Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Samuele a Melbourne - Australia
NEWS

L'ex Fofana affonda l'Arezzo (3-2). Amaranto rimontati due volte: una partita senza nerbo

Doveva essere la gara del riscatto dopo il ko nel derby contro il Siena, invece è arrivata un'altra batosta. Prestazione piatta e priva di mordente, ravvivata da due lampi di Tremolada che propiziano i gol di Bentancourt e Mendicino. Ma prima e dopo c'è solo la Lupa Roma, che pareggia con Tajarol e sorpassa in zona Cesarini con una doppietta del francese



Fofana, la doppietta dell'exE pensare che doveva essere la partita della riscossa, sia per Capuano dopo il vertice di lunedì scorso tra proprietà, direttore tecnico e direttore generale, sia per la squadra a cui la tifoseria aveva chiesto di onorare la maglia in questo finale di stagione. L'Arezzo però dopo essere andato due volte in vantaggio cade sul campo della Lupa Roma. Brutta prova degli amaranto che, tolte le due occasioni da gol, non hanno mai impensierito Anedda subendo per larghi tratti l'iniziativa dei padroni di casa. 

 

Capuano si affida al 4-3-1-2 ma cambia interpreti. Ecco allora Panariello al centro della difesa insieme a Milesi con Madrigali spostato sulla corsia di destra. A centrocampo Gambadori prende il posto di Benedetti tornando titolare dopo più di due mesi, mentre in attacco Greco prende la maglia numero 9 andando a far coppia con Bentancourt. Cucciari risponde con un 4-3-3 con l'ex Fofana assistito da Perrulli e Tajarol.

L'approccio alla partita degli amaranto è da dimenticare. La Lupa Roma in meno di 5' va vicino al gol per tre volte. Inizia Perrulli con una serpentina e un tiro che termina sull'esterno della rete. Pochi secondi dopo Malaccari va via sulla destra e mette al centro dove Fofana sbuca tra Milesi e Panariello mancando il bersaglio. E' poi il turno di Tajarol che chiama Baiocco all'intervento per deviare in corner.

L'Arezzo non si vede in attacco dove Bentancourt e Greco si fanno notare più per i falli che per le conclusioni. Perrulli è un'autentica spina nel fianco con Madrigali che a fatica nel prendere le misure al numero 10. Al 28' è proprio Perrulli a raccogliere l'assist di Tajarol ma a tu per tu con Baiocco calcia di prima intenzione sopra la traversa.  

La Lupa roma attacca, gli amaranto soffrono ma in chiusura di primo tempo trovano il gol al loro primo vero tiro in porta. L'assist porta la firma del solito Tremolada che pesca con il suo sinistro in area la testa di Bentancourt che super Anedda e con l'Arezzo che torna al gol dopo cinque partite.

 

Nella ripresa non cambia il copione. La Lupa Roma attacca a testa bassa davanti ad un Arezzo troppo arrendevole e al 63′ gli sforzi premiano gli uomini di Cucciari. Tajarol sfrutta un lancio dalle retrovie, entra in area e fulmina Baiocco.

Nemmeno un minuto dopo ecco un’altra occasione per i locali con Fofana che servito da Perrulli centra il palo.

Come accaduto nel primo tempo gli amaranto soffrono fino in fondo quando il pari sempre il risultato più alla loro portata. Ma ecco un’altra invenzione di Tremolada che lancia Mendicino, il quale a tu per tu con Anedda firma il sorpasso.

Gli amaranto pregustano un successo forse immeritato per quanto visto in campo e che spezzerebbe un digiuno che dura da oltre un mese, quando all'89' Fofana sbuca alle spalle di Gambadori sull'assist di Belkaid e infila Baiocco per il gol dell'ex. Ma non finisce qui. In pieno recupero ancora Fofana su assist di Perrulli firma il 3-2 con un pallonetto di testa (proteste amaranto per un fuorigioco in area).

 

L'Arezzo, chiamato ad una prova di orgoglio dopo il ko nel derby, fallisce il banco di prova al cospetto di una formazione non certo irresistibile in fase difensiva. Si apre adesso una nuova settimana di passione con Capuano che dovrà ricostruire una squadra che sembra essersi smarrita.



Aprilia. Stadio ''Quinto Ricci'', ore 16.30.

LUPA ROMA (4-3-3): 1 Anedda; 2 Pasqualoni, 5 Fabbro, 6 Sembroni (41' st 18 Tulli), 3 Sfanò; 7 Malaccari, 4 Ferrari (41' st 15 Belkaid), 8 Zappacosta; 11 Tajarol (31' st 19 Leccese), 9 Fofana, 10 Perrulli.

A disposizione: 12 Di Mario, 13 Silvagni, 14 Mileto, 16 Ippoliti, 17 Ricci, 20 Daffara.

Allenatore: Alessandro Cucciari.

 

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 3 Madrigali, 2 Panariello, 5 Milesi, 6 Sabatino; 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Feola (9' st 14 Benedetti); 10 Tremolada; 9 Greco (19' st 18 Mendicino), 11 Bentancourt (41' st 20 Mariani).

A disposizione: 12 Ronchi, 13 Carlini, 15 Pugliese, 16 Brumat, 17 Masciangelo, 19 Defendi, 21 Varano, 22 Bismark.

Allenatore: Ezio Capuano.

Diffidati: Carlini, Panariello, Sabatino, Tremolada.

 

ARBITRO: Guida di Salerno (Mansi di Nocera Inferiore - Lombardi di Castellammare di Stabia).

RETI: pt 40' Bentancourt; st 18' Tajarol, 39' Mendicino, 44' Fofana, 47' Fofana.

NOTE: spettatori 200 circa. Recupero: 0' + 4'. Ammoniti: pt 30' Bentancourt; st 32' Fabbro, 35' Gambadori. Angoli: 3-4

 

scritto da: Matteo Marzotti, 09/04/2016





Lupa Roma-Arezzo 3-2
comments powered by Disqus