Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia
PLAY OFF
Carrarese22Pisa
Monza13Imolese
Feralpi Salo10Catanzaro
Arezzo30Viterbese
Potenza11Catania
PLAY OUT
Lucchese20Cuneo
Cuneosab14.30Lucchese
IN SERIE D
perdente play-out
MONDO AMARANTO
il saluto di Riccardo
NEWS

Guizzo da campione, gol del raddoppio, esultanza trascinante: il Mosca prende 9 in pagella

Il capitano migliore in campo: nella sforbiciata che cambia la partita e che rovescia gli umori, sia in campo che sugli spalti, ci sono qualità, coraggio, coordinazione, carattere e innata dimestichezza con l'acrobazia. Fino alla gioia virile, quasi rabbiosa che ha trascinato i tifosi



Moscardelli in rovesciata segna il gol dell'1-1 a PratoLe pagelle di Prato-Arezzo.

MOSCARDELLI 9 Il guizzo da campione di Prato entra dritto nella storia perché tutti sanno che non è frutto del caso: in quella sforbiciata ci sono qualità, coraggio, coordinazione, carattere e innata dimestichezza con l'acrobazia. Il voto è legato per tre quarti al gol dell'1-1 che rimette in piedi una partita complicata e rovescia gli umori sul campo e sugli spalti. Poi c'è anche il raddoppio, c'è una prestazione di grande volontà. E c'è l'esultanza tracimante, virile, quasi rabbiosa e quasi più bella della rovesciata stessa. Un Moscardelli trascinatore e trascinante.

CORRADI 6.5 S'impantana pure lui, reduce da due prestazioni toniche, dentro l'approssimazione che la squadra palesa per minuti 68. Un tocco di troppo qua, un passaggio in ritardo là, sembra scarsamente ispirato. Ha il gran pregio di rialzare la testa nel momento clou, risultando tra i più brillanti nei minuti decisivi. L'assist per il raddoppio del Mosca, dopo una palla recuperata di tigna, ha stampato sopra il numero 7.

BENASSI 6 Salvato due volte dai legni, salvato due volte dalla bandierina dell'assistente, ma senza pesi sulla coscienza in nessun caso. Nemmeno sul gol di Moncini, con quella traiettoria letale che lo scavalca e s'infila al sette. Il resto lo para.

SABATINO 6 Malotti è meno forsennato di Di Molfetta e a sinistra l'Arezzo concede meno. Merito anche suo, che dà una mano pur senza gesti appariscenti. Costante per i 93 minuti di gara, macchiati solo marginalmente da una palla persa nel primo tempo che per poco Sowe non trasforma in gol.

ROSSETI 6 Intermedio di destra con compiti di pressione sul primo portatore di palla del Prato, quasi sempre Carcuro. Tatticamente è prezioso, nonostante resti nella mischia nel periodo più pasticciato del match. Prova anche ad affondare senza grandi risultati, più per demeriti del contorno che suoi. Esce per fare spazio a una punta, scevro di colpe specifiche (st 12' Polidori 6 Dà una svolta al corso degli eventi con la semplice presenza. L'Arezzo con due punte diventa più arrembante e il Mosca guadagna spazio).

BEARZOTTI 6 Comincia benissimo, brioso molto più dei compagni. Quindi si perde, poco sollecitato e poco incisivo. Riemerge nel finale, dimostrando gamba, spirito e affidabilità. E' un '96, sta mandando segnali incoraggianti.

MILESI 5.5 Finché c'è partita, cioè fino a quando Moscardelli non ribalta punteggio, umori e serata, presta il fianco agli attacchi avversari. Si fa saltare con facilità inconsueta e arriva con un fatale istante di ritardo sul cross di Tomi, che Moncini spedisce in rete. Meglio nella parte conclusiva di gara.

SOLINI 5.5 Idem come sopra. Si prende un giallo evitabile e gioca con l'affanno. I compagni per larghi tratti di partita lo aiutano poco, concedendo cross dalle corsie laterali e imbucate centrali molto fastidiose. 

FOGLIA 5.5 Ha tutte le scusanti del mondo, visto che gioca con una microfrattura al naso, la maschera protettiva e in un ruolo da play che non gratifica le sue caratteristiche migliori. Prova a fare di necessità virtù e l'impegno, al solito, non gli difetta. Però mette ordine solo a tratti e in proiezione, non avendo il dono dell'ubiquità, non si vede mai.

GROSSI 5.5 Sfiora il gol dopo 8 minuti, ma Melgrati sul suo sinistro dai venti metri combina una frittata e lo soccorre il palo. Esterno del tridente, va a intermittenza e a differenza di altre volte si nota una maggior predisposizione alla corsa indietro per aiutare i compagni. C'è poca qualità nella sua prova e per uno col suo piede, è carenza non da poco. Un suo cross si trasforma in assist grazie alla bicicletta di Moscardelli.

LUCIANI 5 Stava male e si è visto. Per la prima volta in stagione deve abbandonare il campo anzitempo, lui che fin qui non aveva saltato nemmeno un minuto. Il guaio muscolare lo inibisce in modo evidente e in più ci si mette quel Di Molfetta assatanato che per 45 minuti lo fa soffrire da matti (st 16' Masciangelo 6 Otto minuti e il Mosca pareggia. Altri sette e arriva il 2-1, La partita cambia e giocare a destra, con il piede contrario, diventa meno difficile).

 

scritto da: Andrea Avato, 07/12/2016





Prato-Arezzo 1-2, intervista con Max Benassi

Prato-Arezzo 1-2
comments powered by Disqus