Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Capodanno romano e amaranto per Alessio
NEWS

Tanti auguri al 40enne Bazzagol. Che stagione ad Arezzo: 20 reti e il salto nel grande calcio

Giorno speciale per Fabio Bazzani, uno dei centravanti più forti che hanno vestito l'amaranto negli ultimi trent'anni. I complimenti di Sabatini, le titubanze di Bovini, il feeling con Cosmi: breve cronistoria di un'annata in cui tutti sognavano la serie B. Oggi fa l'allenatore, è sposato con la showgirl Alessia Merz e ha due figli



Bazzani premiato con la scarpa d'oro prima di Arezzo-Ancona del maggio 2000Quarantesimo compleanno per Fabio Bazzani. L'attaccante, nato a Bologna il 20 ottobre 1976, ha vissuto ad Arezzo la stagione che lo ha lanciato verso una ottima carriera, in cui ha raggiunto la serie A e la Nazionale. Per lui in amaranto 20 reti, tutte su azione, nel torneo di C1 1999/2000 e il soprannome di Bazzagol.

 

Nella foto sopra, scattata prima della semifinale playoff contro l'Ancona, Bazzani riceve il premio assegnato dalla trasmissione sportiva Block Notes di Teletruria. A consegnarglielo l'allora vicepresidente Egidio Polidori. La partita terminò poi 1-1 davanti a un Comunale stracolmo, con un gol di Rinino per l'Arezzo e un autogol di Ottolina per i dorici, che al ritorno s'imposero per 2-1, staccando il pass per la finalissima di Perugia contro l'Ascoli.

 

Bazzani arrivò ad Arezzo in prestito dal Venezia. ''Questo non è un centravanti, è un corpo contundente'' disse il direttore sportivo Walter Sabatini dopo il primo gol in amichevole a Lignano Sabbiadoro contro il Pordenone. Eppure quell'attaccante potente fisicamente non veniva da stagioni eccellenti: 5 gol al San Donà in C2, 3 al Varese in C1. Ma al Comunale fece il boom: con Antonioli alle spalle, Rinino e Tarana sugli esterni, Caracciolo e Martinetti in mediana, Bazzani disputò una grande annata. Era la squadra dei sogni, come l'ha definita Cosmi nella sua autobiografia, e lottò fino all'ultimo per la serie B.

 

Il presidente Bovini rinunciò a riscattare il cartellino del giocatore per poche decine di milioni, così Bazzagol a luglio fece ritorno al Venezia e in Laguna vinse il campionato di B. Si trasferì poi al Perugia (sempre con Cosmi allenatore), quindi alla Sampdoria dove conquistò il cuore della gradinata sud facendo coppia con Flachi. In carriera ha giocato anche con Lazio, Brescia, Pescara (unica partita da ex contro gli amaranto sul neutro di Vasto) e Spal, prima di chiudere tra i dilettanti a Mezzolara. Vanta anche tre presenze in azzurro contro Polonia, Romania e Islanda.

 

Oggi Bazzani fa l'allenatore. Dal 2005 è sposato con la showgirl Alessia Merz e ha due figli, Niccolò e Martina. Tifosissimo della Fortitudo Basket, ad Arezzo faceva suonare dagli altoparlanti l'inno della squadra bolognese prima delle partite al Comunale. Per forza atletica e qualità tecniche, è stato uno dei centravanti più forti che hanno vestito l'amaranto negli ultimi trent'anni. Tanti auguri!

 

scritto da: Andrea Avato, 20/10/2016





I gol di Fabio Bazzani con l'Arezzo

Minigallery amaranto di Fabio Bazzani
comments powered by Disqus