Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Panno, Dicio, Peo e Lara in sardegna
NEWS

L'Arezzo scappa, il Pisa rimonta: 1-1 di rigore. Tremolada-Defendi, due legni e tanti rimpianti

Capuano conferma il modulo delle ultime uscite con Tremolada trequartista. L'unica novità è il ritorno di Vinci in difesa al posto di Sperotto, con Carlini che trasloca a sinistra. Gattuso invece lascia Lupoli in panchina e si affida al 4-4-2 con la coppia Montella-Starita davanti. Gli amaranto segnano dopo 5 minuti e poi si affidano alle ripartenze. Gli ospiti attaccano di più ma pungono poco. Alla fine il pareggio viene deciso dal dischetto



il rigore di Capece per l'1-0Dopo undici anni torna il derby tra Arezzo e Pisa. Capuano non cambia modulo e conferma il 4-3-1-2 delle ultime uscite con Tremolada trequartista alle spalle delle punte. L'unica novità è il tirono di Vinci in difesa nel ruolo di laterale destro, con Carlini che trasloca a sinistra.

Gattuso sceglie il 4-4-2 per la prima trasferta stagionale dei nerazzurri. Lupoli va in panchina, in attacco ''Ringhio'' si affida alla coppia Montella-Starita.

Cornice di pubblico non nutritissima ma molto, molto agguerrita per un match che tutti aspettavano già da anno scorso (ma anche da più tempo). Il calore e l'euforia della Sud, scatenata già prima del fischio d'inizio, trasmettono una carica agonistica incredibile ai ragazzi in campo tanto che Vinci dopo 2' si becca già il primo giallo per un intervento di puro agonismo in posizione defilata. Le schermaglie in campo durano poco. Al 5' Tremolada mette subito in moto il suo sinistro vellutato lanciando Feola nel cuore dell'area, Golubovic non può far altro che sdraiarlo e concedere il rigore rischiando anche il rosso diretto. Dagli undici metri Capece, con grandissima calma, insacca alle spalle di Bacci di piatto destro.

Il gol non sveglia però il match. Gli amaranto adesso si fanno più attendisti cercando di sfruttare le ripartenze, i ragazzi di Gattuso dal canto loro cercano di aprire le maglie difensive andando spesso sulle fasce, ma quando i cross arrivano sono facile preda di Monaco e Panariello. Per vedere di nuovo una conclusione si deve aspettare il 23' quando Mannini da calcio d'angolo pesca Golubovic, bravo ad anticipare l'uscita di Baiocco ma non altrettanto preciso. Al 26' Feola prova il tiro a sorpresa appena entrato in area ma alla fine viene fuori poco più di un passaggio per Bacci. Effetto simile sortisce il tiro da distanza siderale di Ricci due minuti dopo, con Baiocco che blocca agevolmente a terra.

L'alto tasso di agonismo va a discapito dello spettacolo e le occasioni chiave latitano. Sanseverino al 37' prova la sorpresa calciando direttamente verso lo specchio una palla vagante sulla trequarti, difettando sotto il punto di vista balistico. Al 42' Tremolada può sfruttare una punizione da buona posizione; la prima battuta esce male e si stampa sulla barriera, sulla respinta ancora il n° 10 impatta benissimo con il mancino ma il palo gli nega la prima gioia stagionale. La reazione dei nerazzurri (oggi in maglia bianca) è tutta in un tiraccio di Montella da posizione molto defilata appena entrati nell'extratime.

 

Gattuso vuole i suoi a trazione ancor più offensiva e nell'intervallo sostituisce Golubovic con Varela, arretrando il raggio d'azione di Sanseverino. Dopo 3' Mannini impensierisce con un calcio di punizione dal limite Baiocco (finta di tiro anche di Varela), che si rifugia in corner. Poco dopo una ripartenza fulminea di Defendi in campo aperto fa sperare la Sud, ma il numero 11 temporeggia troppo e poi sbaglia il cross. Al 53' brutto fallo di Mannini che, nettamente in ritardo, stende Carlini e si becca gli scherni della curva ma solo un giallo. Dopo 10' di nulla o poco più un bel fraseggio degli amaranto porta Tremolada a lanciare in campo aperto Bentancourt che entrato in area cerca forse un dribbling di troppo e va giù: Di Ruberto fa proseguire.

Nella parte centrale della ripresa ci prova capitan Gambadori a suonare la carica con due lanci perfetti, uno per Bentancourt e uno per Defendi, ma ad entrambi manca la lucidità nei sedici metri. Al 68' Verna disegna un filtrante invitantissimo per Peralta che però non può controllare la palla per il placcaggio di Sperotto, l'arbitro non può far altro che assegnare il rigore. Dal dischetto va Ricci che riesce a pareggiare nonostante Baiocco tocchi la palla.

Basta qualche giro di lancetta all'Arezzo per reagire al pareggio pisano. Al 76' Capece vede Bacci fuori dai pali e prova a sorprenderlo da oltre 25 metri: il numero uno degli ospiti riesce a bloccare in due tempi. Passano si e no 60'' e Gambadori fa nuovamente viaggiare Bentancourt, che stavolta riesce ad arrivare sul fondo e a mettere dentro un cross basso su cui si avventa Defendi, tocco in anticipo a mettere fuori causa Bacci ma è di nuovo il palo (4° legno in due partite casalinghe) a strozzare l'urlo di gioia del Comunale.

Le due squadre ora si fanno lunghe e ci sono maggiori spazi, quello che manca da entrambe le parti è la lucidità negli ultimi 20 metri. Occasioni potenzialmente pericolose infatti non ce ne sono praticamente più, fatto salvo per un'uscita a vuoto di Bacci a 30'' dal tal termine che per poco non favorisce Tremolada.

Un 1-1 che, alla luce del gioco espresso nel secondo tempo, starebbe anche stretto ai ragazzi di Capuano, giustamente applauditi calorosamente dalla Sud. Appuntamento coi 3 punti casalinghi che slitta di altre due settimane, quando al Comunale sarà di scena la Carrarese.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 17.30.

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 6 Vinci (st 1' 18 Sperotto), 2 Panariello, 5 Monaco, 3 Carlini; 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Feola (st 38' 17 Pugliese); 10 Tremolada; 9 Bentancourt (st 41' 20 Calabrese), 11 Defendi.

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 14 Milesi, 15 Madrigali, 16 Masciangelo, 19 Ceria, 21 Mariani.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Brumat, Cori, Del Magro.

PISA (4-4-2): 1 Bacci; 2 Golubovic (st 1' 18 Varela), 4 Rozzio, 5 Polverini, 3 Forgacs; 11 Sanseverino, 8 Verna, 6 Ricci, 7 Mannini (st 18' 16 Peralta); 9 Montella (st 26' 19 Frugoli), 10 Starita.

A disposizione: 12 Brunelli, 13 Crescenzi, 14 Lisuzzo, 15 Fautario, 17 Provenzano, 20 Lupoli.

Allenatore: Gennaro Gattuso.

ARBITRO: Di Ruberto di Nocera Inferiore (Evoli di Bologna - Marchi di Bologna).

NOTE: spettatori presenti 2.476 (1.376 paganti più 1.100 abbonati), incasso non comunicato. Ammoniti: pt 2' Vinci, 5' Golubovic, 44' Monaco; st 8' Mannini, 14' Rozzio, 23' Sperotto, 25' Starita, 29' Panariello. Angoli: 3-3. Recupero tempi: 2' e 4'

RETI: pt 5' rig. Capece; st 23' rig. Ricci

 

scritto da: Daniele Marignani, 26/09/2015





Arezzo-Pisa 1-1, intervista a Capece

Arezzo-Pisa 1-1
comments powered by Disqus