Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Elena di Cortona
NEWS

Tremolada uomo ovunque, 8 in pagella. Sì, è un altro Bentancourt. Milesi, un titolare in più

I migliori in campo sono gli autori dei tre gol amaranto. Anche Baiocco prende un voto alto: mezzo errore sulla conclusione di Castagnetti che vale l'1-2, ma prima e dopo ci sono tre grandi interventi e un miracolo su Cellini. Masciangelo in difficoltà su Lazzari, Gambadori e Capece così così a metà campo. Cori massiccio e lottatore: peccato non abbia avuto la palla giusta per segnare



Bentancourt esulta dopo il gol dell'1-1Le pagelle di Arezzo-Spal.

BAIOCCO 7.5 Castagnetti lo uccella dalla distanza, rovinandogli il pomeriggio ma solo in parte. Semplici a fine match ha parlato di eurogol, in diretta è sembrato un mezzo errore del portiere sulla lettura della traiettoria. Episodio pesante che vale l'1-2 della Spal, ma prima e dopo ci sono tre grandi interventi su Mora, Lazzari, Finotto e un miracolo autentico su Cellini. Dopo Pistoia, un'altra giornata sopra le righe. 

PANARIELLO 6 Spiana la strada allo 0-1 ospite con un anticipo mancato: Zigoni ringrazia e sblocca il risultato. Nel finale, vittima dei crampi, resta dentro solo perché l'Arezzo ha già effettuato le sostituzioni. E soffre abbastanza. Nel complesso, considerando che di fronte c'erano tre mammasantissima della categoria, fa la sua parte con ardore, coraggio e senso tattico. La difesa amaranto da lui guidata, barcolla ma non molla.

MADRIGALI 6 Davanti a Semplici, il suo mentore, gioca meno sciolto di altre volte. Zigoni lo irretisce nell'azione del gol, vincendo il duello di fisico. Meglio nella seconda parte, quando contribuisce alla difesa a oltranza sugli attacchi spallini.

GAMBADORI 5.5 Generoso, combattivo, ruspante, ma il momento non è dei più propizi. Perde un brutto pallone dopo pochi minuti, originando il primo corner a sfavore, e si capisce che sarà una giornata in salita. Si dà un gran da fare, però si vede poco dentro il gioco e non è più straripante come ci aveva abituato. 

MILESI 7 Il migliore del pacchetto arretrato. Gli attaccanti biancazzurri sono bravi e tecnici: lui regge botta senza affanni. Bene nella marcatura, bene in chiusura e in anticipo. Un titolare in più per Capuano.

MASCIANGELO 5 Lazzari lo fa dannare per tutto il primo tempo. In difficoltà nell'uno contro uno, avanza di rado e soffre in ripiegamento. Dopo il ribaltone di Tremolada, si dedica quasi solo alla sua metà campo fino a quando Eziolino non lo toglie (st 27' Brumat 6 Nella mischia nonostante il quadricipite dolorante. Venti minuti dignitosi).

CARLINI 6 Si gestisce senza eccessi. Dalla sua parte incrocia Beghetto e i due finiscono per guardarsi da lontano. Il grande merito di giornata è il rigore che si procura con scaltrezza, facendosi stendere da tergo da Castagnetti.

CAPECE 5.5 Era il grande ex della sfida, ma a parte alcune scossette elettriche nella prima parte, recita il solito copione. Qualche palla recuperata, qualche scarico orizzontale e poco altro. Tremolada che spazia a tutto campo gli toglie responsabilità ma anche spazi e giocate, ivi compresa la battuta del penalty.

CORI 6.5 Un primo tempo sontuoso, attaccando verticale e orizzontale, giocando di sponda e conquistando punizioni. Peccato gli manchi la palla buona per concludere in porta, perché così a sensazione l'avrebbe schiaffata dentro. Le energie gli vengono meno col trascorrere dei minuti, ma è normale. Comunque bene, massiccio e lottatore.

TREMOLADA 8 Non trequartista ma mezz'ala con licenza di muoversi ovunque. Soprattutto a destra ma anche in mezzo e a sinistra, più basso e dietro le punte. In pratica l'Arezzo gira tutto intorno a lui e passa tutto dai suoi piedi: un po' regista, un po' intermedio, un po' fantasista, con alcuni errori disseminati qua e là ma con una qualità da altra categoria. L'assist per Bentancourt è suo ed è un gioiello. Il rigore lo batte lui e lo segna con la sigaretta in bocca. Poi s'inventa il 3-2 dopo una discesa di cinquanta metri palla al piede e diagonale sul palo opposto. A Block Notes aveva detto che serviva personalità. E' stato di parola (st 38' Ceria 6 Il solito piccolo scampolo tutt'altro che disprezzabile).

BENTANCOURT 7.5 Ebbene sì, il gol di Pistoia lo ha trasformato. Pronti via e si vede che ha voglia di spaccare il mondo: mobile e produttivo, a differenza di quando restava imprigionato dentro il suo stesso caos di corse all'impazzata. Costringe i centrali della Spal a dilatarsi, si butta negli spazi, lavora bene i palloni che arrivano da dietro. E al minuto 44 infrange il tabù segnando il primo gol (e che gol) sotto la curva sud. Alla distanza va in debito d'ossigeno, senza però dileguarsi dalla contesa. Prestazioni e gol che potrebbero toglierlo dal mercato (st 27' Feola 6 Non ha grande autonomia ma fa legna nel finale di gara).

 

scritto da: Andrea Avato, 13/12/2015





Arezzo-Spal 3-3, intervista al Ds Ciardullo

Arezzo-Spal 3-3
comments powered by Disqus