e gli attaccanti Kouko e Camara, affiancando loro calciatori avvezzi alla categoria come l’ex amaranto D’Anna, il portoghese Vasco Faisca, gli ex Torres Imparato, Foglia e Giuffrida e gli attaccanti Ganci, ancora squalificato per il calcio scommesse, e Di Piazza, 6 gol lo scorso anno al Savoia.

 

Le squadre che lotteranno per la salvezza dovrebbero essere l’Ancona di Cornacchini, ringiovanito rispetto alla scorsa stagione, che tra le sue fila annovera Mallus, Radi, Cazzola e l’attaccante Cognigni; la rinnovata Pistoiese di mister Alvini, che si affiderà tra i pali al figlio d’arte Gabriele Marchegiani e in mezzo al campo alle geometrie di Damonte; il Pontedera di Indiani, formazione quadrata nonostante la giovane età media, che farà leva sui giocatori più attempati come Vettori, Scappini e Cesaretti; la Lucchese di Francesco Baldini che si affiderà a elementi come Fanucchi, ex Prato, Mingazzini e capitan Nolè.

 

Lucchesi e Gattuso vogliono riportare in alto il PisaMaggiori difficoltà dovrebbero incontrarle il Prato guidato dall’ex Sansovino De Petrillo, squadra giovane e inesperta se si escludono Ghidotti, Ghinassi e Serrotti; il Tuttocuoio del duo Lucarelli-Protti, il primo in panchina, l’altro dietro la scrivania, compagine quasi completamente rinnovata, che si affiderà anche in questa stagione al suo capitano Corrado Colombo, giocatore di maggior classe ed esperienza della compagine nero-verde. La Pro Piacenza, che si era salvata ai play-out la scorsa stagione, perso Danilo Alessandro (tra i migliori giocatori in categoria), spera di disputare un campionato più tranquillo grazie a Rantier e Carrus. La Carrarese, dopo il rischio della mancata iscrizione, è ancora alle prese con il passaggio delle quote societarie tra Buffon e Tartaglia. Nel frattempo ha cercato di rafforzarsi con tre ex amaranto: Dettori, per lui un ritorno, che sarà il capitano dei marmiferi, il giovane Vitiello e Horacio Erpen, giocatore che se sta bene fisicamente resta tra i più decisivi in categoria.

Il Santarcangelo, invischiato con alcuni suoi giocatori nell’ultima puntata del calcio scommesse, si è rinnovato enormemente, puntando sulle geometrie di un’altra nostra vecchia conoscenza: Dario Venitucci. Gubbio e Forlì, appena ripescate, sono ingiudicabili e indecifrabili, perché ancora devono fare il proprio mercato, mentre il Pisa merita un discorso a parte. Passato nelle mani di Lucchesi, ha ingaggiato come allenatore l’ex Milan e Campione del Mondo Rino Gattuso, sbandierando propositi di promozione: i primi acquisti sono stati il terzino ex Como Fautario e l’argentino classe ’96 Peralta dalla Fiorentina. Vedremo se gli ultimi giorni porteranno altre novità.

 

scritto da: Mauro Guerri, 25/08/2015





Amichevole Spal-Bassano 2-1, le immagini

comments powered by Disqus