Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - 34a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo31Flaminia
Foligno21Unipomezia
Gavorrano71Trestina
Montespaccato11Rieti
Poggibonsi22Cascina
Pro Livorno04Pianese
San Donato10Cannara
Sangiovannese20Badesse
Tiferno22Scandicci
MONDO AMARANTO
Samuele a Melbourne - Australia
NEWS

Soltanto corsa continua per Ferrario. Le opzioni di Sottili: 4-3-3 o 4-4-2. A Siena gioca Borra

Il neo difensore amaranto si è aggregato al gruppo, senza forzare né partecipare alle esercitazioni tattiche. Reduce da un infortunio al tendine d'Achille, è da escludere una sua presenza da titolare nel derby, anche se potrebbe andare in panchina. Tutti disponibili gli altri calciatori ad eccezione di Benassi, alle prese con un problema al tendine rotuleo che potrebbe richiedere un intervento di pulizia. L'Arezzo a quel punto dovrà decidere se tornare sul mercato o meno



primo allenamento per il difensore Stefano FerrarioQuaranta minuti di corsa continua, con il cronometro in mano e sotto gli occhi del preparatore atletico. Stefano Ferrario ha svolto il primo allenamento in amaranto senza forzare e senza prendere parte alle esercitazioni tattiche. Reduce da un mese e mezzo di assenza per un problema al tendine d'Achille, il difensore è guarito ma non ancora al top. Da escludere una sua presenza dall'inizio nel derby di Siena, anche se Sottili potrebbe portarlo in panchina, per facilitarne l'inserimento in gruppo e per fargli riassaporare il clima partita. Ferrario non gioca gare ufficiali da metà novembre, quando dopo 12 apparizioni da titolare lasciò la Samb al primo posto della classifica. Di lì in avanti i rapporti con il club rossoblu sono peggiorati e il difensore ha cambiato maglia, arrivando ad Arezzo per completare e rafforzare il reparto arretrato. 

Gli altri due nuovi acquisti invece sono in gruppo. ''Barison è pronto per scendere in campo'' ha detto lunedì sera mister Sottili a Block Notes. L'ex Bassano dovrà vincere la concorrenza di Muscat, per un ballottaggio che si allungherà fino alle ore della vigilia. Meno dubbi sugli altri ruoli della linea difensiva, dove troveranno posto Luciani, Solini e Sabatino. 

Sta benone anche Cenetti, ma dalla cintola in su c'è qualche interrogativo da sciogliere, a cominciare dal modulo. Sottili ha a disposizione il 4-3-3 e il 4-4-2, soluzioni affidabili entrambe e che la squadra ha metabolizzato nel corso dei mesi. Bisognerà capire se l'Arezzo andrà a giocarsela con un centrocampo più folto (e adesso con De Feudis, Foglia, Corradi e Cenetti le opzioni sono maggiori), oppure se la base di partenza saranno le due punte di ruolo (Polidori e Moscardelli), con il sacrificio di un mediano.

 

Benassi osserva Garbinesi al lavoro nella seduta di oggiDi buono c'è che in infermeria non sostano più né Grossi (che comunque salterà Siena per squalifica) né Arcidiacono, il quale diventa un'arma in più da sfruttare in questo importante periodo della stagione, con l'Arezzo atteso dal derby e poi dalle partite interne con Alessandria, Lucchese, Cremonese e Livorno. 

L'unico acciaccato è Max Benassi e la gestione del suo infortunio coinvolge anche le strategie di mercato. Il portiere soffre di un'infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio e sta convivendo con il malanno da mesi. Adesso il problema si è acutizzato, tant'è che in settimana Benassi non si è mai allenato e oggi non ha praticamente toccato la palla. 

Un intervento chirurgico di pulizia del tendine comporterebbe circa 45 giorni di stop. L'Arezzo, una volta capito se il giocatore finirà davvero sotto i ferri, dovrà decidere se tesserare un nuovo portiere. E, nel caso, se scegliere un under o un over, liberando a quel punto un posto perché la lista è al completo. La cosa più sicura, a oggi, è che a Siena tra i pali ci sarà il '96 Borra, finora utilizzato contro Prato e Tuttocuoio in Coppa e a Gorgonzola in campionato.

 

scritto da: Andrea Avato, 19/01/2017





comments powered by Disqus