Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugiadom15Feralpi Salò
Sambdom15Padova
Sud Tiroldom15Vis Pesaro
Carpidom17.30Ravenna
Modenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Fabio in trasferta a Gallipoli
NEWS

Se il campionato finisse oggi... Simulazione play-off: Piacenza e Parma sulla strada dell'Arezzo

Il regolamento degli spareggi per la serie B è cambiato. E per capirci qualcosa abbiamo fatto disputare a tavolino le partite del mini torneo di fine stagione, basandoci sulle classifiche attuali dei tre gironi di Lega Pro. Ecco cosa è venuto fuori: tutto virtuale, tranne le 27 partite che si giocheranno per davvero fino all'11 giugno!



Due mesi fa spiegammo nel dettaglio tutti i cambiamenti che la Lega Pro ha definito per i play-off. In pratica, non si tratta più di spareggi per salire di categoria: chi vuole andare in B senza il primo posto nel girone, dovrà sciropparsi un altro mini campionato fatto di 6 o 7 partite ravvicinate, che allungheranno la stagione fino all'11 giugno.

 

LE PRIME SALGONO IN B - Adesso che siamo nella pausa del torneo e che le classifiche hanno una certa attendibilità, possiamo giocare a simulare i play-off. Se il campionato finisse oggi, salirebbero in serie B Alessandria, Venezia e Matera. Per questi tre club, scatterebbe la festa immediata.

Invece le seconde classificate, cioè Cremonese, Pordenone e Lecce, passerebbero direttamente alla seconda fase dei play-off.

 

PRIMA FASE - Le squadre classificate dal terzo al decimo posto nei tre gironi dovrebbero scontrarsi tra loro in gara secca, da giocare in casa della meglio piazzata. Se finisce pari, niente supplementari: passa chi gioca sul proprio campo.

A oggi le partite secche di domenica 14 maggio sarebbero queste.

 

GIRONE A - Livorno-Siena; Arezzo-Piacenza; Lucchese-Viterbese; Renate-Giana Erminio

GIRONE B - Padova-Santarcangelo; Parma-Feralpi Salò; Reggiana-Samb; Gubbio-Bassano

GIRONE C - Juve Stabia-Siracusa; Foggia-Catania; Cosenza-Fondi; Francavilla-Andria

 

OTTAVI DI FINALE - Alla seconda fase arriverebbero quindi 12 squadre (poniamo che siano passate tutte le migliori), più le tre seconde più la vincente della Coppa Italia ammessa di diritto (giusto per esemplificare scegliamo il Teramo).

Secondo lo schema che potete trovare qui sopra, si affronterebbero in gare di andata e ritorno (domenica 21 e mercoledì 24 maggio):

Cremonese-Cosenza; Pordenone-Renate; Lecce-Gubbio; Teramo-Francavilla; Livorno-Foggia; Padova-Lucchese; Juve Stabia-Reggiana; Arezzo-Parma

Il ritorno è in casa della squadra meglio piazzata. Non ci sono supplementari, né il gol che vale doppio in trasferta. Passa chi segna più gol. A parità di gol segnati, passa chi gioca il ritorno nel proprio stadio.

 

QUARTI DI FINALE - Di qui in avanti c'è il sorteggio integrale. Si gioca domenica 28 maggio e giovedì primo giugno. Anche nei quarti di finale ci sono andata e ritorno, senza gol in trasferta che valgono doppio. Vince chi segna più gol. La differenza rispetto agli ottavi è che, a parità di gol segnati, ci sono supplementari e poi rigori.

Nella nostra simulazione sono venuti fuori questi accoppiamenti:

Juve Stabia-Teramo; Arezzo-Pordenone; Padova-Cremonese; Lecce-Livorno

 

SEMIFINALI - Juve Stabia, Arezzo, Cremonese e Lecce (cioè le quattro vincenti) vengono spedite dalla Lega Pro in una sede neutra per giocare la gara secca di semifinale, con eventuali supplementari e rigori, mercoledì 7 giugno. Nel nostro sorteggio sono venuti fuori questi accoppiamenti:

Juve Stabia-Arezzo e Cremonese-Lecce

 

FINALE - E siamo arrivati a domenica 11 giugno. Le vincenti Arezzo e Lecce si contendono la serie B nella stessa sede neutra delle semifinali, con eventuali supplementari e rigori in caso di parità al 90' e 120'. Inutile dire che nella simulazione di Am ha vinto l'Arezzo: ma questa è finzione, mentre la lunga ed estenuante maratona dei play-off si giocherà per davvero!

 

scritto da: Andrea Avato, 04/01/2017





comments powered by Disqus