Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 12a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
ArezzorinvFano
LegnagorinvImolese
Perugia00Gubbio
Triestina31Fermana
Matelica22Cesena
Modena12Sud Tirol
Feralpi Salò31Padova
Ravenna11Samb
V. Verona11Mantova
Vis Pesaro32Carpi
MONDO AMARANTO
Gabriele in visita a Petra - Giordania
NEWS

Sant'Andrea porta la Lancia d'oro nelle scuole. Lezione di Giostra per i ragazzi di elementari e medie

Il quartiere biancoverde, come da tradizione, ha messo in atto un tour educativo e ricreativo, dando modo agli studenti di ammirare da vicino l'ultimo trofeo conquistato in piazza lo scorso 6 settembre. Il capitano Marco Fardelli: ''E' un modo simpatico per avvicinare i giovani al mondo del Saracino e tenere la manifestazione sempre viva''



Marco Fardelli con la lancia d'oro (foto Simone Angiulli)Ormai è tradizione per il Quartiere di Sant’Andrea portare la lancia vinta tra i banchi delle scuole, elementari e medie, che si trovano all’interno della zona biancoverde. Un’idea nata dall'ex capitano Andrea Lanzi e poi, visto i bei risultati, portata avanti dagli altri capitani in carica.

Martedì scorso il capitano biancocrociato Marco Fardelli insieme ad una compagine di figuranti ha portato per vari istituti la Lancia d’Oro conquistata lo scorso 6 settembre. Hanno visitato le scuole di San Gimignano, Sant’Agostino, Staggiano, Pio Borri, Tricca e la media Margaritone.

 

“Le reazioni degli studenti alla vista dei figuranti e della Lancia d’Oro sono state molto positive. Soprattutto quelle dei più piccoli, che frequentano le elementari. Un momento molto bello dove si nota nei giovani, appartenenti anche ad altri quartieri, la voglia di conoscere la Giostra del Saracino - spiega il capitano di Sant’Andrea. Quest’iniziativa, proposta da Andrea Lanzi, è nata per poter far conoscere ai più piccoli la Giostra e renderli più partecipi, così da mantenere la manifestazione sempre viva. Inoltre è un modo per presentarci anche a chi non frequenta il nostro quartiere. Alcuni giovani, che negli anni passati hanno assistito in classe a questa presentazione, hanno deciso di venire al quartiere ed adesso sono parte attiva”.

 

Con quest’iniziativa il capitano insieme ai figuranti avvicina i giovani al Saracino, parla della lancia, la descrive, racconta come viene fatta, a chi viene dedicata e risponde ad ogni curiosità degli studenti.

“La lancia poi è un’opera d’arte - continua Marco Fardelli - fatta da uno scultore e i bambini vedendola così vicino a loro si incantano nella sua bellezza. Non è la stessa cosa di quando la vedono in tv. In altri casi facciamo qualche coro, ma semplice, oppure facciamo suonare il nostro tamburino, perché quando si sente il tamburo lo colleghiamo subito alla Giostra”.

 

Per Marco Fardelli è stata la prima vittoria nelle vesti di capitano ed è stata anche la prima volta che ha portato un po’ di Giostra all’interno di alcune scuole aretine: “Quest’esperienza non l’avevo mai fatta, non solo come capitano ma nemmeno come figurante. Ma è stata una cosa bella, i bambini ci credono e sono entusiasti di vederci nelle loro aule. E’ importante che si appassionino alla manifestazione sin da subito, perché loro saranno il futuro”.

 

scritto da: Giulia Basagni, 15/10/2015





comments powered by Disqus