Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzosab15Cesena
Fanosab15Gubbio
Fermanasab15Legnago
Imolesesab15Matelica
Mantovasab17.30Triestina
Perugiadom15Feralpi Salò
Sambdom15Padova
Sud Tiroldom15Vis Pesaro
Carpidom17.30Ravenna
Modenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Carlo a Lisbona
NEWS

Tremolada da urlo: doppietta decisiva. L'Arezzo soffre, va sotto ma gode in rimonta (3-1)

Il trequartista prende per mano la squadra dopo la rete firmata da Margiotta e segna il pareggio con un gol spettacolare che fa impazzire la curva Minghelli. Madrigali raddoppia in mischia poco più tardi e il numero 10 la chiude in pieno recupero dopo un clamoroso errore di Sambo. Amaranto a +4 sui play-out anche se la prestazione, per almeno un'ora, era stata deficitaria



lo splendido sinistro di Tremolada vale il pari amarantoAmaranto in cerca del bis dopo la vittoria sul Rimini che ha interrotto il digiuno di tre mesi. Capuano, senza Monaco (tonsillite) e Feola (squalificato), conferma il 4-3-1-2 e fa debuttare Benedetti a centrocampo.

Modulo a specchio per Zauli, con l'ex amaranto Venitucci alle spalle di Guidone e Margiotta. 

 

Primi minuti di gara sonnacchiosi e concentrati soprattutto nel centro del campo. Il primo strappo lo fa il Santarcangelo al 14’ con una doppia occasione: prima l’incornata debole di Guidone su traversone di Rossi e poi un tentativo dello stesso Guidone, servito da Margiotta, ostacolato da un difensore al momento della battuta.

Gli amaranto lasciano uno sterile possesso palla al Santarcangelo, non tentando praticamente nemmeno una ripartenza, con Sambo che non si sporca i guantoni. Poco più il lavoro per Baiocco, che deve giusto uscire su un paio di lanci dalle retrovie.

 

Al 4’ della ripresa Ilari in percussione raggiunge la linea di fondo e crossa in mezzo, Milesi rimpalla direttamente tra le braccia del portiere. All’8’ il primo tiro amaranto lo fa Gambadori da distanza siderale, ed infatti Sambo non ha difficoltà a bloccare. Su capovolgimento di fronte Margiotta riceve palla al limite dell’area, si gira e fredda Baiocco con un gran tiro.

I mugugni del Comunale vengono presto taciuti. Due minuti dopo Benedetti appoggia per Tremolada che controlla elegantemente mettendo palla a terra, se la porta sul sinistro e fa partire un tracciante che l’estremo difensore può soltanto raccogliere in fondo del sacco. Un gol da standing ovation.

Capuano capisce che è tempo di cambiare; dentro Panariello per Benedetti e modulo che diventa un 3-4-1-2. La maggior spinta al 15’ porta al tiro anche Bentancourt, stavolta Sambo fa buona guardia e chiude in corner.

La manovra amaranto passa tutta dai piedi di Tremolada, e proprio il numero dieci al 23’ propizia il raddoppio dei suoi; punizione tagliata dalla destra, nel mucchio Madrigali riesce a controllare la sfera e di destro infila il 2-1 con un movimento da centravanti. Al 28’ sempre il trequartista scuola Inter innesca un contropiede che però Pugliese non riesce a concretizzare, con Sambo che blocca in due tempi.

Ci prova anche Capece dalla distanza su calcio franco, ma la scarsa potenza favorisce la respinta del portiere. Molto più insidiosa la punizione di Margiotta al 42’, che però non riesce ad inquadrare la porta per un buon mezzo metro. Al 45’ Tremolada si inventa un corridoio lungo per Cori, Romano lo anticipa in qualche modo rischiando una clamorosa autorete, colpendo però il palo.

Come sempre la zona Cesarini tiene  in apprensione la Minghelli, ma l’erroraccio al 47’ è di Sambo: per evitare in dribbling Cori regala palla a Tremolada a porta vuota per il più semplice dei gol. Così si spengono definitivamente le speranze degli ospiti.

Seconda vittoria consecutiva per l’Arezzo, che con questi tre punti sale a quota 23 e mantiene la zona play-out  a distanza di sicurezza (quattro punti), mettendosi alle spalle avversarie e diverse preoccupazioni.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 17.30.

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 2 Carlini (42' st 15 Brumat), 3 Madrigali, 5 Milesi, 6 Sabatino; 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Benedetti (13' st 14 Panariello); 10 Tremolada; 9 Cori, 11 Bentancourt (27' st 16 Pugliese).

A disposizione: 12 Garbinesi, 13 De Martino, 17 Masciangelo, 18 Mariani, 19 Calabrese, 20 Defendi, 21 Iacuzio.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Monaco. Squalificati: Feola.

SANTARCANGELO (4-3-1-2): 1 Sambo; 2 Castellana (35' st 15 Romano), 5 Drudi, 6 Adorni, 3 Rossi; 8 Valentini (27' st 21 Bardelloni), 4 Arrigoni, 7 Ilari; 10 Venitucci; 9 Guidone (17' st 19 De Respinis), 11 Margiotta. 

A disposizione: 12 Malagoli, 13 Capitanio, 14 Obeng, 16 Gerli, 17 Yabre, 18 Mordini, 20 Valentini, 22 Di Cecco, 23 Palmieri.

Allenatore: Lamberto Zauli.

ARBITRO: Miele di Torino (Fusco di Torino - Biava di Vercelli). OA: Gemignani di Lucca.

NOTE: spettatori 1.500 circa. Ammoniti: st 2' Ilari, 10' Tremolada, 15' Valentini, 16' Sabatino. Angoli: 1-2. Recupero tempi: 0' e 4'

RETI: st 8' Margiotta, 10' Tremolada, 23' Madrigali, 47' Tremolada

 

scritto da: Daniele Marignani, 17/01/2016





Arezzo-Santarcangelo 3-1, intervista a Zauli

Arezzo-Santarcangelo 3-1
comments powered by Disqus