Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
le famiglie Treghini-Ducci al passo San Pellegrino
NEWS

Nove anni dopo, riecco il Rimini al Comunale. Senza Ricchiuti e con una difesa da brividi

I romagnoli tornano al Comunale in uno scontro diretto molto importante per la classifica e con un organico in via di ristrutturazione sul mercato. Probabile 4-4-2 per mister Brevi, con l'ex amaranto Polidori e Ragatzu in attacco. Il reparto arretrato biancorosso è il penultimo del girone



il presidente riminese Fabrizio De MeisPrima partita del 2016 per i ragazzi di Capuano, che domani sera saranno impegnati nella sfida salvezza contro il Rimini, indietro di una lunghezza gli amaranto in classifica.

Storia e società. Squadra neopromossa, lo scorso anno trascinata da Pera e Ricchiuti, ha riconquistato la Lega Pro a soli dodici mesi di distanza dalla retrocessione della stagione precedente.
Alla guida della società c’è il romano Fabrizio De Meis, in passato dirigente del Tor di Quinto, imprenditore, proprietario del gruppo che controlla il Cocoricò, direttore artistico dell’Acquafan, conosciuto anche come giocatore di poker professionista. Personaggio carismatico, eletto alcuni giorni fa come Consigliere di Lega, è considerato un mangia allenatori perché in poco più di un anno ne ha cambiati ben quattro.

 

Allenatore. Dopo la promozione ottenuta sul campo, la società ha deciso di non rinnovare la fiducia a Marco Cari, alla guida degli amaranto nel 2008-09. Ad inizio stagione De Meis, assieme al ds Pastore ed al dg Palmas, avevano deciso di puntare su Alessandro Pane, reduce dall’esperienza con la nazionale Under 18 e 19. L’ex centrocampista dell’Empoli però, dopo la pesante sconfitta alla 6° giornata contro il Pontedera (6-0), è stato esonerato in favore di Oscar Brevi. Il nuovo mister, che in estate era stato scelto per guidare la Torres, prima della retrocessione per l’inchiesta Dirty Soccer, è reduce dalla poco brillante esperienza alla guida della Spal, conclusasi con un esonero

 

Rosa. La squadra durante l’estate è stata profondamente rivoluzionata, puntando molto sui giovani e sull’esperienza di alcuni giocatori che dovevano fare da chioccia come Della Rocca, reduce dalla promozione di Novara, Pedrelli, giunto da L’Aquila, e Galli, arrivato dalla Carrarese. Però il rendimento della rosa non ha soddisfatto società e tifosi ed in riva all’Adriatico ci dovrebbero essere importanti novità in questa sessione di mercato, come dichiarato da De Meis nei giorni scorsi: “qualcosa vogliamo fare perché ci sono elementi che hanno reso al di sotto delle aspettative e con loro ci comporteremo di conseguenza”.

Infatti nella giornata di martedì è stato rescisso consensualmente il contratto di Ricchiuti, inoltre come possibili partenti ci sono di Della Rocca, Ragatzu e Pedrelli, mentre in entrata è vicino l’acquisto di Lo Porto dalla Ternana e dell’albanese Shala, ex Novara e Foggia, in prova da alcuni giorni con i riminesi.

Da segnalare che nelle file biancorosse gioca un aretino, Riccardo Martinelli, centrale difensivo classe ’91, cresciuto calcisticamente nel Cesena e che per il momento ha legato la sua carriera calcistica alla Romagna: prima con i bianconeri, poi con il Bellaria e infine con il Rimini.

 

Ragatzu cannoniere della squadra con 4 golFormazione. Brevi dovrebbe essere riconfermare il 4-4-2, modulo utilizzato pure da Pane, anche se non è da escludere l’utilizzo di un più prudente 5-3-2. Anacoura tra i pali, classe ’94 in prestito dalla Juve, portiere che nonostante i numeri negativi in fatto di reti subite, è risultato spesso tra i migliori, ma in alcune situazioni ha palesato limiti sulle conclusioni da lontano. Nella linea difensiva a destra Pedrelli, mentre a sinistra uno tra il rumeno Marin, arrivato dal Messina o Varutti, lo scorso anno a Siena. In mezzo alla difesa in tre per due maglie: Di Maio, Martinelli, i titolari dello scorso campionato e Andrea Signorini, figlio del compianto Gianluca, giunto in estate dal Cittadella.

Gli esterni di centrocampo saranno a destra Bariti, il giocatore da cui passano le maggiori azioni offensive dei biancorossi, con a sinistra Lisi, autore di due reti in campionato. Centralmente Torelli, giocatore classe ’94, discreto in fase di non possesso, bravo in impostazione, volenteroso nei suoi frequenti inserimenti, affiancato da Galli o da Esposito.

In attacco il tandem dovrebbe essere composto dall'ex amaranto Polidori, giocatore prelevato in D dal Flaminia, che si è guadagnato un posto da titolare nelle ultime giornate, e Ragatzu, capocannoniere della squadra con quattro reti, attaccante di movimento scuola Cagliari. Le principali alternative sono Todisco in difesa, Albertini, Mazzocchi e Bifulco a centrocampo. In attacco c'è Della Rocca, la delusione maggiore di questa stagione, ancora a secco di reti.

In caso di 5-3-2 spazio in difesa contemporaneamente a Di Maio, Martinelli e Signorini, con Bariti che dovrebbe agire da mezz’ala.

 

Pregi e Difetti. Squadra mediamente giovane a cui non è bastato il cambio in panchina per trovare il bandolo della matassa: i risultati, anche con Brevi, non spiccano, così come le prestazioni, non sempre sufficienti. Il Rimini però è apparso sempre volenteroso, mai passivo, e arriverà al Comunale per giocare di rimessa, lasciando il pallino del gioco all'Arezzo.

Fino ad oggi ha denotato problemi in fase offensiva (con 13 reti, di cui solo 5 in trasferta, è tra i peggiori dell’intero girone) e la difesa è un reparto ancora più in difficoltà: con 24 reti al passivo (17 fuori casa) risulta la penultima del campionato.

Comunque è formazione da prendere con le molle, perché in rosa ha giocatori di valore per la categoria come Bariti, Torelli, Ragatzu e Della Rocca e che la sosta potrebbe aver rigenerato.

 

Ultimo precedente. Risale alla stagione 2006-07, l’ultima dell’Arezzo in B, quando gli amaranto guidati da Sarri, si imposero con un perentorio 4-1 sui romagnoli allenati da Leo Acori con reti di Floro Flores, Martinetti (doppietta) e Bondi. Rete ospite firmata da Moscardelli.

 

scritto da: Mauro Guerri, 08/01/2016





Rimini-Ancona 2-2, le immagini

comments powered by Disqus