Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Alex, Walter e Massi nell'arena di Siviglia
NEWS

Petrarca e Tuscar: "Non siamo nemici''. Beoni responsabile impianti. Abbonamenti, via il 26

I rappresentanti delle società che hanno vinto il bando comunale, parlano per la prima volta dopo l'assegnazione del "Bruno Nespoli". Vizi di forma nell'offerta hanno di fatto estromesso il club amaranto dalla gara per l'impianto del Villaggio Dante



Il Bruno Nespoli a Le CaselleCome va Moscardelli? Quest’anno hanno messo in piedi una bella squadra“. La prima domanda arriva dagli intervistati. “Qui siamo tutti tifosi dell’Arezzo, altro che nemici” dicono in coro i dirigenti della Petrarca con in testa Carlo Barsotti, presidente della neonata società aretina.

 

Siamo stati additati come nemici del cavallino per aver preso parte al bando relativo alla gestione del ‘Bruno Nespoli’ – spiega. In realtà abbiamo agito come ogni altra società. Siamo nati un anno fa, il 20 luglio. Da quel giorno abbiamo trovato ospitalità presso la Tuscar dell’amico Fulvio Rondini che da circa dieci anni gestiva questa struttura. Quando si è presentata l’opportunità di poter gestire nuovamente l’impianto ci siamo attivati e uniti alla Tuscar in questo progetto. Tra l’altro l’Arezzo avrebbe perso comunque il bando indipendentemente da noi”.

 

Già perchè sarebbero stati dei vizi di forma a estromettere l’Arezzo dalla corsa per il Bruno Nespoli.

“Al momento dell’apertura delle buste – prosegue Barsotti – erano presenti dei vizi di forma nella documentazione presentata dall’Arezzo che hanno di fatto estromesso il cavallino dalla gestione dell’impianto sportivo. L’Arezzo avrebbe perso comunque il bando, anche se l’offerta fosse stata l’unica presentata entro il termine ultimo del 5 luglio. Nessuno ha rubato nulla. Da parte nostra c’era solo la volontà di proseguire e preservare il nostro progetto”.

 

Un progetto che per la Petrarca riguarda la possibilità di creare una squadra di calcio formata da ragazzi diversamente abili. Non avendo conoscenze e competenze gestionali per gli impianti sportivi ecco arrivare l’accordo con la Tuscar.

“Ma questa non sarà solo la casa della Petrarca e della Tuscar – aggiunge Fulvio Rondini. Qui troveranno spazio i ragazzi delle due società ma anche quelli del Vasari Rugby, tre o forse più squadre amatoriali. Uno dei nostri obiettivi è rendere questo impianto sportivo un punto di aggregazione per tutto il quartiere. Tra i progetti c’è quello di realizzare anche una club house. In mezzo a così tanti impegni sarebbe difficile trovare spazio per una prima squadra professionistica che ha necessità di lavorare senza stare a guardare troppo gli orari. Da parte nostra però c’è la massima disponibilità a incontrare l’Arezzo cosa che per altro ho già fatto parlando con sia con Riccioli che con Gemmi”.

 

CAMPAGNA ABBONAMENTI - Sarà presentata martedì 26 luglio alle ore 11, nella sala stampa della Stadio Comunale “Città di Arezzo”, la campagna abbonamenti per la stagione 2016/17, nel corso della quale verranno illustrati tutti i pacchetti acquistabili con i relativi prezzi. Gli abbonamenti saranno sottoscrivibili già a partire dal pomeriggio dello stesso martedì 26 luglio.

 

BEONI RESPONSABILE IMPIANTI - Nuova pedina importante nell’organizzazione dell’Unione Sportiva Arezzo. L’incarico di responsabile degli impianti e delle strutture sportive è stato infatti affidato a Vittorio Beoni, per lungo tempo dirigente dell’Ufficio Sport del Comune di Arezzo. Beoni è stato, in questi anni, una figura fondamentale per il calcio aretino, protagonista ogni volta che c’è stato bisogno di un contributo, operando ad esempio nel Comitato di Sostegno creato negli anni ’90 e in tante altre forme di aiuto ai colori amaranto.

 

scritto da: La Redazione, 22/07/2016





Petrarca e Tuscar: ''Nessuno è nemico dell'Arezzo''

Il Villaggio Dante a Petrarca e Tuscar
comments powered by Disqus