Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Fabio, Stefano, Nicoletta e Roberta a Cuba
NEWS

Tim Cup, l'Arezzo la spunta ai supplementari. Due gol di Sirri. Il 7 agosto trasferta a Cesena

Nel primo turno eliminatorio, gli amaranto faticano ma riescono a battere la Carrarese con una doppietta del difensore, a segno dopo pochi minuti di partita e poi all'inizio del primo extra time. A pochi istanti dal novantesimo, con i padroni di casa in dieci per il rosso a Battistini, Tutino aveva agguantato il pari su punizione. Nel finale espulso anche Benedini



il gol di Sirri che ha sbloccato il matchFa caldo allo stadio dei Marmi. Fa caldo soprattutto nel settore ospiti, che presenta un colpo d'occhio da campionato. Centotrenta aretini, forse di più, sotto il solleone del 31 luglio: potenza di una campagna acquisti fin qui molto apprezzata. I gruppi organizzati gialloblù sono in tribuna laterale, a trenta metri in linea d'aria dai rivali: i botta e risposta quindi salgono subito di tono. A Carrara, comunque, non c'è depressione, anzi: il fallimento scongiurato ha riportato un bel po' d'entusiasmo.
L'Arezzo è in maglia rosa con calzoncini e calzettoni neri. 4-2-3-1 con Moscardelli unica punta.

 

La partita si sblocca subito: Masciangelo conquista un buon corner, Grossi calcia sul secondo palo dove Sirri incorna di testa. Massoni salva sulla riga ma Sirri, al volo di destro, calcia di nuovo in porta e stavolta Lagomarsini ci mette le mani quando la palla è già dentro. 

Per venti minuti l'Arezzo domina in lungo e in largo. Gol annullato a Moscardelli (fuorigioco), tiro parato di Grossi, sinistro dal limite troppo debole del Mosca. Poi i padroni di casa, disposti con il 4-3-3, rialzano la testa: prima Massoni e poi Cristini, sugli sviluppi di due piazzati di Del Nero, mancano di poco il tapin decisivo. L'occassionissima apuana però arriva al 38': Marabese al volo disegna una parabola che sembra perfetta, ma Benassi con un gran colpo di reni la toglie dall'incrocio. Intervallo: Carrarese-Arezzo 0-1.

 

La ripresa comincia con gli stessi ventidue. La Carrarese preme alla ricerca del pari, guidata da un Del Nero che dimostra di essere ancora un giocatore vero a dispetto dei 35 anni. L'Arezzo fa muro e di tanto in tanto orchestra qualche ripartenza. Sottili però non è soddisfatto e quando Benassi stoppa il destro di Marabese, decide per il primo cambio: fuori D'Ursi, dentro Bearzotti.

La svolta in positivo arriva grazie a Yamga, che in quattro minuti va via due volte a Battistini in velocità: prima giallo e poi rosso per il difensore. Carrarese in dieci e finale di gara in discesa per l'Arezzo. La svolta in positivo arriva grazie a Yamga, che in quattro minuti va via due volte a Battistini in velocità: prima giallo e poi rosso per il difensore. Carrarese in dieci e finale di gara in discesa per l'Arezzo. Proprio Yamga lascia il posto a Sabatino, con Masciangelo che va a fare l'esterno alto. Poi Polidori rimpiazza Moscardelli.

Ma a tre minuti dalla fine accade l'imprevisto: Corradi commette un fallo inutile fuori area, regalando una punizione a Tutino che la infila al sette, sopra la barriera. 1-1 beccato con l'uomo in più, Sottili su tutte le furie e supplementari dietro l'angolo.

 

Nell'extra time, complice la superiorità numerica, l'Arezzo parte a testa bassa. L'obiettivo gialloblù, per ovvi motivi, diventano i rigori. Ma prima c'è mezz'ora da giocare. E come accaduto a inizio gara, la combinazione Grossi-Sirri funziona a meraviglia: punizione laterale del trequarti, incornata del difensore che finisce dentro. 1-2.

La Carrarese non ha più forza per reagire, ma Tutino impegna severamente Benassi al minuto 114. Incredibile. Poi Benedini si fa cacciare per un fallo a palla lontana. Gli amaranto, in undici contro nove, la portano fino in fondo. E con qualche ansia di troppo, visto lo sviluppo dell'incontro, si guadagnano la trasferta di Cesena del 7 agosto.

 

CARRARESE (4-3-3): 1 Lagomarsini; 2 Migliavacca, 6 Battistini, 5 Massoni, ´╗┐3 Rosaia; 8 Cristini (33' st 13 Benedini)´╗┐, 4 Marsili, 7 Torelli´╗┐; 10 Floriano (11' st 18 Tutino), 9 Marabese, 11 Del Nero (24' st 17 Amico).

A disposizione: 12 Gavellotti, 14 Michelotti, 15 Imperatrice, 16 Gabrielli.

Allenatore: Andrea Danesi.

AREZZO (4-2-3-1): 1 Benassi; 16 Luciani, 3 Milesi, 23 Sirri, 5 Masciangelo; 8 Foglia, 7 Corradi; 17 Yamga (33' st 3 Sabatino), 11 Grossi, 15 D'Ursi (20' st 21 Bearzotti); 9 Moscardelli (36' st 18 Polidori).

A disposizione: 12 Garbinesi, 22 Borra, 2 Muscat, 4 Solini, 10 Erpen, 14 Demba, 19 Iacuzio, 20 Benucci.

Allenatore: Stefano Sottili.

ARBITRO: Lorenzo Bertani di Pisa (Francesco Gnarra di Siena - Lorenzo Meozzi di Empoli). Quarto uomo: Marco Guarnieri di Empoli.

NOTE: spettatori presenti mille circa, 150 aretini. Giornata afosa. Ammoniti: pt 6' Marsili, 25' Corradi; st 28' Masciangelo, 37' Foglia; pts 11' Luciani. Espulsi al 31' st Battistini per somma di ammonizioni e all'11' sts Benedini per rosso diretto. Angoli: 3-4. Recupero tempi: 0' e 4'; 0' e 0'

RETI: pt 5' Sirri; st 42' Tutino; pts 6' Sirri

 

scritto da: Andrea Avato, 31/07/2016





Carrarese-Arezzo 1-2, interviste a Sottili e Sirri

Carrarese-Arezzo 1-2 dts
comments powered by Disqus