Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Elisa sposa e tifosa appassionata
NEWS

Un anno dopo, l'Arezzo ha meno punti e segna meno gol. E se non ci fosse stato Tremolada...

A confronto il campionato scorso e quello attuale. Gli amaranto viaggiano a passo più lento (37 punti contro 41) e vanno in rete con identica difficoltà (28 volte nel 2015 come nel 2016). Ma senza il trequartista, sarebbe stato peggio... Praticamente identico il numero dei gol subìti (24 contro 26)



l'undici amaranto schierato contro il SienaI numeri di quest'anno sono negativi. Sembra di voler mettere il dito nella piaga e invece significa solo rendersi conto che questo torneo, sotto molti aspetti, è stato nettamente deficitario.

I dati parlano di una squadra che non segna da 5 partite consecutive: non vediamo gonfiarsi la rete da ben 450 minuti e sul banco degli accusati è ovvio che ci vadano soprattutto gli attaccanti. Di occasioni ne hanno avute, ma in questo periodo segnare sembra non essere il loro pane (e invece dovrebbe).

 

La difesa è di roccia, ok. Ma se non la butti dentro non vinci, anzi capita che probabilmente perdi. E' la dura legge del gol.

"Se non ci fosse stato Tremolada..." è il pensiero di molti aretini. Effettivamente, facendo due conti, 10 gol li ha segnati il trequartista, senza contare gli assist. E quindi, escludendolui, dei 28 gol stagionali ne rimarrebbero una manciatina. Forse senza Tremolada ci sarebbe stato qualcun altro a segnare, come l'anno scorso c'era Erpen che macinava occasioni per lui e per i compagni. Però le alternative, compreso Varano, non sembrano troppo affidabili in zona offensiva.

 

Arriviamo al tasto più dolente, Capuano. Il paragone con la stagione passata è inevitabile. Il mister da qualche settimana sottolinea il secondo miracolo della salvezza e visti i numeri sopra descritti può anche avere un fondo di ragione. Ma l'anno scorso una squadra costruita in fretta e furia, alla giornata numero 29 aveva già agguantato la salvezza e sopratutto aveva 41 punti, ben 4 in più di oggi. Inutile attaccarsi alla malasorte e agli arbitri, parliamo invece di un'annata al di sotto delle aspettative, con una salvezza da acquisire e l'obbiettivo coppa Italia da centrare.

 

Se guardiamo i gol segnati, siamo pari: 28 contro 28, ma la differenza è che l'anno scorso l'Arezzo impostava le partite per non prenderle, quest'anno invece per proporre gioco.
C'è da dire che anche i gol subiti sono praticamente gli stessi: 26 del 2015 contro i 24 del 2016, una magra consolazione.

 

scritto da: Ruben Cipriotti, 06/04/2016





comments powered by Disqus