Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Martina e Davide al teatro di Epidauro - Grecia
NEWS

La Nazionale in Belgio ricorda la strage e i morti dell'Heysel. Ritirata la maglia azzurra numero 39

Cerimonia di commemorazione allo stadio ''Re Baldovino'' di Bruxelles, dove il 29 maggio 1985 si consumò una delle più grandi tragedie della storia del calcio. Le celebrazioni proseguiranno stasera in occasione dell'amichevole tra l'Italia e i padroni di casa. L'Associazione Familiari delle Vittime, presieduta da Andrea Lorentini, era stata insignita pochi giorni fa del Gonfalone d'argento dalla Regione Toscana



Andrea Lorentini a Bruxelles con il presidente Figc Carlo TavecchioLa Nazionale italiana ha reso omaggio ai morti dell'Heysel. In accordo con la Reale Federazione belga, l'allenamento di ieri sera allo stadio "Re Baldovino" è stato preceduto dalla cerimonia del ritiro della maglia azzurra numero 39, che richiama il numero delle vittime cadute in quel tragico pomeriggio del 29 maggio 1985. Le celebrazioni proseguiranno stasera con diverse iniziative previste prima e durante la partita amichevole Belgio-Italia.

 

L’Associazione fra i familiari delle vittime dell’Heysel aveva già espresso un sentimento di soddisfazione per la decisione della Figc di procedere al ritiro, simbolico, della maglia numero 39 della Nazionale. La Figc ha accolto la petizione nata da un’idea di Anna Maria Licata, socio benemerito dell’Associazione, e promossa dall’intera Associazione oltre che da alcune testate giornalistiche, tifosi del calcio e privati cittadini.

Per l’Associazione si tratta di un risultato straordinario che premia l’impegno, la dedizione e la costanza di tutti coloro che a vario titolo si sono impegnati e s’impegnano quotidianamente affinché la tragedia dell’Heysel non venga mai dimenticata. E' un primo passo per fare sì che l’Heysel diventi una tragedia nazionale ed europea. Perché negli stadi italiani vengano, finalmente, sanzionati in maniera severa ed esemplare cori e striscioni che inneggiano alle vittime dell’Heysel e del calcio in generale. Perché, finalmente, quei morti siano rispettati.

 

L’amichevole Belgio-Italia e le iniziative commemorative collaterali chiudono una settimana molto importante. Lunedì 9 novembre, infatti, l’Associazione ha ricevuto il Gonfalone d’Argento, la massima onorificenza del consiglio regionale della Toscana: «E' stato per noi motivo di grande orgoglio – ha dichiarato il presidente, Andrea Lorentinie conferma come la strada intrapresa sia quella giusta. Al tempo stesso rappresenta un ulteriore stimolo per portare avanti con rinnovata energia il nostro impegno civile nel tenere viva e difendere la memoria di quella tragedia, contribuendo a diffondere i veri valori dello sport con particolare riferimento alle nuove generazioni».

 

scritto da: La Redazione, 13/11/2015





comments powered by Disqus