Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Martina e Davide al teatro di Epidauro - Grecia
NEWS

Sottili a RaiSport: ''L'Arezzo cresce e mi piace. I play-off? Li vince chi è più libero di testa''

L'allenatore amaranto ieri sera ha partecipato alla trasmissione dedicata alla Lega Pro e ha analizzato la prima parte di stagione: ''All'inizio c'erano equilibri da trovare, la squadra è nuova quasi per intero. Ma i risultati sono buoni. Il pareggio con la Viterbese ci sta, peccato solo aver giocato a lungo con l'uomo in meno. Adesso pensiamo a Olbia: sarà una trasferta dura''. Poi un parere sugli spareggi per la B: ''Conta l'entusiasmo, come capitò al Como due anni fa''



mister Sottili negli studi di Rai Sport''L'Arezzo sta facendo molto bene. La squadra è nuova quasi per intero, all'inizio c'erano equilibri da trovare, ma adesso stiamo crescendo, i risultati sono buoni e nella tifoseria c'è entusiasmo. L'obiettivo è migliorare ancora. Se sarannno play-off, vogliamo arrivarci nelle migliori condizioni possibili''.

 

Stefano Sottili ieri sera ha partecipato alla trasmissione di Rai Sport dedicata alla Lega Pro. L'allenatore amaranto ha seguito in video il posticipo tra Cremonese e Livorno e ha analizzato la prima parte di stagione.

 

''Veniamo da una gara difficile - ha detto riguardo lo 0-0 con la Viterbese. Ci siamo trovati davanti un avversario reduce dal cambio di allenatore e di direttore sportivo. Per noi è stato come giocare due partite in una: finché siamo rimasti in undici contro undici, abbiamo avuto le occasioni più nitide. Con l'uomo in meno è cambiato il quadro e alla fine il pareggio ci sta. Qualche rimpianto lo abbiamo, anche perché è la prima volta che non facciamo gol in casa''.

 

A Sottili hanno ovviamente chiesto dell'epulsione di Moscardelli e il mister ha risposto così: ''Purtroppo gli era capitato anche a Livorno e ci aveva lasciato in inferiorità numerica. Peccato, perché veniva dalla doppietta di Prato con quel gol di una bellezza unica. Ma adesso dobbiamo pensare a Olbia: sarà una trasferta dura, loro giocano bene, sono una squadra garibaldina con quattro o cinque elementi esperti che danno spessore. Noi invece fuori casa dobbiamo fare di più''.

 

L'ultima battuta sui play-off: ''Molto dipenderà dalla condizione psicologica. Se una squadra parte per vincere e si ritrova agli spareggi, può accusare il colpo. Se parti per fare bene, ai play-off ci arrivi con l'entusiasmo giusto. E spesso, come è capitato due anni fa al Como, va in B chi è più libero di testa''.

Un'analisi che sembra adattarsi perfettamente alla situazione dell'Arezzo.

 

scritto da: La Redazione, 13/12/2016





Top e flop, i 4 giorni da copertina di Moscardelli

comments powered by Disqus