Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Emanuele sposo in Sud Africa
NEWS

Spal campione d'inverno. Quinta vittoria in sei giornate per la Lucchese. Siena, che tonfo!

La capolista batte il Teramo ed è matematicamente prima al giro di boa con un turno d'anticipo. Rallentano Pisa e Ancona, fermate sul pari da Lupa Roma e Rimini. Rialza la testa la Pistoiese (1-0 al Savona), mentre la Carrarese ne segna 4 in trasferta a Prato (tripletta per l'ex amaranto Dettori)



Spal in testa al giro di boa del campionatoL’imbattibilità esterna continua. Nel difficile campo di Macerata (dove anche la Spal era caduta a novembre) l’Arezzo riesce a strappare un buon pari. E deve ringraziare Baiocco, che in almeno quattro occasioni ha blindato al porta, evitando anche la beffa proprio sul fischio arbitrale.

L’undicesimo pareggio stagionale potrebbe però lanciare segnali positivi, almeno dal punto di vista della buona sorte; in altri frangenti, infatti, quella doppia occasione dei marchigiani sarebbe sicuramente entrata. Speriamo che la sosta, e il nuovo anno, si portino via questa nube fantozziana e regali al pubblico amaranto qualche gioia in più.

 

Gioia che sicuramente proveranno a Ferrara. La Spal, con un turno di anticipo, è campione d’inverno. Il successo per 2-0 in casa contro il Teramo vale infatti un cospicuo vantaggio di 4 punti sugli inseguitori biancorossi della presidentessa Tardella.

Poteva insediarsi al secondo posto il Pisa, ma i ragazzi di Gattuso falliscono l’ennesimo salto di qualità. L’1-1 con la Lupa Roma, raggiunto tra l’altro in zona Cesarini, lascia sicuramente l’amaro in bocca ai nerazzurri, che avrebbero perso anche il terzo posto se l’Ancona non fosse stata fermata sul 2-2 in quel di Rimini.

E proprio i romagnoli, che con 16 punti rappresentano la soglia dei play-out, saranno di scena ad Arezzo al ritorno dalla sosta. Una gara, quasi per ripetere una litania, assolutamente da vincere.

 

Dietro torna in linea di galleggiamento anche la Pistoiese grazie all’1-0 casalingo (rigore di Petriccione) contro il fanalino di coda Savona, mentre la Lucchese con il quinto successo nelle ultime sei gare (3-1 al Porta Elisa contro L’Aquila) sembra essersi definitivamente risollevata.

Scoppiettante il derby tra Prato e Carrarese. A godere sono i marmiferi, che dopo essere andati in svantaggio poco dopo il fischio d’inizio offrono una grande prova di forza andando a segno ben quattro volte (tripletta per Dettori). I lanieri riescono soltanto a rendere il passivo meno pesante con il rigore finale di Capello che fissa il definitivo 2-4.

 

Lucarelli e il presidente in settimana si erano fatti sentire e i risultati si son presto visti. Il Tuttocuoio torna dal Franchi di Siena con lo scalpo della Robur, demolita per 4-0 grazie alle doppiette di Shekiladze e Tempesti, mandando di traverso il panforte a Carboni e al presidente Ponte.

Chiude l’anno regalando un’altra gioia ai suoi tifosi il Pontedera. Al Mannucci con il Santarcangelo finisce 2-0, con Scappini che va a referto per la quattordicesima volta in stagione.

 

scritto da: Daniele Marignani, 22/12/2015





Lucchese-L'Aquila 3-1, le immagini

comments powered by Disqus