Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Elisabetta e Silvia in visita al Camp Nou di Barcellona
NEWS

Che errori in difesa: la sconfitta nasce da lì. Erpen sottotono. Foglia e Sabatino si salvano

Masciangelo in tandem con Benassi, poi Milesi: due disimpegni sbagliati si trasformano nei gol che consentono all'Olbia di vincere la partita. De Feudis e Corradi soverchiati dalla mediana dei sardi, Polidori troppo isolato in attacco. Bearzotti comincia bene ma evapora troppo in fretta



una mischia davanti alla porta di CarboniLe pagelle di Olbia-Arezzo.

SABATINO 6 Un partitone no. Però almeno ci mette un minimo di birra.

FOGLIA 6 Tra i pochi a guadagnarsi la pagnotta. Un po' mediano e un po' laterale, patisce la verve dei sardi ma non si adagia e non si arrende. Nonostante la maschera.

DE FEUDIS 5.5 In mezzo al campo l'Arezzo comanda solo a sprazzi e solo per brevi scampoli. Muroni, Piredda e Tetteh lo soverchiano e lo lasciano ai margini del match.

CORRADI 5.5 Poco presente quando c'è da fare legna, poco lucido quando bisogna creare davanti. Un pomeriggio ibrido e senza acuti.

BEARZOTTI 5.5 Comincia molto bene ma evapora troppo in fretta. L'unica parata del suo sonnacchioso pomeriggio, Carboni la fa su di lui, deviandogli in corner una parabola che sembrava destinata al gol. Di lì in avanti è meno cercato e meno incisivo.

POLIDORI 5.5 Giornata di trincea, anche se dopo due minuti si libera alla sua maniera e va vicino allo 0-1. Sembra il prologo a un'altra domenica strappa applausi, invece va diversamente. Nervoso con l'arbitro, arginato da Miceli e Dametto, per niente aiutato dalla squadra.

BENASSI 5 Correo nel patatrac del rigore. Masciangelo gliela dà corta, lui esce con i tempi sbagliati e si fa anticipare dalla saetta Kouko. E' la prima crepa, letale, nel muro amaranto.

MASCIANGELO 5 Un errore in disimpegno pagato a carissimo prezzo. Potrebbe farselo scivolare addosso, invece ci resta sotto e si smarrisce, perdendo la vivacità che ne aveva caratterizzato la prestazione con la Viterbese (st 13' D'Ursi 5.5 Dovrebbe dare la scossa a una squadra spenta. Compito che non assolve).

MILESI 5 Una palla banale che più banale non si può, si trasforma in uno sgangherato assist a Ragatzu. Che poi lo salta con una scioltezza disarmante. Quello, in pratica, è l'epitaffio della partita.

SIRRI 5 Non dà troppe certezze più dei compagni. Di nuovo titolare dopo due mesi, soffre Kouko, soffre gli inserimenti dalla trequarti di Capello, si mangia un gol a mezzo metro dalla porta su azione d'angolo e nel finale rifila una scarpata a Kouko che per fortuna l'arbitro non vede.

ERPEN 5 Stringe da destra verso la trequarti, come d'abitudine. Ma nelle sue giocate non c'è la consueta efficacia. Resta in campo 64 minuti, poi Sottili lo toglie (st 24' Grossi 5.5 Una punizione al minuto 91 che sibila vicino all'incrocio. Poco altro).

 

scritto da: Andrea Avato, 18/12/2016





Olbia-Arezzo 2-0, intervista a Horacio Erpen

Olbia-Arezzo 2-0
comments powered by Disqus