Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Enrico e Simone alle cascate del Vachiratharn - Thailandia
NEWS

Un aretino in prima serata su Rai Uno. Scarafia dalla Libera Accademia al Paradiso delle Signore

Intervista all'attore nato e cresciuto ad Arezzo. Adesso Filippo è uno dei volti più apprezzati della serie televisiva ambientata nella Milano degli anni '50. ''Ho cominciato a recitare a 12 anni, poi mi sono trasferito a Roma dopo il liceo. Questa è sempre stata la mia passione''. Stasera alle ore 21.20 l'ultima puntata del programma



Filippo Scarafia, attore aretino di successoGiunge all’ultima puntata la serie televisiva il Paradiso delle Signore su Rai Uno. La fiction è ambientata nella Milano degli anni ‘50 ed ha un cast prevalentemente giovanile. Tra i protagonisti troviamo l’aretino Filippo Scarafia. Dopo il suo esordio al cinema con Terraferma di Emanuele Crialese, ha intrapreso un brillante percorso, che lo ha condotto direttamente in prima serata Rai. Filippo riveste il ruolo di Roberto Landi, giovane pubblicitario all’interno del Paradiso delle Signore. Racconta in questa intervista la sua esperienza.

 

Il Paradiso delle Signore, la fiction del momento in onda su Rai Uno, ha ottenuto un grande successo. Te lo saresti immaginato?

“Certamente lo speravo, ma non mi aspettavo tutto questo perché è la prima volta che faccio parte di una serie tv con così tanti episodi. Non mi rendevo conto fino a che punto la gente può amare un prodotto del genere. Si vede soprattutto tramite i social dove circolano continuamente post ed è stata una bella sorpresa. Il lavoro è stato ripagato, abbiamo vinto tutte le serate e non siamo mai stati sotto i 5 milioni e mezzo di ascolti”.

Com’è stato interpretare Roberto Landi?

“Lavorare su Roberto Landi è stato interessante, un personaggio nuovo a cui ho dovuto dare una mia impronta. E’ stato divertente perché usciva molto dal mio quotidiano. Il suo modo di porsi con le persone è molto diverso dal mio, io posso esprimere una certa sicurezza e disinvoltura, ma Roberto questo non ce l’ha, o meglio ce l‘ha all’interno del suo lavoro e con i suoi colleghi, ma al di fuori dell’ufficio è molto timido, acculturato ed ha un rapporto con le donne diverso dal classico atteggiamento degli anni ‘50. Lo possiamo vedere anche nel rapporto con Silvana. Cerca di diventare per lei quello che il suo capo è per lui, attraverso la cultura. Silvana ha questa passione per il teatro e la recitazione che non sa come esprimere e Roberto cerca di indicarle la giusta direzione.”

 

una scena della serie tv in onda su Rai UnoCosa accadrà tra Roberto e Silvana?

“Roberto è un personaggio un po’ ambiguo, come avrete visto non è conforme alle linee degli altri personaggi all’interno del Paradiso. Vorrebbe essere come Vittorio Conti, il suo capo e la sua fonte di ispirazione, ma ha un freno. Con Silvana tenta di instaurare un rapporto, grazie anche all’aiuto del suo capo, inizialmente professionale, e poi proverà in qualche modo a far nascere qualcosa. Roberto è duro, Silvana invece è molto brillante quindi secondo me si, qualcosa esce!”.

Durante le riprese come ti sei trovato con il cast?

“Siamo tutti ragazzi giovani ed abbiamo legato tantissimo sin da subito. Questo vuol dire molto in un ambiente di lavoro come il nostro, dove i rapporti interpersonali sono fondamentali. I ritmi delle riprese erano molto serrati e ci sono stati rari momenti di svago all’interno del set, dovevamo rispettare dei tempi stretti perché sapevamo bene quello che doveva essere il prodotto finale”.

Parlaci un po’ di te, com’è nata la passione per la recitazione?

“Avevo più o meno dodici anni quando, per vari motivi, ho iniziato a frequentare la Libera Accademia del Teatro. Quello che era un passatempo poi è diventato un’idea sempre più concreta, cioè fare della recitazione un lavoro. Dopo il liceo mi sono trasferito a Roma per cercare di entrare in una delle accademie ufficiali, tra cui il Centro Sperimentale. Dopo aver superato varie selezioni, sono arrivato nono su otto posti. La fortuna nella sfortuna è stata quella di incontrare Virginia Colonna, che poi è diventata la mia agente, e dopo qualche mese ho firmato il mio primo contratto per Terraferma di Emanuele Crialese. Dopo questa esperienza ho continuato a studiare e a frequentare vari laboratori, tra cui il corso di Vincent Riotta, con cui ho avuto la possibilità di recitare in lingua inglese. Nonostante le mie esperienze lavorative non ho mai smesso e non ho intenzione di smettere di frequentare nuovi corsi. Lo studio è fondamentale, la recitazione è come un muscolo che devi sempre allenare''.

Progetti per il futuro?

“Ce ne sono, ma finché non firmo non ve lo dico. L’unica cosa che mi sento di dire è che spero che ci sia una seconda stagione de Il Paradiso delle Signore e visto i numeri degli ascolti penso e spero di sì.”

 

Questa sera andrà in onda in prima visione l’ultima puntata della serie tv, alle ore 21.20, su Rai Uno.

 

scritto da: Giulia Basagni, 26/01/2016





comments powered by Disqus