Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 35a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carpi41Matelica
Fano01Modena
Fermana14Feralpi Salò
Padova10Gubbio
Perugia21Triestina
Samb02Cesena
Arezzo42Vis Pesaro
Mantova02Legnago
Sud Tirol20V. Verona
Imolese02Ravenna
MONDO AMARANTO
Elisa, Sara e Beatrice fuori da San Siro
NEWS

Sabatino e Tremolada sopra la media. Il resto è compitino senza cattiveria. Baiocco inoperoso

Mezzo voto in meno per tutti, perché il derby andava giocato con un'altra voglia. In una partita piatta come non mai, il terzino e il trequartista sono gli unici a mettere in mostra la giusta intraprendenza. Sufficienti i due difensori centrali, male l'intero parco attaccanti. Mendicino si divora il gol dell'ex



un affondo di Bentancourt contrastato da BeyeLe pagelle di Arezzo-Siena (con mezzo voto in meno per tutti perché un derby è un derby e servivano una voglia e una cattiveria che non si sono viste).

SABATINO 6.5 Tonico. Ciò che lo differenzia dagli altri è l'intraprendenza. In una partita piatta come non si sa cosa, le sue accelerate spaccano l'inerzia e mandano in affanno il Siena. Gli occhi della tigre forse no, ma sangue caldo sì.

TREMOLADA 6.5 Un gigante in mezzo all'apatia generale. A volte parla senza freni, però in campo fa parlare il pallone. E' l'unico a tirare in porta, l'unico ad avere idee convincenti, l'unico a mettere sul piatto anche un surplus di personalità. Peccato che il gol gli abbia voltato le spalle da un mesetto. E se non segna lui è buio pesto. Esce per un dolore al polpaccio, ma l'impressione è che sarebbe rimasto in campo volentieri (st 35' Varano ng Reclama un rigore, perde un paio di palloni, fa un po' di casino a derby compromesso).

MADRIGALI 6 Yamga è più veloce ma lui non si fa prendere d'infilata. Cori è forte di testa ma lui lo regge anche con il fisico. La solita buona partita, con Portanova che gli salta sulle spalle e fa gol. Colpe relative, vista l'abitudine dell'avversario a buttarla dentro. 

MILESI 6 Qualche patema soltanto quando Yamga allunga la falcata, vincendo un paio di progressioni a tutto campo potenzialmente pericolose. Sennò comanda il reparto, gioca di posizione e conferma di essere in un buon momento.

CARLINI 5.5 Masullo da quella parte non avanza praticamente mai, quindi lui ha facoltà di buttarsi nella metà campo avversaria. Tempi e modi sono giusti, ma quando c'è da passare al dunque si smarrisce: un cross a occhi chiusi per nessuno, una simulazione in area, un tiro moscio dopo settanta metri di progressione. Bravo solo a metà.

CAPECE 5.5 Sarà che il Siena gioca per un pomeriggio intero col baricentro bassissimo, però tocca palloni come poche altre volte in stagione. Peccato, ed è un cruccio che dura da mesi, che sia monocorde e che il sussulto di nervi e sangue caldo lo tiri fuori al novantesimo, litigando con Burrai sotto la sud. 

BAIOCCO ng Portanova lo giustizia quando ancora non ha fatto nemmeno una parata. Né dovrà farne nei minuti successivi. Un paio d'uscite in scioltezza, una respinta con i pugni. Per il resto si gode (si fa per dire) il derby. Come si diceva una volta, spettatore non pagante.

FEOLA 5 Dovrebbe rubare palla, appoggiarla e attaccare lo spazio. Altre volte aveva coniugato lavoro sporco ed efficacia, anche senza segnare. Oggi tira fuori un'incompiuta, salvata solo parzialmente dalle corse ovunque per tenere in equilibrio la squadra.

BENEDETTI 5 Una farfalla sotto il bicchiere. Tanto dimenarsi e poco costrutto per un giocatore al quale non si può chiedere solo lo scolastico scarico palla. Ha tecnica, ha un piede delicato, ma non prende mai un'iniziativa sopra le righe. Invece la giocata spariglia carte sarebbe servita eccome.

DEFENDI 4.5 Pronti via e, come a Prato, fallisce l'appuntamento con il destino. Una palla comoda sulla testa che scivola via come le chances di risollevare una stagione nata male e proseguita peggio (st 13' Greco 5 Condizione fisica approssimativa, età avanzata, qualche acciacco da smaltire. Con lui in campo la situazione non cambia granché, però almeno tira in porta e sforna un cross niente male per Mendicino. Inutilmente).

BENTANCOURT 4.5 Il Siena se ne sta rintanato laggiù e lui, senza spazi, è un pesce fuor d'acqua. Prende la consueta dose di randellate e smarrisce presto convinzione e sfrontatezza. Al primo errore s'incupisce, poi non si riprende più (st 24' Mendicino 4.5 Ci si aspetterebbe un ingresso in campo con il mitra in mano, invece il dente avvelenato non si vede. E quando Greco gli mette la palla buona sulla testa, la spedisce in braccio ai vecchi tifosi. L'epitaffio sul derby).

 

scritto da: Andrea Avato, 03/04/2016





Arezzo-Siena 0-1, intervista a Sabatino

Arezzo-Siena 0-1
comments powered by Disqus