Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Gubbio11Vis Pesaro
Imolese15Mantova
Matelica10V. Verona
Samb04Sud Tirol
Feralpi Salò10Legnago
Perugia30Modena
Carpi00Fermana
Fano11Ravenna
Triestina22Arezzo
Padova00Cesena
MONDO AMARANTO
Mino e Luca allo stadio
NEWS

La pioggia di Pontedera si porta via le ultime diffidenze. E' sbocciato l'Arezzo di Sottili

Era una partita insidiosa, ma l'Arezzo ha dissipato i timori della vigilia con tre gol e una bella prestazione. I numeri non mentono: quinta vittoria di fila, terzo successo consecutivo in trasferta, oltre 270 minuti senza reti al passivo, secondo posto in classifica. E mentre Moscardelli e Polidori salgono a quota 10 in classifica marcatori, l'allenatore viene per la prima volta acclamato dal pubblico amaranto



Stefano Sottili saluta il pubblico amaranto a fine garaSottili l’aveva definita la partita più difficile. Perché dopo la sbornia di entusiasmo con Siena ed Alessandria trovare le giuste motivazioni con il Tuttocuoio non era per nulla scontato. Ed invece l’Arezzo ha dimostrato di essere ormai maturo per ogni traguardo. A Pontedera è andato in scena il copione ormai diventato consueto nelle ultime settimane: approccio alla gara con personalità, capacità di colpire l’avversario al momento giusto, gestione del vantaggio senza affanno. Quello che è ormai evidente la consapevolezza nei propri mezzi acquisita dalla squadra.

I numeri sono lì a testimoniarlo. Quinta vittoria consecutiva,(non accadeva dalla stagione 2006/2007 con Conte in panchina) terza di fila in trasferta, oltre 270 minuti senza subire gol. Dietro l’Arezzo ha tirato giù la saracinesca. Solini è ormai un leader, Barison si è inserito alla perfezione. E davanti a loro Cenetti assicura schermo e protezione.

 

Nel girone di ritorno l’Arezzo è a punteggio pieno, nessuno ha fatto meglio. Ben cinque punti in più rispetto all’andata. Il tris al Tuttocuoio è valso il sorpasso alla Cremonese. Per la prima volta in stagione gli amaranto salgono alla piazza d'onore in solitaria. Una risalita vertiginosa: dal quarto al secondo posto in poco più di un mese. 6 punti recuperati all’Alessandria, 7 alla Cremonese, 5 al Livorno.

 

 

La copertina della domenica se la prendono Moscardelli e Polidori, saliti entrambi in doppia cifra. Dieci gol a testa per una coppia che ormai è una certezza. Il vecchio leone e il giovane rampante sono mix di esperienza, classe, cattiveria e agonismo. E soprattutto senso del gol. Con due così, sognare non è vietato.

Sul podio, accanto a loro, sale di diritto Enrico Bearzotti. L’esterno classe 96’ ha scalato in fretta le gerarchie. Prestazioni di grande sostanza, conditi da assist decisivi e gol pesanti. Domenica dopo domenica ha fatto scivolare in panchina Yamga e Arcidiacono.

 

Ma è stato anche il pomeriggio di Stefano Sottili, acclamato dai tifosi a fine partita. Quel coro, scandito a lungo e con convinzione, ha definitivamente spazzato via la diffidenza e un certo scetticismo che ha accompagnato fin qui il lavoro del tecnico. La gente ora gli riconosce i meriti ed è giusto così perché ha inciso in maniera determinante con le sue scelte.

Adesso che anche l’ultimo tabù è crollato, l’Arezzo può guardare avanti, o meglio davanti. Dove c’è solo l’Alessandria. Il primo posto resta ancora lontano, d’accordo, e la parola d’ordine è pensare una partita alla volta. Ma tra i tifosi si fa strada un pensiero stupendo: che a maggio questa gruppo possa rendere davvero possibile ciò che per adesso resta una fantastica suggestione.

 

scritto da: Andrea Lorentini, 06/02/2017





Tuttocuoio-Arezzo 0-3, intervista a mister Sottili

Tuttocuoio-Arezzo 0-3
comments powered by Disqus