Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Nicolò, Matteo, Marco, Niko, Giulio e Niko sulle Dolomiti
NEWS

L'Arezzo rompe il tabù. Contro il Prato basta un rigore di Capece. Prima vittoria in casa

Baiocco, Carlini e Feola in campo incerottati, Sperotto fuori per il caso WhatsApp, Milesi e Vinci squalificati. Capuano schiera una fomazione non al top ma dopo venti minuti di pressione trova l'episodio giusto: Grifoni stende Defendi, viene espulso e concede il penalty decisivo. Partita sofferta però: nella ripresa gli ospiti vengono fuori ma alla fine l'1-0 resiste



secondo rigore trasformato da Capece in campionatoFormazione incerottata per l'Arezzo, alle prese con infortuni e squalifiche. Capuano conferma il 4-3-1-2 ma cambia molte cose nell'undici iniziale. Ovviamente non c'è Sperotto dopo il caso WhatsApp. Mancano anche Milesi e Vinci, appiedati dal giudice, mentre Cori va in panca. Carlini e Feola, non al meglio, sono comunque tra i titolari.

Gli amaranto cercano il primo successo interno dell'anno contro un Prato che non perde da un mese e che De Petrillo disegna a specchio: Capello alle spalle delle due punte.

 

Inizio grintoso dell'Arezzo, vicinissimo alla rete già all'8': Defendi lanciato dalle retrovie controlla bene la palla, dribbla Rossi in uscita ma si allunga troppo la palla, calciando poi alto da posizione defilata. Il Prato, molto compatto a centrocampo, dà invece l'impressione di soffrire molto le verticalizzazioni. Addirittura da rinvio del portiere. Proprio un lancione lunghissimo di Baiocco, al 17', pesca Bentancourt sulla trequarti avversaria che di petto mette subito in moto Defendi, atterrato in area da dietro dall'aretino Grifoni, che viene anche espulso. Dal dischetto lo specialista Capece realizza con freddezza, con Rossi che riesce solo ad intuire la direzione.

Pochi minuti dopo Gambadori, pescato da Defendi sul palo più lontano, prova subito a chiuderla tentando la botta al volo che però sorvola la traversa. Anche Tremolada al 29' tenta la magia concludendo al volo di sinistro, troppo telefonato per il numero uno ospite. Per vedere la prima conclusione del Prato si deve aspettare il tentativo al 30' di Serrotti, che non inquadra il bersaglio. Tremolada, un po' evanescente in fase di costruzione, si rende invece pericolosissimo al 40' su calcio di punizione da venti metri: Rossi è attento e para.

 

Anche ad inizio ripresa la partita vivacchia, mantenendo ritmi abbastanza blandi. Il Prato al 7' avrebbe anche una buona occasione, ma Gomes spreca sbucciando malamente il suggerimento di un compagno. Lo stesso attaccante guineiano ha una buonissima occasione tre minuti dopo su gentile concessione di Panariello, che si addormenta su una spazzata della difesa ospite, ma spara addosso a Baiocco. Troppo evanescenti gli amaranto nella ripresa, così Capuano decide di rischiare la carta Cori togliendo uno spento Bentancourt.
Nota di colore. Al 16' De Martino, in piena fase di riscaldamento, attacca briga con un avversario intento a protestare con il guardalinee e viene espulso. Incredibile.

La partita continua a vivere di folate. Al 20' Serrotti, il più attivo dei suoi, impensierisce Baiocco che si deve rifugiare in corner (il primo dell'incontro). Al 25', dopo una bella azione di contropiede, Tremolada mette dentro una palla perfetta per Cori che, in leggero controtempo, prova la leziosità di tacco senza trovare la deviazione vincente. L'ariete amaranto fa valere la sua fisicità al 31', quando raccoglie di testa il suggerimento di Gambadori anticipando il diretto marcatore, impattando però con poca coordinazione.

I ragazzi di Capuano non riescono proprio a chiudere la gara e allora il Prato inizia a sperare in un clamoroso pareggio. Al 35' Chiricò prova a suonare la carica per i suoi, e soltanto un provvidenziale intervento di Masciangelo (che poi litiga un po' con la palla) evita guai peggiori alla retroguardia amaranto. Eziolino capisce le difficoltà dei suoi e va a rinfoltire il centrocampo inserendo Pugliese al posto di un Defendi ormai allo stremo.

Brividi per la Minghelli al 43': Tremolada, senza più una stilla di energia, perde malamente palla al limite dell'area in favore di Capello, che immediatamente serve nello spazio Serrotti, controllo e tiro che per somma gioia dei tifosi amaranto passa oltre la traversa.

Dopo 5' di pura sofferenza il direttore di gara mette fine alla contesa che finalmente, al quarto tentativo, vede l'Arezzo conquistare il bottino pieno tra le mura amiche, rilanciandosi anche in classifica.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 20.30.

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 6 Madrigali, 2 Panariello, 5 Monaco, 3 Carlini (st 22' 14 Masciangelo); 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Feola; 10 Tremolada; 9 Defendi (st 37' 15 Pugliese), 11 Bentancourt (st 15' 19 Cori).

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 16 Ceria, 17 Calabrese, 18 Mariani, 20 Ferrari, 21 Bozzi, 22 D'Abbrunzo, 23 Iacuzio.

Allenatore: Ezio Capuano.

Squalificati: Milesi, Vinci. Indisponibili: Brumat, Del Magro, Sperotto.

PRATO (4-3-1-2): 1 Rossi; 2 Corvesi, 6 Ghidotti, 5 Ghinassi, 3 Grifoni; 7 Knudsen (st 12' 17 Chiricò), 4 Gaiola, 8 Serrotti; 10 Capello; 9 Gomes (st 40' 13 Kouakou), 11 Benedetti (pt 20' 16 Benucci).

A disposizione: 12 Bardini, 14 Cela, 15 Gabbianelli, 18 Ogunseye, 19 Boni.

Allenatore: Alessio De Petrillo.

ARBITRO: Paterna di Teramo (Ragnacci di Gubbio - Granci di Città di Castello).

NOTE: spettatori 1.500 circa. Espulsi Grifoni al 17' pt per aver impedito chiara occasione da gol, De Martino al 17' per comportamento non regolamentare durante il riscaldamento. Ammoniti: pt 37' Gomes; st 14' Ghidotti, 21' Tremolada, 26' Gaiola, 49' Cori. Angoli: 0-1. Recupero tempi: 2' e 5'

RETI: pt 19' rig. Capece

 

scritto da: Daniele Marignani, 17/10/2015





Arezzo-Prato 1-0, De Petrillo: ''meritavamo il pari''

Arezzo-Prato 1-0
comments powered by Disqus