Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
Gabriele tra i ghiacciai dell'Alaska
NEWS

Prima squadra, giovanili, donne: all'Arezzo servono campi. Villaggio Dante, c'è il bando in arrivo

Il Dg Riccioli aveva annunciato nella conferenza stampa di un mese fa l'intenzione di raddoppiare il numero di squadre del vivaio: da tre a sei. Per la prossima stagione, che segnerà anche l'affiliazione della squadra femminile, occorrono strutture all'altezza: per questo la società cercherà di prendere in gestione più impianti. Sempre aperte le questioni stadio e antistadio: domani probabile incontro di Ferretti con l'amministrazione comunale



il campo ''Bruno Nespoli'' al Villaggio DanteL'Arezzo vuole raddoppiare le formazioni giovanili per l'anno prossimo: da tre a sei. C'è quindi l'urgenza di ampliare il numero dei terreni da gioco a disposizione, anche perché pure la prima squadra ha necessità di allenarsi su campi all'altezza, senza rimbalzare da via Arno a La Nave a Buonconte come accaduto in questi mesi. In più, per regolamento federale, l'Us Arezzo nella stagione 2016/17 dovrà affiliare la squadra femminile: e va reperito un altro impianto.

In ballo ci sono più soluzioni: l'antistadio (che adesso è chiuso e lucchettato) per esempio, pomo della discordia da anni e destinato a restare inutilizzato. Ma anche il ''Lorentini'' di Pescaiola, dove potrebbero allenarsi e giocare le ragazze. Inoltre l'Arezzo, come aveva anticipato il Dg Riccioli nella conferenza stampa di un mese fa, è in attesa di partecipare ai bandi per prendere in gestione varie strutture nel territorio comunale.

La notizia è che l'amministrazione sta per pubblicarne due: quello per Sant'Andrea a Pigli e per il campo da calcio Villaggio Dante.

 

L'assessore allo sport Lucia Tanti ha spiegato: "la novità, rispetto agli anni passati, sta nel fatto che negli indirizzi dell'amministrazione si evidenziano gli interventi più importanti di cui necessitano le strutture e si orienta chi partecipa al bando a valorizzare al massimo gli impianti, privilegiando la disciplina principale ma senza escludere altri sport minori. Si aprono così le porte a una collaborazione tra più soggetti, che possono gestire insieme la medesima struttura.

Oltre alle modalità di affidamento, anche sui tempi ci saranno novità: si privilegia la possibilità di affidamenti non di breve durata, così da facilitare l'operato dei gestori. Lo scopo è proprio questo: regolarizzare l'uso delle strutture stabilendo rapporti di chiarezza con gli affidatari e coinvolgere sempre più atleti, ampliando così l'offerta sportiva.

Il percorso continuerà nelle prossime settimane e tutti i bandi saranno chiusi entro l'anno, uscendo finalmente dalla pratica delle deroghe e degli affidamenti non rinnovati e scaduti per molto tempo. Rigore, alleanza tra amministrazione, sportivi e gestori: queste le linee guida dell'iter che si sta concretizzando".

 

All'Arezzo il terreno del Villaggio Dante interessa moltissimo. Ma ce ne sono anche degli altri, da Pratantico a Le Caselle. In più è sempre in piedi il tavolo di lavoro con il Comune per rinnovare la concessione dello stadio. Tutte tessere del mosaico sparpagliate qua e là che vanno composte e incastrate nel modo giusto. La questione logistica è tutt'altro che secondaria, anzi è uno dei cardini per programmare la prossima stagione. Non è escluso che domani il presidente Ferretti, dopo la conferenza stampa, incontri i rappresentanti del governo cittadino. Anche in questo caso, come per gli aspetti tecnici, occorre una svolta celere in positivo.

 

scritto da: Andrea Avato, 13/04/2016





Via Arno, partono i lavori per la cura del prato

comments powered by Disqus