Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Davide, Nicola e Niccolò all'Emirates Stadium di Londra
NEWS

Lecce e Pisa, pubblico da sballo e tris di gol. Avanza il Pordenone. Foggia, festa per 17mila

I pugliesi si sono sbarazzati del Bassano con i gol di Moscardelli su rigore, Salvi e Caturano. I nerazzurri di Gattuso invece hanno piegato la Maceratese: a segno l'ex amaranto Crescenzi, Mannini dal dischetto e Peralta. Inutile la rete marchigiana di Altobelli. Per i friulani decisivo il penalty di Pederzoli contro la Casertana. Per i rossoneri, in uno Zaccheria stracolmo, gol di Sarno e Iemmello. Supercoppa: Spal-Benevento 4-1



entusiasmo nerazzurro all'Arena Garibaldi (foto PisaChannel)Tre gol per volare in semifinale. Lecce e Pisa hanno rispettato il pronostico, calando il tris contro Bassano e Maceratese. Troppo importante il fattore campo in partite di questo tipo, anche perché a Via del Mare gli spettatori erano 9.438 e all'Arena Garibaldi 9.109. Una partecipazione incredibile, un entusiasmo da categoria superiore. 

Ancora meglio ha fatto il Foggia, portando allo Zaccheria 16.798 tifosi (compresi i 300 giunti dal Piemonte) che hanno esultato per il 2-0 rifilato all'Alessandria. Il Pordenone invece ha avuto la meglio solo nelle battute conclusive contro la Casertana. I friulani in semifinale affronteranno il Pisa, mentre dall'altra parte ci sarà il derby pugliese.

 

Lecce-Bassano 3-0 / Il Lecce ha giocato nel primo pomeriggio e non ha dato scampo agli avversari, rimasti in dieci dopo un quarto d'ora per l'espulsione del portiere Rossi. Moscardelli ha trasformato il rigore e non c'è stata più partita. Nella ripresa Salvi e Caturano hanno arrotondato il punteggio. 

 

LECCE (3-4-3): Perucchini; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese; Lepore (84’ Beduschi), Papini (cap.) (66’De Feudis), Salvi, Legittimo; Surraco (77’ Caturano), Moscardelli, Doumbia. A disposizione: Benassi, Bleve, Liviero, Sowe, Carrozza, Curiale, Lo Sicco. Allenatore: Braglia

BASSANO V. (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Barison, Bizzotto (cap.), Semenzato; Cenetti, Proietti; Falzerano, Misuraca (65’ Piscitella), Candido (12’ Costa); Pietribasi (71’ Maistrello). A disposizione: Stevanin, D’Ambrosio, Soprano, Davì, Martinelli, Gargiulo, Voltan, Laurenti, Momentè, Maistrello. Allenatore: Sottili

RETI: 13’ Moscardelli (R), 56’ Salvi, 90'+3 Caturano

Ammoniti: 20’ Abruzzese, 26’Bizzotto, 31’ Papini, 31’ Cosenza, 45’ Falzerano, 52’ Surraco, 55’ Misuraca, 58’ Proietti, 69’ Barison, 45+2 Semenzato. Espulsi: 12’ Rossi

 

Pisa-Maceratese 3-1 / La carica agonistica dei nerazzurri ha prevalso nello scontro diretto fra seconda e terza del girone B. L'ex amaranto Crescenzi ha portato avanti il Pisa nel primo tempo, poi nella ripresa Mannini ha raddoppiato dal dischetto. Reazione biancorossa con gol di Altobelli in mischia, vanificato da una perla di Peralta per il definitivo 3-1.

 

PISA (4-3-3): 1 Bindi (31' st 24 Brunelli); 15 Golubovic, 13 Crescenzi, 4 Lisuzzo, 3 Fautario; 14 Verna, 6 Di Tacchio, 21 Tabanelli; 10 Varela (25' st 20 Peralta); 23 Eusepi (35' st 9 Cani), 16 Mannini. A disp: 12 Giacobbe, 2 Avogadri, 7 Provenzano, 8 Ricci, 11 Montella, 17 Makris, 18 Forgacs, 19 Rozzio, 22 Sanseverino. All: Gattuso

MACERATESE (4-3-3): 1 Forte; 2 Imparato, 14 Faisca, 6 Fissore (31' st 21 Altobelli), 19 Sabato; 7 D'Anna (19' st 18 Orlando), 22 Giuffrida, 8 Foglia; 5 Kouko, 9 Fioretti (35' st 17 Colombi), 10 Buonaiuto. A disp: 12 Ficara, 3 Karkalis, 11 Talamo, 13 Massei, 15 Clemente, 16 Togni, 20 Potenza, 23 Carotti, 24 Alimi. All: Bucchi

ARBITRO: Amoroso di Paola (Robilotta-Pagnotta)

RETI: pt 38' Crescenzi (P); st 21' (rig.) Mannini (P), 36' Altobelli (M), 41' Peralta (P).

NOTE: giornata nuvolosa, spettatori paganti 9.109 (circa 600 ospiti) per un incasso di 127.854 euro. angoli: 5-3. Ammoniti: Imparato (M), Di Tacchio (P), Faisca (M), Fissore (M). Recupero: 2' pt / 5' st

 

Pordenone-Casertana 1-0 / Determinante anche in questo caso un calcio di rigore. Il tiro dagli undici metri trasformato da Pederzoli a pochi minuti dal novantesimo ha regalato ai padroni di gara la qualificazione alla semifinale. La Casertana ha chiuso in dieci per l'espulsione di Rainone

 

PORDENONE (4-3-1-2): Tomei 6,5; Boniotti 6 (dal 80′ Muratto sv), Stefani 6, Ingegneri 6, Martin 6; Mandorlini 6, Pederzoli 7, Pasa 5,5; Berrettoni 6+; Strizzolo 6,5, Beltrame 6,5 (dal 77′ Valente 6). Allenatore: Tedino.

CASERTANA (3-5-2): Maiellaro 7; Idda 5,5 (dal 87′ Giannone sv), Rainone 5, Murolo 6; Finizio 6, Agyei 5,5, Capodaglio 6, Mancosu 5,5, Pezzella 6 (dal 66′ Tito 5,5); Jefferson 5,5 (dal 63′ De Angelis 5,5), Alfageme 5,5. Allenatore: Romaniello.

RETI: st 40' rig. Pederzoli

NOTE: spettatori 2.500. Ammoniti: Stefani (P), Rainone, Idda, Murolo (C). Espulsi: Rainone per doppia ammonizione (C)

 

Foggia-Alessandria 2-0 / I padroni di casa a fare la partita, gli ospiti a cercare il contropiede giusto. Dopo un primo tempo equilibrato e con poche emozioni, una deviazione di testa di Sarno ha sbloccato il risultato. Per i grigi non c'è stato più nulla da fare e Iemmello ha dato loro il colpo di grazia.

 

FOGGIA (3-4-3): Narciso; Loiacono, Coletti, Di Chiara; Chiricò (71′ Quinto), Vacca (79′ Floriano), Agnelli, Gerbo; Sarno, Iemmello, Maza (58′ Riverola). A disp.: Quinto, Micale, Arcidiacono, Lodesani, Lauriola, Riverola, De Gennaro, Floriano, Lanzetta, De Giosa. All. Roberto De Zerbi

ALESSANDRIA (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Morero, Sosa, Sabato (74′ Sperotto); Nicco, Mezavilla, Branca; Marras, Marconi (77′ Bocalon), Fischnaller (73′ Iocolano). A disp.: Nordi, Guerriera, Sirri, Iunco, Bocalon, Boniperti, Cittadino, Manfrin, Loviso, Vitofrancesco, Sperotto, Iocolano. All. Angelo Gregucci

ARBITRO: Di Martino di Teramo (Galetto / Bresmes)

RETI: st 22' Sarno, 37' Iemmello.

NOTE: ammoniti Morero (A), Branca (A), Sabato (A), Vacca (F), Nicco (A), Sosa (A). Angoli: 6-2. Recupero tempi: 1' e 4'

 

SUPERCOPPA LEGA PRO - Nella prima partita del triangolare fra le squadre vincenti dei tre gironi, la Spal ha vinto largo contro il Benevento per 4-1. Gol di Giani, pareggio di Ciciretti, poi tris biancazzurro con Cellini, Finotto e Schiavon. Nella prossima sfida il Benevento ospiterà il Cittadella, quindi i veneti se la vedranno in casa con la Spal.

 

scritto da: La Redazione, 15/05/2016





Pisa-Maceratese 3-1, le immagini

comments powered by Disqus