Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Luca all'Amsterdam Arena
NEWS

La cinquina di Scappini, il sangue di Lucarelli, il 2-2 di Carrara: una giornata a tinte forti

Il punto sul girone B. Frena ancora la capolista Spal, bloccata sullo 0-0 dal Siena che inanella il sesto pareggio stagionale. In ascesa la Maceratese (3-2 al Teramo), crisi nera per la Lucchese: contro l'Ancona arriva il terzo ko consecutivo. Ma i protagonisti del turno sono il bomber del Pontedera (5 reti alla Lupa Roma) e l'allenatore del Tuttocuoio, infuriato per il pari interno contro L'Aquila



5 gol per Scappini contro la Lupa RomaChe il match di sabato fosse importantissimo era sotto gli occhi di tutti. Vuoi perché la classifica recitava 5 punti in cinque gare, vuoi perché c’era da cancellare l’1-4 patito con la Carrarese, vuoi soprattutto perché c’era da dare un colpo di spugna alle menate che sono nate come funghi negli ultimi quindici giorni, col Comunale che tra Tapiri (d’oro), iene e avvoltoi (mediatici) si stava trasformando in un piccolo zoo.

E l’Arezzo ha risposto presente, vincendo per la prima volta in stagione in casa sebbene tra mille patimenti contro un Prato che per oltre un’ora ha giocato in dieci. Sabato prossimo (sempre di sera) sarà necessario dare continuità ai risultati, anche se questo sembra il momento meno adatto per affrontare il Pontedera di mister Indiani, capace di segnare undici reti in due partite. E’ si vero che la Lupa Roma ha fin qui la peggior difesa del campionato, ma trionfare 5-2 in trasferta (tutte e cinque le reti portano la firma di Scappini, capocannoniere con 9 reti) dà sempre grande spinta.

 

I romani ora si ritrovano ultimi in classifica con un solo punto, a pari merito con il Teramo (battuto 3-2 a Macerata dalla squadra di Bucchi, che adesso è sorprendentemente seconda in classifica) ed il Savona (vittorioso 2-1 in casa contro il Santarcangelo, che perde così l’imbattibilità derivata da cinque pareggi). Queste due però, oltre ad avere una (Teramo) e due (Savona) partite in meno, hanno dovuto anche colmare un handicap di 6 punti di penalizzazione.

 

Non se la passa benissimo nemmeno la Lucchese. Al “Porta Elisa” i rossoneri cedono all’Ancona 2-1 inanellando la terza sconfitta consecutiva, dovendo adesso andare a fare risultato in Romagna per non inguaiarsi ancora di più. In testa la Spal frena ancora. Stavolta ad impattare con la squadra di Semplici è la Robur di Atzori, arrivata al sesto pari in sette gare (miglior difesa assieme ai ferraresi, 2 reti concesse, ma solo quattro messe a referto). Non ne approfittano le inseguitrici Pisa e Carrarese, impegnate nello scontro diretto. A Carrara finisce 2-2 in una partita davvero rocambolesca. Avanti di due reti a metà primo tempo (Infantino e Sbraga), i ragazzi di Remondina si vedono rimontati dalle reti di Mannini e, dopo l’espulsione del portiere Lagomarsini, da quella di Peralta all’88’ (in porta gli apuani hanno dovuto adattare Cais, avendo finito i cambi).

 

1-1 finiscono sia Rimini-Pistoiese che Tuttocuoio-L’Aquila (abruzzesi che mettono così fine alla striscia di quattro k.o. consecutivi). E proprio al termine di quest’ultima Lucarelli, allenatore dei pisani, non ci va tenero con i suoi (“da lunedì negli allenamenti dovranno sputare sangue, non siamo abbastanza ignoranti in campo”); sicuramente il ritorno al “Marcello Melani” domenica prossima rappresenta per l’ex bomber uno stimolo in più visto l’esonero di anno scorso.

 

scritto da: Daniele Marignani, 20/10/2015





Maceratese-Teramo 3-2, le immagini

comments powered by Disqus