Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina
PLAY OFF
Monopoli01Ternana
Juventus U2320Padova
Carpi22Alessandria
Renate12Novara
Potenza10Triestina
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Teti, Pera, Lelo, Vasco, Chiodo, Betti, Meo, Bane, Nico a San Siro
NEWS

Esperienza, fisicità, carisma: Gemmi vuole un difensore al top. Sondaggio per Tedeschi

Il ds è a Milano per le trattative di calcio mercato. Dopo le partenze di Milesi e Sirri, l'obiettivo primario è completare il reparto arretrato, possibilmente entro venerdì. Ma aspetti tecnici ed economici devono combaciare e il nuovo acquisto dovrà rappresentare un salto di qualità per tutta la squadra. Nella lista ci sono il centrale del Cosenza e Piccinni del Matera. Sempre in piedi l'ipotesi Bertoncini del Frosinone. Più complicato arrivare a Lisuzzo del Pisa e Scognamiglio del Novara



Luca Tedeschi, 30 anni a maggio, leader difensivo del CosenzaÈ aperto il casting! Questo termine, preso in prestito dal mondo del cinema, rende bene l'idea riguardo la ricerca del difensore centrale che al momento manca alla rosa amaranto. Con le partenze di Sirri ('91) e Milesi ('93), si è deciso di rinnovare per metà il pacchetto centrale arretrato, che ha visto l’arrivo del promettente Barison ('94).

La scelta del prossimo rinforzo, stando a quanto filtra da Milano, potrebbe ricadere su un giocatore esperto che scende dalla B, su un profilo top di Lega Pro (magari con esperienze in categoria superiore) oppure su un elemento, relativamente giovane, di prospettiva. L'intenzione del ds Gemmi è di chiudere entro venerdì, ma solo se aspetti tecnici ed economici combaceranno.

 

Nome importante in categoria è quello di Luca Tedeschi, in forza al Cosenza. 30 anni il prossimo 27 febbraio, è nativo di Bologna, dove ha fatto tutta la trafila nelle giovanili e con cui ha esordito in A nel 2004 contro l’Inter. Lasciati i rossoblù, ha iniziato un lungo girovagare tra B (Spezia e Crotone) e Lega Pro (Ternana, Cremonese, Crotone, Grosseto e Albinoleffe) fino ad arrivare nel 2014 a Cosenza. Centrale dall’alto rendimento, attento e applicato, bravo a guidare il reparto, discreto tecnicamente, quasi imbattibile nel gioco aereo (dall’alto del suo 1.90), in categoria è considerato tra i migliori nel ruolo. Da tre anni leader difensivo del Cosenza (quest’anno non ha saltato neanche un minuto, prendendo solo un giallo), ha il contratto in scadenza a giugno e questa potrebbe essere la leva per aprire una trattativa, probabilmente non semplice, con la società calabrese. 

 

Andrea Lisuzzo, 36 anni, contratto in scadenza a PisaContinuando a sfogliare la margherita, uno dei primi nomi che l'Arezzo ha preso in esame è quello di Andrea Lisuzzo. Classe ’81, nativo di Palermo, è il leader difensivo del Pisa di Gattuso e ne è anche il capitano. Dei giocatori accostasti all’Arezzo, è quello con maggior esperienza: oltre 450 presenze nei professionisti con una stagione di A vissuta da protagonista con la maglia del Novara. Soprannominato il “sindaco”, è carismatico, potente fisicamente, non estremamente veloce ma intelligente tatticamente e forte di testa. Sarebbe un pezzo importante da inserire in rosa per aumentare l’esperienza nel reparto e far maturare i più giovani compagni. Strapparlo ai nerazzurri non è impresa facile, anche se il contratto in scadenza a giugno lo rende un nome allettante.

 

Il secondo difensore in esame è Gennaro Scognamiglio. Napoletano di Gragnano, nato nell’87, è un roccioso centrale in forza al Novara. La sua carriera, fino a quest’estate, si era sviluppata quasi esclusivamente al sud: Sangiuseppese, Crotone, Cosenza, Juve Stabia, Benevento e poi Perugia, con cui nel 2014 ha vinto la Lega Pro. La scorsa stagione con Pagliarulo ha composto a Trapani una delle migliori coppie difensive della serie B, realizzando addirittura 8 reti. In estate era passato al Pisa, ma i problemi societari lo hanno spinto a rescindere il contratto appena firmato e passare al Novara. Mancino puro, è forte fisicamente, molto abile nel gioco aereo, arcigno in marcatura (considerato un “cattivo” ), con una certa confidenza con il gol, quasi 30 in carriera. E' l'obiettivo più difficile da raggiungere vista la lunghezza del contratto (2019). Inoltre è titolare in B in una squadra che lotta per i play-off.

 

Davide Bertoncini, classe '91, fuori lista a FrosinoneRestando in B, un altro nome accostato all'Arezzo è quello di Davide Bertoncini. La trattativa in effetti c'è. Emiliano di Vernasca, è relativamente giovane (26 anni a maggio) e in forza al Frosinone. Cresciuto nel Genoa, dopo un'esperienza nel Piacenza, dal 2012 veste la maglia gialloblù, eccenzion fatta per gli ultimi 6 mesi dello scorso campionato trascorsi a Modena. In questi anni non è mai stato un titolare inamovibile (43 presenze, 5 in serie A, in 4 campionati) e Marino in questa stagione non lo hai mai utilizzato perché fuori lista. Difensore più fisico che tecnico, che però non disdegna far ripartire la manovra, è bravo nell’uno contro uno. Gli manca il ritmo partita, anche se si è sempre allenato con i compagni e ha giocato in primavera. È in uscita da Frosinone, con un contratto in scadenza, che ne fanno un elemento appetito e appetibile in categoria. Su di lui hanno chiesto informazioni anche Parma, Cremonese e Matera.

 

Guardando alla Lega Pro, un nome interessante è quello del centrale del Matera, Matteo Piccinni. Milanese, classe ’86, ha ottima esperienza anche in B (4 stagioni in categoria con Pisa e Albinoleffe). Incrociato due stagioni fa quando indossava la maglia del Real Vicenza, è un difensore muscolare, lottatore, grande agonista, che in marcatura e in anticipo dà il meglio di sé. Dopo una stagione con un rendimento elevato, con l’arrivo di Auteri ha perso la maglia da titolare, raccogliendo solo 11 presenze (di cui 8 da titolare, su 21 partite). È in uscita dal club e in scadenza di contratto, con un accordo di rinnovo che al momento non è stato preso in considerazione, che lo rendono un pezzo pregiato del mercato di gennaio.

 

scritto da: Mauro Guerri, 16/01/2017





comments powered by Disqus