Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 10a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Olbiamer15Albinoleffe
Carraresemer18.30Como
Giana Erminiomer18.30Pergolettese
Leccomer18.30Juventus U23
Pontederamer18.30Pro Patria
Renatemer18.30Novara
Alessandriamer20.45Pistoiese
Monzamer20.45Gozzano
Pro Vercellimer20.45Arezzo
Sienamer20.45Pianese
MONDO AMARANTO
Alessio e Andrea sul Katun a Mirabilandia
NEWS

Forti e svincolati: l'elenco è molto intrigante. Anche Misuraca aspetta l'occasione giusta

Dopo quelli in ritiro a Coverciano, abbiamo cercato i calciatori senza squadra che si stanno allenando da soli. Nella lista ci sono portieri e difensori di livello, ma l'Arezzo tiene gli occhi aperti dalla metà campo in su. Dal trequartista ex Bassano a Sandomenico, da Cenciarelli a Carlini: quanti affari si potrebbero fare. Tra gli svincolati c'è anche Defendi



Gianvito Misuraca, 6 gol e 7 assist l'anno scorso a BassanoIn questo articolo continuiamo il nostro il nostro giro alla scoperta dei giocatori che al momento risultano senza contratto. Per facilitare la nostra analisi li abbiamo suddivisi per reparto e abbiamo preso in considerazione quelli che potrebbero tornare utili alle squadre di Lega Pro, magari anche all’Arezzo di mister Sottili.

Qualche giorno fa avevamo parlato dei disoccupati in ritiro a Coverciano. Adesso segnaliamo i giocatori in cerca di squadra che stanno lavorando da soli.


PORTIERI - Quello con il maggior appeal è l’ex campione del Mondo ed ex Milan e Livorno, Marco Amelia. Classe ’82, lo scorso ottobre, causa l’infortunio di Courtois, è stato chiamato al Chelsea da Josè Mourinho per ricoprire il ruolo di secondo portiere alle spalle di Begovic, senza però riuscire a giocare neanche un minuto. Interessanti potrebbero risultare anche i profili di Alfonso De Lucia (’83) rimasto inattivo dopo il fallimento del Monza, estremo con oltre 180 presenze nei professionisti, e Emanuele Nordi (‘84) ex Trapani ed Alessandria, scorsa stagione bloccato da un infortunio.

 

DIFENSORI - Lino Marzorati (’86) centrale ex giovanili Milan, in A con Empoli e Sassuolo, ultime stagioni a Modena. Nell’ultima annata in B con i canarini 34 presenze da titolare ed un gol. Sembra che negli ultimi giorni che abbia rifiutato un'importante offerta del Padova. Altro centrale è Raffaele Alcibiade (’90), trovatosi libero dopo la mezza annata a Lecce. Potrebbe però firmare nei prossimi giorni per la Juve Stabia.

Difensore eclettico è il mancino Marco Rossi (‘87), impiegabile in ogni ruolo della terza linea, ultima annata a Perugia, club che due stagioni fa lo tesserò dopo la squalifica per il calcio scommesse. Per chi cercasse un esterno di difesa invece potrebbero tornar buoni i nomi di Alberto Almici (’93), giovanili Atalanta, nell’ultima annata titolare ad Ascoli, e Gabriele Perico (’84) in A con Cagliari e Cesena. Con i romagnoli ha giocato l’ultimo campionato in B, con 35 presenze e ben 3 reti: pare prossima la sua firma con il Parma.

 

CENTROCAMPISTI - Due nomi su tutti: Guarente e Galloppa. Tiberio Guarente (’85), molti campionati in A con Atalanta, Catania, Bologna e Empoli, nell’ultima stagione è rimasto senza squadra, anche se le offerte non sono mancate, come quella del Cagliari dopo l’infortunio di Dessena. Se ha superato il problema al ginocchio, potrebbe essere ancora un giocatore importante in terza serie. Daniele Galloppa (’85), ex Siena e Parma, due gravi infortuni al ginocchio alle spalle, nell’ultima stagione è riuscito a mettere insieme 15 presenze a Modena. Anche per lui vale il discorso fatto per Guarente: se sta bene, in Lega Pro fa la differenza. Nomi più percorribili sono quelli di Diego Cenciarelli (’92), centrocampista tascabile, svincolatosi dopo tre ottime stagioni a Teramo. Su di lui alcune squadre di B, su tutte il Latina del suo ex mister Vivarini, e numerose squadre di Lega Pro.

 

Diego Cenciarelli, 24 anni, qui contro Capece nel match di qualche mese faReduce da un campionato vinto con la Spal è Alessandro De Vitis (’92), regista appetito in categoria. Fermato da numerosi infortuni in carriera, potrebbe restare a Ferrara, ma pare più facile che il suo futuro sia ancora in terza serie. In cerca di rilancio, dopo le ultime due stagioni vissute ai margini con Carpi, Hellas e Chiasso, è Simone Laner (’84): corsa, forza fisica e buoni tempi d’inserimento le sue caratteristiche. Una scommessa potrebbe essere rappresentata da Fabio Concas (’86), esterno, protagonista nel Carpi di Castori, che a dicembre rientrerà dopo 2 anni di squalifica, dovuta ad una positività all’antidoping per cocaina.

 

ATTACCANTI - Tra i giocatori più contesi c’è il trequartista Gianvito Misuraca. Classe ’90 , ex Vicenza in B, la scorsa stagione è finalmente sbocciato sotto la guida di Sottili a Bassano. Per lui 6 reti ed altrettanti assist che hanno attirato le mire di Cittadella, Lecce e tante altre squadre. Altro giocatore ambito è Salvatore Sandomenico (’90), attaccante estroso e duttile, autore quest’anno di 13 reti. Pareva prossimo alla firma col Verona, ma la partenza del ds Bigon per Bologna ha bloccato il suo passaggio agli scaligeri. Per lui sono giunte offerte da Salernitana, Lecce, Matera, Juve Stabia e Catanzaro, ma sembra che nelle ultime ore si sia avvicinato molto al Parma. Altro giocatore interessante è Massimiliano Carlini (’86), reduce da tre stagioni a Frosinone. Esterno o seconda punta, vorrebbe restare in B, ma le trattative arenate con Ternana e Salernitana, potrebbero riaprire per lui le porte della terza serie vissuta con le maglie di Sorrento e Lecco. Chi cercasse l’usato sicuro per il proprio attacco può focalizzare la propria attenzione su Davide Succi (’81), ex Cesena, Gianvito Plasmati (’83) ultima annata a Catania chiusa con 3 reti, o Nando Sforzini (’84) svincolatosi dopo il fallimento di Pavia, dove era arrivato nel gennaio scorso dal Latina.

Chiosa finale per un ex amaranto, Edoardo Defendi (’91), che si ritrova senza squadra: sembrava quasi certa una sua permanenza in amaranto, ma la firma tarda ad arrivare. Tuttavia resta ancora uno dei papabili per il futuro attacco dell’Arezzo targato Sottili.

 

scritto da: Mauro Guerri, 23/07/2016





comments powered by Disqus