Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 14a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Legnago01Cesena
Matelica13Gubbio
Modena10Fermana
Arezzodom15Sud Tirol
Ravennadom15Padova
Triestinadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Mantova
Perugiadom17.30Imolese
V. Veronadom17.30Carpi
Vis Pesarodom17.30Fano
MONDO AMARANTO
Marco, Niko e Giulio a Andalo - Trentino
NEWS

Consiglio Comunale, sì alla terza Giostra ma il voto non è unanime. In piazza il 27 agosto

L'Aula ha messo il punto esclamativo sull'edizione straordinaria del Saracino dedicata al Giubileo della Misericordia: solo 19 i favorevoli. Il sindaco Ghinelli: ''manifestazione in contemporanea con il Polifonico, in città turismo di livello mondiale''. Pd e Arezzo in Comune contrari



Giostra straordinaria il prossimo 27 agostoIl Consiglio Comunale ha messo il punto esclamativo all’edizione della terza Giostra del Saracino programmata per sabato 27 agosto alle 21,30 e dedicata all’anno giubilare della Misericordia. Sarà la Lancia d’Oro numero 132 iscritta all’albo ufficiale della manifestazione. I voti sono stati 19 favorevoli e 7 contrari.

Il Saracino torna dunque a fare tris dopo sedici anni. Anche questa Giostra sarà accompagnata da tutte le fasi propedeutiche al suo svolgimento, ovvero estrazione delle carriere, prove in Piazza Grande, in orario notturno, bollatura dei cavalli, prova generale, cerimonia di lettura del bando e corteo storico.

 

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “sgombro il campo dalla considerazione che quest'aula sia chiamata solo a ratificare scelte prese in altre sedi. Proprio per questa premessa, mi sento di dire che le dichiarazioni di voto fatte il giorno precedente a questa seduta non mi sono parse opportune. Veniamo al perché di una Giostra straordinaria. Essa può essere definita tale in virtù della straordinarietà del Giubileo indetto dal Papa con la chiara volontà di riportare il mondo intero a un valore morale universale con un forte richiamo alla dignità dell'uomo. Ci è sembrato che fosse opportuno legare a tali principi la nostra manifestazione più significativa.

A vedere bene, è più straordinaria questa Giostra che quella del 2000, corrispondente a un anno giubilare calendarizzato secondo la tradizione cattolica. Ovviamente era indispensabile ottenere il placet dell'istituzione promotrice del Giubileo stesso. La veicolazione di questa richiesta di placet è avvenuta tramite Sua Eccellenza il Vescovo. A distanza di tempo mi è pervenuta la rassicurazione verbale che nulla osta a che il Comune indica la Giostra.

A questo punto si sono riunite Giunta e Istituzione e di fatto, a oggi, esistono tutti i presupposti di legittimità per chiedere a quest'organo l'approvazione di un'edizione straordinaria. Ma voglio concludere dicendo che da parte mia c'è stato molto riserbo e che le soluzioni prefigurate a mezzo stampa erano frutto solo di informazioni improprie ed enfatizzate al punto da risultare false”.

 

Hanno confermato i rilievi contrari, Francesco Romizi per Arezzo in Comune e Alessandro Caneschi per il Pd. Francesco Romizi ha espresso anche rilievi formali su un iter che è stato gestito in modo poco chiaro e per nulla condiviso.

“Quando ero assessore alla Giostra, portai in Consiglio Comunale anche la delibera sul doping proprio perché tutti dovrebbero essere coinvolti su ciò che riguarda il Saracino. In questo caso era già deciso sopra la testa di minoranze e commercianti. La delibera che ci viene sottoposta non motiva in alcun modo, con esigenze turistiche ad esempio, il perché della scelta. Secondo: non ci sono i tempi per promuoverla a dovere, specialmente all’estero. Si parla di pacchetti o di tribune? La Giostra non può essere sfruttata a fini politici e di propaganda”.

 

Anche l'assessore alla Giostra, Gianfrancesco Gamurrini, si era augurato voti contrari ma anche voti positivi dall'opposizione.

“Avete espresso le vostre valutazioni ma spero che qualcuno, a livello personale, si ricreda”.

L'appello finale del sindaco Ghinelli: “la misericordia che richiamiamo nella dedica alla Giostra non è in contrasto con il Saracino. Ho convenuto con il Vescovo stesso che quando si arriva a una manifestazione simbolica di ciò che storicamente è avvenuto, il problema, nello specifico il confronto fra cristianità e oriente islamico che ha caratterizzato il medioevo, è superato. Avremo dunque una grande manifestazione, con costi compressi, grazie alla quale tra fine agosto e inizio settembre avremo in città manifestazioni di grande rilevanza. Non dimentichiamo che in quel periodo si svolgerà anche il Polifonico. La città attirerà turismo di livello mondiale”.

 

scritto da: La Redazione, 17/03/2016





comments powered by Disqus