Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 10a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Olbiamer15Albinoleffe
Carraresemer18.30Como
Giana Erminiomer18.30Pergolettese
Leccomer18.30Juventus U23
Pontederamer18.30Pro Patria
Renatemer18.30Novara
Alessandriamer20.45Pistoiese
Monzamer20.45Gozzano
Pro Vercellimer20.45Arezzo
Sienamer20.45Pianese
MONDO AMARANTO
Serena, Laura, Mara e Bianca in tribuna
NEWS

Fanucchi ribalta l'Arezzo. Rimonta Lucchese dopo il gran gol di Cori. Amaranto fischiati

Dopo quattro pareggi consecutivi, Capuano voleva la vittoria per rigenerare ambiente e classifica. Invece arriva una sconfitta clamorosa contro un avversario reduce da sei sconfitte di fila. Primo tempo senza gol, poi Tremolada e il centravanti sbloccano il match con una doppia giocata da applausi. L'errore però è sempre il solito: la squadra non riesce a gestire, si abbassa troppo e rimette in partita i rossoneri: la doppietta del fantasista di Lopez scatena la disapprovazione del pubblico



il gol decisivo di Fanucchi al minuto 89Nonostante le sei sconfitte di fila, Capuano non si fida della Lucchese. I rossoneri si presentano al Comunale senza il portiere titolare Di Masi, il regista Mingazzini e l'attaccante Pozzebon, un ex. Ma in casa Arezzo i cerotti abbondano: Carlini e Monaco tornano titolari dopo gli acciacchi, Feola è in campo con un ginocchio malconcio e Defendi in infermeria con la caviglia bendata.

Se la Lucchese non vuole perdere di nuovo, l'Arezzo ha nel mirino la vittoria dopo quattro pareggi consecutivi. La struttura tattica è indicativa: 4-3-1-2 con Tremolada dietro Cori e Bentancourt. Lopez dal canto suo non si tira indietro, lasciando tre elementi offensivi in avanti.

 

L'Arezzo non parte bene, gli ospiti sono più vivi. Al 9' Terrani si guadagna lo spazio per un cross al bacio verso Calcagni: piattone al volo e palla fuori di mezzo metro. Brivido per Baiocco. Tempo due minuti e a rischiare grosso è Mengoni: il sinistro di Tremolada dal limite esce di un niente. Applausi comunque. Il numero 10 si accende anche al quarto d'ora: sinistro liftato a cercare Cori che la sfiora di testa ma la mette sul fondo. Passano i minuti e l'Arezzo sale di tono, approfittando di un avversario troppo morbido in difesa, come testimonia l'alto numero di gol incassati in stagione. L'occasionissima cade al 25' su rinvio di Baiocco: spizzata di Cori e Bentancourt si ritrova a tu per tu con il portiere. Conclusione di prima con l'esterno ma Mengoni ci mette la gamba e devia in angolo.

Lopez lascia sempre tre uomini oltre la linea della palla e l'Arezzo, quando ruba palla, trova varchi. Ma la squadra accompagna così così la fase d'attacco. Dalla sud partono i primi cori a metà tra l'ironico e lo scoraggiato: ''e s'ha provare a fare un gol'' cantano i tifosi, mentre Bentancourt cincischia un pallone invitante dentro l'area e poi viene colto in fallo (dubbio) sul portiere mentre si avventa su una parabola messa in area da Cori. Il prtimo tempo è tutto qui: 0-0 e qualche mugugno sugli spalti.

 

Nessun cambio nell'intervallo. L'Arezzo ricomincia con gli stessi uomini e un filo di gas in più, che però non schioda la retroguardia rossonera. Ci vorrebbe una scintilla e la scintilla arriva: è il minuto 9 quando Tremolada, defilato sulla solita corsia di destra, pennella una traiettoria millimetrica per Cori oltre la linea lucchese. Il centravanti la mette giù di classe e con l'esterno sinistro beffa Mengoni in uscita. Una doppia giocata da palati fini che schioda il risultato e smuove un po' d'entusiasmo sugli spalti.

Trovato il vantaggio, gli amaranto gestiscono. Copertura degli spazi, pochi rischi e ricerca del break giusto. La Lucchese serra le fila ma costruisce zero dalle parti di Baiocco. Il problema però è il solito: una volta avanti, l'Arezzo si abbassa troppo. Era già successo altre volte e il difetto torna a galla. Così al 29' i rossoneri agguantano il pari: Terrani si libera tra le linee e scarica il tiro addosso a Monaco. Il rimpallo favorisce Fanucchi che da distanza ravvicinata fredda Baiocco. 1-1 e tutto da rifare.

Capuano pesca dalla panchina subito dopo: fuori Madrigali e l'evanescente Bentancourt, dentro Brumat e Mariani. La struttura resta la stessa ma l'intento è premere con maggiore costanza. Solo sulla carta però, in realtà Mengoni vive tranquillo. A cinque dalla fine Feola lascia il posto a Pugliese che poco dopo si fa saltare in un fazzoletto da Monacizzo: cross per Bianconi sul secondo palo che schiaccia di testa. Baiocco non trattiene e Fanucchi, da mezzo metro, spinge dentro la palla della sua doppietta personale che condanna l'Arezzo a una sconfitta clamorosa e pesante. La Lucchese interrompe la striscia negativa di sei sconfitte. Per gli amaranto bordate di fischi dal pubblico.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 15.

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 6 Madrigali (33' st 15 Brumat), 2 Panariello, 5 Monaco, 3 Carlini; 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Feola (40' st 18 Pugliese); 10 Tremolada; 9 Cori, 11 Bentancourt (33' st 17 Mariani).

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 14 Milesi, 16 Vinci, 19 Ceria, 20 Calabrese, 21 Masciangelo.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Defendi, Del Magro, Sperotto.

LUCCHESE (4-3-3): 1 Mengoni; 2 Benvenga, 5 Mori, 4 Espeche, 3 Ashong; 7 Calcagni´╗┐ (28' st 18 Rosseti), 6 Monacizzo, 8 Nolè; 10 Fanucchi, 9 Terrani (39' st 17 Ballardini), 11 Vita (17' st 19 Bianconi).

A disposizione: 12 Ferrara, 13 Lorenzini, 14 Melli, 15 Citti, 16 Marchesi.

Allenatore: Giovanni Lopez.

ARBITRO: Marinelli di Tivoli (Sbrescia di Castellammare di Stabia - Lombardi di Castellammare di Stabia).

NOTE: spettatori duemila circa. Ammoniti: pt 13' Monaco, 14' Nolè, 21' Ashong; st 44' Fanucchi. Angoli: 6-3. Recupero tempi: 1' e 5'

RETI: st 9' Cori, 29' Fanucchi, 44' Fanucchi

 

scritto da: Andrea Avato, 15/11/2015





Arezzo-Lucchese 1-2 / Intervista a Lopez

Arezzo-Lucchese 1-2
comments powered by Disqus