Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Mino e Luca allo stadio
NEWS

Più Arezzo che Ancona, ma finisce 0-0. Traversa di Panariello, poi equilibrio e poche emozioni

Terzo risultato utile di fila per gli amaranto ed è la prima volta in stagione. Contro la terza in classifica viene fuori un match senza grandi sussulti: l'occasionissima cade sul finire del primo tempo ma il difensore timbra il quinto legno stagionale. Nella ripresa infortunio a Defendi che lascia lo stadio in ambulanza. Espulso Cognigni nel recupero



Panariello anticipa tutti di testa ma la palla centra la traversaVittoria sul Prato, pareggio a Pontedera. Dopo due buoni risultati, l'Arezzo non vuole fermarsi e va in cerca del tris. Con la partita di oggi contro l'Ancona, per gli amaranto comincia un ciclo impegnativo di due settimane: tra campionato, Coppa Italia e recupero di Savona, la squadra giocherà cinque gare ad alta tensione.

Capuano conferma il 4-3-1-2. Tremolada fa il trequarti alle spalle di Cori e Defendi, preferito a Bentancourt. Feola ha smaltito gli acciacchi ed è titolare in mediana.

L'Ancona di Cornacchini è reduce da due vittorie di fila e si dispone con un propositivo 3-4-3: in attacco giostrano Lombardi, Cognigni e Casiraghi.

 

Primi minuti di gara con le due formazioni congelate nelle posizioni: trovano spazio sul taccuino un appoggio di petto pericoloso di Radi al portiere Lori sugli sviluppi di un cross di Gambadori e un tiro da venti metri di Casiraghi che Baiocco osserva spegnersi a lato.

Al 18' Masciangelo in percussione arriva bene al cross dalla sinistra (spendido velo di Feola), ma il suggerimento per Cori risulta un metro troppo avanti e l'attaccante, pur provando la scivolata, non riesce ad impattare.

Al 29' lo stesso numero 9, dopo un errato rinvio di Radi che aveva intercettato l'assist di Defendi, ha la palla buona per battere a rete ma sciupa tutto colpendo malamente di sinistro. Tenue reazione dei dorici, con Lombardi che al 36' fa partire una staffilata fuori misura dopo essersi fatto diversi metri di progressione in solitaria.

La gara, complice anche il forte vento (a favore, nel primo tempo, degli amaranto), non riesce a decollare, vivacchiando di sporadici episodi. Al 43' la prima, vera occasione è per l'Arezzo: Tremolada pennella una punizione dalla sinistra, Panariello stacca imperioso ma la sua frustata di testa colpisce la parte inferiore della traversa rimbalzando poi sulla riga, precludendo anche il successivo tap-in di Defendi appostato nei pressi dell'area piccola.

 

Il canovaccio del secondo tempo non cambia molto. Per vedere uno dei due portieri impegnati, seppur in maniera blanda, si deve attendere il colpo di testa al 9' di Lombardi, pescato sul secondo palo da Pedrelli. Grandi brividi il minuto dopo quando Panariello ferma con una scivolata in area Casiraghi: il direttore di gara fa segno di proseguire e anche le proteste ospiti sono ridotte al lumicino.
Al 15' Masciangelo rischia di combinare un disastro in difesa perdendo una palla sanguinosa, ma poi è bravo a sbrogliare la situazione e rimediare usando il fisico.

Al 20' si rivede finalmente l'Arezzo: Cori avvia l'azione a metà campo trovando la linea di passaggio per Pugliese, che a sua volta allarga per Masciangelo: il terzino arriva sul fondo e mette dentro per la testa di Bentancourt che però in torsione spedisce sul fondo per una questione di centimetri. L'uruguagio era subentrato pochi minuti prima a Defendi, costretto a uscire dopo un duro intervento di Paoli, ammonito. L'attaccante poi verrà portato in ambulanza al san Donato per accertamenti.

Tre minuti dopo anche la zuccata di Konate, su punizione di Casiraghi, non centra lo specchio terminando oltre la traversa. Nonostante queste vampate, il gioco continua a latitare. I dorici non danno mai l'impressione di voler affondare il colpo, gli amaranto invece non riescono mai ad innescare la regia di Capece, finendo sempre per ricorrere al lancio lungo su cui Cori e Bentancourt non hanno mai vita agevole.

A smuovere gli equilibri ci provano Gambadori (39') e Hamlili (42'), ma entrambi i tentativi scarseggiano di mordente. Al 44' invece Pugliese non è abbastanza reattivo per indirizzare la sfera verso la porta, che gli batte addosso dopo una presa maldestra di Lori e finisce oltre la linea di fondo.

Nei minuti finali sale il nervosismo; nel giro di pochissimi minuti il signor Robilotta sventola il giallo a Carlini, Radi e Monaco, mentre Cognigni viene cacciato anzitempo per un fallo da terra a palla già fuori.

Finisce 0-0 una gara trascorsa tra molti bassi e pochi alti, con entrambe le squadre che sono apparse quasi timorose di buttarla dentro. Un po' di amaro in bocca per la traversa colpita da Panariello, quinti legno casalingo in stagione, poi per il resto la davanti non si è vista molta incisività. Il pari con una squadra così lanciata aiuta comunque il morale, sperando che domenica prossima gli amaranto possano tornarsene da Teramo con i tre punti.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 17.30.

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 6 Madrigali (33' st 15' Carlini), 2 Panariello, 5 Monaco, 3 Masciangelo; 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Feola (9' st 17 Pugliese); 10 Tremolada; 9 Cori, 11 Defendi (13' st 20 Bentancourt)

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 14 Milesi, 16 Brumat, 18 Ceria, 19 Calabrese, 21 Mariani, 22 Bozzi, 23 Ferrari.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Del Magro, Sperotto, Vinci.

ANCONA (3-4-3): 1 Lori; 2 Parodi, 6 Radi, 4 Konate; 5 Cazzola (18' st 15 Bambozzi), 11 Hamlili, 8 Paoli, 3 Pedrelli; 7 Lombardi (29' st 21 Di Mariano), 9 Cognigni, 10 Casiraghi.

A disposizione: 12 David, 13 Di Sabatino, 14 Gelonese, 16 Adamo, 17 Velocci, 18 Bussi, 19 Sassano, 20 Maiorano, 22 Lignani, 23 Di Dio.

Allenatore: Giovanni Cornacchini.

ARBITRO: Ivan Robilotta di Sala Consilina (Costantini di Pescara - Ruggieri di Pescara).

NOTE: spettatori duemila circa. Vento forte sul Comunale. Ammoniti: pt 18' Konate, 43' Cazzola; st 11' Paoli, 32' Cognigni, 46' Carlini, 47' Monaco e Radi. Espulso Cognigni al 48' st per fallo di reazione. Angoli: 3-6. Recupero tempi: 1' e 6'

 

scritto da: Daniele Marignani, 31/10/2015





Arezzo-Ancona 0-0 / Intervista a Cornacchini

Arezzo-Ancona 0-0
comments powered by Disqus