Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 6a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Sud Tirol30Carpi
Mantova52Matelica
Arezzo05Padova
Legnago02Perugia
Vis Pesaro01Triestina
Modena00Feralpi Salò
Cesena30Fano
Fermana21Gubbio
Imolese11Samb
Ravenna20V. Verona
MONDO AMARANTO
Daniele e Valentina sposi
NEWS

Amaranto di nuovo al lavoro. Varano osservato speciale. A Rimini l'ultima di Bucaro?

La squadra ha ripreso gli allenamenti al Comunale, con Tremolada e Baiocco a riposo. Domenica, in una partita che conta qualcosa soltanto per i romagnoli, il giovane mancino di proprietà del Cesena potrebbe indossare la numero 10 e, battendo un colpo, indirizzare le strategie di mercato della società. Il primo tassello per l'Arezzo riguarderà comunque la scelta dell'allenatore



Federico Varano, 21 anni, in prestito dal CesenaUltima settimana di lavoro. Dopo due giorni di riposo, gli amaranto hanno ripreso oggi gli allenamenti. La seduta si è svolta sul prato del Comunale e ha avviato la preparazione alla trasferta di Rimini che chiuderà il campionato.

L'Arezzo, dopo il pari di Ferrara e la vittoria sulla Maceratese, non ha più nulla da chiedere alla stagione. La salvezza è cosa fatta e mister Bucaro, subentrato due settimane fa a Capuano, ha centrato l'obiettivo che gli aveva chiesto la società. I novanta minuti che faranno calare il sipario sul torneo sono di vitale importanza soltanto per i romagnoli, attualmente quint'ultimi e con qualche residua speranza di evitare i play-out.

 

Quella di domenica sarà quindi una gara molto particolare, con motivazioni diametralmente opposte che potrebbero influire sul rendimento dei calciatori. Probabile che nell'Arezzo trovino spazio giocatori meno utilizzati finora, da Brumat a Masciangelo, da Panariello allo stesso Gambadori, fino a Pugliese e Varano

Proprio il '95 di proprietà del Cesena è uno di quelli sotto osservazione: mancino puro, ottima tecnica individuale, secondo Capuano era l'erede naturale di Tremolada. E domenica, visto che il numero 10 mancherà per squalifica, potrebbe toccare proprio a lui indossare la maglia da top player. Novanta minuti per battere un colpo e indirizzare le future strategie di mercato della società.

 

Giovanni Bucaro, 4 punti in due partiteDopo Rimini, come ovvio, il calcio giocato lascerà spazio alle strategie da campagna acquisti, in attesa che la Lega ufficializzi la normativa riguardo l'utilizzo degli under. Il primo tassello da inserire nel mosaico riguarderà l'allenatore: a chi affidare una delle panchine più bollenti del calcio italiano, dove solo Cosmi e Capuano hanno resistito per più di una stagione nell'ultimo ventennio?

Bucaro ha appiccicata addosso l'etichetta del traghettatore, ma un pensierino alla conferma probabilmente l'ha fatto. E dal suo punto di vista è anche giusto: è arrivato all'improvviso, ha normalizzato lo spogliatoio, è entrato in punta di piedi dentro un ambiente infuocato, ha mentenuto in modo intelligente il basso profilo. Vero che finora ha dovuto affrontare due partite ''morbide'', ma i risultati ci sono. Vero anche che se il progetto è alzare l'asticella, all'Arezzo servirà un tecnico con un curriculum più sostanzioso. Vedremo.

 

Oggi la squadra ha visionato i filmati della partita di domenica e quelli relativi al Rimini. Poi in campo ha lavorato prevalentemente su tattica e possesso palla, fino alla partitella finale.

Programma a parte per Tremolada e Baiocco. Il portiere contro la Maceratese ha riportato una forte contusione al volto e un vistoso ematoma dopo una caduta rovinosa a pochi minuti dalla fine. In tenuta da lavoro anche il Dt Roberto Gemmi, che ha rimesso le scarpette da calciatore per un paio d'ore.

 

scritto da: Andrea Avato, 04/05/2016





comments powered by Disqus