Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Giotto, fedele e insolito lettore
NEWS

Il debutto da sogno di Horacio. Che martello Foglia! Corradi così così, Arcidiacono sotto tono

Una bellissima vittoria, una prestazione con qualche zona d'ombra: Sottili ha cambiato modulo tre volte nel corso della partita e non ha ottenuto risposte univoche. In difficoltà i centrali difensivi contro Mendicino e Marotta, meno incisivo Grossi. Buona prova per Polidori



il gol di Polidori annullato per fuorigiocoLe pagelle di Arezzo-Siena.

FOGLIA 7 Questo ragazzo è un martello. Ha gamba, ha cattiveria, ha discreta tecnica, ha intraprendenza. Fa il mediano a due e si danna l'anima tenendo su la baracca nel momento più difficile. Poi diventa mezz'ala di destra e si butta negli spazi come se giocasse col rombo da sempre. Torna al vecchio ruolo dopo l'intervallo, anche se con un modulo diverso, e non batte ciglio. Ottimo e abbondante.

POLIDORI 6.5 Va in calando quando il derby entra nella parte conclusiva, pagando un'ora giocata con il coltello tra i denti. Nel complesso non tradisce le attese, segna un gol annullato per fuorigioco, ne sfiora un altro in sforbiciata, conclude, dà una mano al Mosca, apre spazi. Conferma di avere qualità.

BENASSI 6 Quando Marotta gli si para davanti, i tremila sugli spalti trattengono il fiato sperando in uno dei suoi riflessi felini. Ma neanche il gattone Max stavolta può farci niente. Fiondata letale e gol. Di lì a poco sventa un colpo di testa di Gentile che poteva affondare l'Arezzo. Poi da lontano osserva il suo amicone Erpen ribaltare il derby.

LUCIANI 6 Indeciso nella circostanza dello 0-1. Fa un passo avanti per mettere in offside Marotta, ma Sirri è per terra, mentre Milesi e Sabatino non lo seguono. Così la linea si spacca e addio. Dimostra tenacia però: non si deprime, spinge più delle altre volte, crossa molti palloni. Si mangia un'occasione gol di sinistro, ma a lui non si può rimproverare di non essere un cecchino.

SABATINO 6 Era al debutto e per ritrovare la freschezza dei giorni migliori, gli ci vorrà ancora un po'. Propositivo, non sempre coi tempi giusti, per 45 minuti esterno basso e per altri 45 braccetto di sinistra. Ad aprile fu tra i pochissimi a salvarsi nel derby. E anche oggi, alla fine, fa il suo.

MOSCARDELLI 6 La curva si gonfia come il mare quando va al tiro o si avvicina alla porta. Il sogno sarebbe un gol barbuto sotto la sud, ma l'appuntamento è ancora rinviato. Soffre per 45 minuti, nonostante l'assistenza di Polidori, soffocato dalla folta difesa senese. Dà il meglio di sè nel finale, sputando fuori le ultime ma vigorose stille di energia che fanno impazzire il pubblico.

MILESI 5.5 Scavalcato dalla parabola che innesca il gol dello 0-1. E' un episodio che gli resta appiccicato addosso, anche perché Mendicino lavora di cucitura come ad Arezzo non aveva fatto mai, mentre Marotta a 30 anni sembra meglio di quando ne aveva venti. Tenerli a bada è molto complicato. Novanta minuti sofferti.

SIRRI 5.5 Idem come sopra. Più improvvido che colpevole nel rinvio che origina l'azione dello svantaggio, solo che non recupera la solita spavalderia atletica. Nella ripresa fa il centrale nel reparto a tre, provando a pulire la partenza della manovra. Così così.

GROSSI 5.5 Comincia sull'esterno nel 4-4-2 o 4-2-4 d'inizio gara. Dirottato a fare l'intermedio di sinistra fino all'intervallo, quindi trequarti dietro le punte. Ha classe e questo lo aiuta, ma il frullato di ruoli e posizioni ne zavorra la prestazione da ex. Sempre elegante, oggi poco affilato (st 27' Erpen 8 Per la professionalità con cui ha vissuto le panchine d'inizio stagione. Per la freschezza dimostrata nei venti minuti odierni. Per il gol di testa, non proprio la sua specialità. Per l'espulsione cagionata a Masullo. Per quel sinistro al veleno con cui calcia le punizioni. Match winner).

CORRADI 5 L'apprendistato si sta complicando, complici gli episodi che non aiutano. L'inizio gara è nefasto per tutti, lui prende anche un giallo da tergo e rischia il secondo cartellino con un altro intervento scomposto. Sottili lo mette a fare il play ma in quella posizione sbaglia troppo e, come a Carrara, abbandona anzitempo (st 27' Rosseti 6 Legna in mediana ed è il secondo scampolo positivo di fila).

ARCIDIACONO 5 Trenta secondi e gli si apre davanti una prateria. Lui dà gas ma si fa soffiare palla con facilità inattesa. E' il prologo a un pomeriggio volenteroso e confusionario, generoso e pasticcione. Sottili lo infila tra le linee per scardinare il fortino bianconero, senza grandi risultati. Biccio in quella zona di campo la porta troppo e si perde (st 1' Yamga 6.5 A Siena lo conoscono e grandi varchi non glieli concedono. Allora prova a crearseli da solo, riuscendoci in un paio di occasioni. Una culmina con un cross che affetta l'area senese e che Luciani non trasforma in gol. Sfiora il 3-1 con un contropiede alla sua maniera. Peccato che il palo gli dica di no).

 

scritto da: Andrea Avato, 10/09/2016





Arezzo-Siena 2-1, intervista con Horacio Erpen

Arezzo-Siena 2-1
comments powered by Disqus