Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - 34a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo31Flaminia
Foligno21Unipomezia
Gavorrano71Trestina
Montespaccato11Rieti
Poggibonsi22Cascina
Pro Livorno04Pianese
San Donato10Cannara
Sangiovannese20Badesse
Tiferno22Scandicci
MONDO AMARANTO
Claudio e Vincenzo a Londra
NEWS

Ballottaggi e pretattica per la formazione. Tremolada più due punte: per adesso no

Capuano parte per la Romagna con qualche maglia ancora da assegnare e ai cronisti dice: ''l'undici iniziale non lo indovinerete mai''. In difesa Madrigali e Monaco in lizza per il ruolo di braccetto destro, mentre salgono le quotazioni di Pugliese a centrocampo. Probabile un Arezzo con il 3-5-1-1 e Defendi pronto per un utilizzo part time. Stamani testato Masciangelo a sinistra al posto di Sperotto



formazione da fare per il debutto amaranto''La formazione di lunedì non la indovinerete mai''. Così parlò Ezio Capuano in conferenza stampa, mixando pretattica, un po' di sano depistaggio e qualche dubbio reale sull'undici che domani debutterà in campionato.

Gli amaranto si sono allenati ieri sera a porte chiuse e stamani a porte aperte. Quale Arezzo scenderà in campo lo sa solo l'allenatore, ma comunque esistono alcuni punti fermi. Baiocco, Panariello, Carlini, Vinci, Capece, Feola e Cori sono certi della maglia. Il posto di braccetto destro se lo contendono Madrigali e Monaco, quello di intermedio sinistro Tremolada e Pugliese, quello di seconda punta Defendi e Tremolada.

 

La certezza tattica, rielaborando quello che ha detto Capuano ai microfoni, è che Tremolada più due punte di ruolo, in questo momento, sbilancerebbero troppo la squadra. E siccome Cori, per caratteristiche fisiche e tecniche, è imprescindibile per la manovra, il resto viene di conseguenza. Stamani, a titolo di cronaca, Eziolino ha messo in campo la difesa con Madrigali, Panariello e Carlini, provando Vinci a destra e Masciangelo a sinistra. Se sia il preludio a un'esclusione di Sperotto o solo un esperimento, lo capiremo tra ventiquattr'ore. Più probabile la seconda ipotesi, nonostante il '96 ex Fiorentina abbia ben figurato in estate. In mezzo al campo, oltre a Capece e Feola, c'era proprio Pugliese, con Tremolada a sostegno di Cori.
Dall'altra parte il resto del gruppo, schierato con il 4-3-1-2 che è il modulo con cui il Santarcangelo di Zauli si opporrà agli amaranto.

 

Al di là degli uomini e dei ballottaggi, Capuano di sicuro non andrà a giocare alla garibaldina. La sua storia parla di grande concretezza e di occupazione molto razionale del campo, anche in funzione delle caratteristiche avversarie. Le gesta del 3-5-1-1 dell'anno scorso sono tra l'altro molto fresche, ragion per cui un utilizzo part time di Defendi, magari quando c'è da dare il colpo di grazia alla partita, non è così peregrino. Tremolada, come previsto dal giorno del suo ingaggio, diventa l'ago della bilancia dal punto di vista tattico. Ancora sotto ritmo per fare la mezz'ala, può dare un aiuto più incisivo da trequartista, attingendo dalla qualità del suo sinistro. E senza lo squalificato Gambadori, a Capuano non dispiacerà affidarsi all'aggressività di Pugliese, che rispetto al capitano ha una maggior propensione all'attacco degli spazi.

 

Tutto ciò sulla base della seduta a porte aperte e su un minimo di analisi logica. Poi deciderà l'allenatore, consapevole del fatto che quella del debutto è sempre una partita insidiosa, che l'ambiente si aspetta un gioco piacevole ma che alla fine, come sempre, un risultato positivo è l'obiettivo principale. Perlmeno alla prima giornata.

 

scritto da: Andrea Avato, 06/09/2015





comments powered by Disqus