Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Livia ed Elisa a Londra
NEWS

Lega Pro, solita storia: cinque club deferiti. Ma Gravina è soddisfatto: ''Pubblico in aumento''

Messina, Maceratese, Lucchese, Akragas e Casertana sono a rischio penalizzazione per inadempienze segnalate dalla Covisoc. Un'altra grana dopo il pasticcio Gable, la compagnia d'assicurazioni che ha garantito le fideiussioni a venti società e che adesso è sull'orlo del crack finanziario. Il presidente di Lega però pensa positivo: ''Il nostro campionato non ha nulla da invidiare alle categorie più blasonate''



Gabriele Gravina, presidente Lega ProNonostante il rinnovamento tanto sbandierato, in Lega Pro sembra funzionare tutto come prima.

Dopo le polemiche riguardanti Gable, la compagnia che ha rilasciato le garanzie fideiussorie per l'iscrizione di venti club e che adesso naviga sull'orlo del crack finanziario, è arrivata la solita notizia di tutti gli anni in questo periodo.

Cinque società (Messina, Maceratese, Lucchese, Akragas e Casertana) sono state deferite al Tribunale Federale Nazionale a seguito di segnalazione della Covisoc. All'elenco va aggiunto anche l'Avellino, militante in serie B.

 

Ieri il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, in un'intervista a TuttoLegaPro.com ha detto: ''Sono deferimenti riguardanti le modalità d'iscrizione: ritardo nella presentazione di alcuni documenti. Per qualche società la penalizzazione sarà di un paio di punti, per qualche altra di un punto''.

Gravina ha poi commentato con soddisfazione l'inedita suddivisione geografica dei tre gironi di campionato: ''Si registra la partecipazione di un maggior numero di tifosi sia nella media che in assoluto, grazie alla presenza di sei squadre in più. Questo campionato non ha nulla da invidiare alle categorie più blasonate. La dimostrazione la si può trovare anche nei numeri: due realtà come Parma e Lecce hanno quasi raggiunto gli stessi abbonamenti del Milan, siamo intorno a quota 10mila. Cifre importanti per club in terza serie. Si sta rigenerando un entusiasmo di cui il calcio italiano ha bisogno. Inoltre nei tre gironi c'è ancora forte incertezza: l'idea di dividere in nord-est e nord-ovest si è rivelata una giusta decisione molto apprezzata dagli addetti ai lavori e dalla società''.

 

Quello della Lega Pro resta un ambiente molto movimentato. Qui il commento di Vittorio Galigani, ex Ds di molti club, sulle dimissioni di Carlo Catenaccio, da anni presidente del Collegio Sindacale.

 

scritto da: La Redazione, 29/09/2016





comments powered by Disqus