Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 12a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
ArezzorinvFano
LegnagorinvImolese
Perugia00Gubbio
Triestina31Fermana
Matelica22Cesena
Modena12Sud Tirol
Feralpi Salò31Padova
Ravenna11Samb
V. Verona11Mantova
Vis Pesaro32Carpi
MONDO AMARANTO
Nanci sulla neve con la papala amaranto
NEWS

Defendi, Madrigali, Milesi: trattative per la conferma. La squadra verso un'altra rivoluzione

Capece, Sabatino e Masciangelo sono sotto contratto. Nel frattempo la società si sta muovendo con Fiorentina e Atalanta per il rinnovo del prestito dei due difensori. L'attaccante che ha messo il timbro sulla salvezza è invece in scadenza con il Brescia. Per l'anno prossimo si profila un cambiamento radicale, in attesa di conoscere la normativa sugli under. Per alzare l'asticella però serve un bomber da doppia cifra



Edoardo Defendi, 25 anni, 4 gol in stagioneSarà rivoluzione anche stavolta. Per il secondo anno consecutivo la rosa dell’Arezzo è destinata ad essere stravolta. E così per molti, quella di Rimini, è stata l’ultima partita in maglia amaranto.

Un po’ per scelta, un po’ per necessità. Tra giocatori che rientreranno alla base per fine prestito e vincoli annuali in scadenza al 30 giugno, allo stato attuale sono solo in tre sotto contratto: Sabatino, Masciangelo e Capece. Due esterni mancini e un regista. Il resto è tutto da ricostruire.

 

E poi c’è il fattore ambientale. Non si può dimenticare che negli ultimi due mesi, dalla sconfitta nel derby con il Siena, la tifoseria ha rotto con la squadra. Fosse per i tifosi nessuno meriterebbe di indossare ancora la maglia amaranto. E’ altrettanto vero che nel calcio si fa in fretta a dimenticare e ribaltare i giudizi.

Rivoluzione si, ma con qualche eccezione. L’Arezzo proverà a strappare il rinnovo del prestito per Madrigali e Milesi, rispettivamente con Fiorentina e Atalanta, proprietari dei cartellini dei due difensori. Partiti riserve, si sono si sono guadagnati la titolarità sul campo e la loro è stata una stagione complessivamente positiva. Non sarà facile, però, perché c’è da battere la concorrenza di club di serie B.

 

L’altro nome in odore di possibile conferma è quello di Defendi, in scadenza di contratto con il Brescia. La sua è stata un’annata sfortunata. Gli infortuni lo hanno frenato e tolto di mezzo troppo presto. Nel finale si è preso la rivincita sulla malasorte firmando contro Spal e Maceratese i gol che hanno blindato la salvezza. Ha dimostrato che se sta bene fisicament, è un giocatore sul quale si può puntare.

 Degli altri attaccanti (Bentancourt, Greco e Mendicino), invece non resterà nessuno. Di certo non saranno rimpianti. Tra coloro che sono in scadenza saluteranno anche Baiocco e Carlini.

Un mercato che sarà inevitabilmente condizionato dalle decisioni che prenderà la Lega. Ad oggi, infatti, non è stato ancora deciso con quali regole le squadre saranno costruite, se verrà confermato dalla Lega il format di quest’anno (16 over + 8 under) o se verrà introdotta la nuova normativa con l’utilizzo dei “fuori quota”, cioè i nati dopo il 1995, per un minimo di 300 minuti a partita.

 

Al di là dei vincoli e delle regole e in attesa di qualche conferma, per alzare l’asticella servirà almeno un attaccante da doppia cifra. Quello che è mancato dal ritorno in Lega Pro. Perché una squadra ambiziosa non può prescindere da chi fa gol.

Gemmi nel frattempo sfoglia la margherita e attende segnali da Roma. Lui che dovrebbe costruire il nuovo Arezzo è in scadenza di contratto. Un paradosso o forse no. Perché nell’Arezzo attuale, spesso, tutto è il contrario di tutto.

 

scritto da: Andrea Lorentini, 17/05/2016





comments powered by Disqus