Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Elisa sposa e tifosa appassionata
NEWS

Caso Sperotto, l'Aic prova a mediare. Calcagno: ''Gesto sbagliato, ma ora basta litigi''

Il vicepresidente dell'Associazione Calciatori ha commentato la vicenda del terzino dell'Arezzo, colpevole di aver registrato la sfuriata di Capuano dopo la sconfitta di Lucignano in amichevole: ''La viralità della notizia non è stata colpa di Sperotto e comunque, riguardo le frasi del mister amaranto, siamo in sintonia con Ulivieri. Certo, è stata violata la sacralità dello spogliatoio e un gesto del genere crea conseguenze più pesanti di vent'anni fa. Però per il bene di tutti si potrebbe evitare di finire di fronte alle autorità''



Nicolò Sperotto sospeso dall'ArezzoIn un'intervista rilasciata stamani a TuttoLegaPro.com, il vicepresidente dell'Associazione Calciatori, Umberto Calcagno, ha commentato il caso Sperotto.

 

"Non esprimiamo un giudizio sulle dichiarazioni del mister, sulle quali è già intervenuto in maniera esaustiva il presidente dell'Assoallenatori, Renzo Ulivieri. Siamo in sintonia con quest'ultimo e speriamo che certi comportamenti non si verifichino più in futuro. Si è creata una situazione particolare: la sacralità dello spogliatoio va sempre rispettata e il gesto di Sperotto è stato sbagliato ma non così tanto come qualcuno vuol far credere. Le notizie che abbiamo noi confermerebbero che il ragazzo abbia solo effettuato la registrazione, mentre poi la viralità della stessa non sia colpa sua. Ho letto e sentito molte esagerazioni e cose non veritiere, addirittura di possibili risvolti penali, in realtà di difficile attuazione".

 

Alla domanda su cosa sia meglio fare d'ora in avanti, Calcagno ha detto: "Si potrebbe evitare di litigare di fronte alle autorità, sia per il bene della squadra che per quello del giocatore. Devo dire che a mia memoria è la prima volta che accade un gesto del genere nel calcio professionistico e quindi non è facile stabilire una linea di comportamento. Con la tecnologia odierna, uno sbaglio del genere ti crea conseguenze molto più pesanti di 15-20 anni fa. La speranza, comunque, è che tutto ritorni alla normalità anche se non sono nella testa di mister Capuano e non conosco lo spogliatoio".

 

scritto da: La Redazione, 19/10/2015





comments powered by Disqus