Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzosab15Feralpi Salò
Imolesesab17.30Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Enrico e Simone alle cascate del Vachiratharn - Thailandia
NEWS

Lucchese, la società è in crisi ma la squadra no. Galderisi resta dentro la zona play-off

Il club rossonero sta vivendo un momento complicato: il presidente Bacci, deferito per il mancato versamento di ritenute e contributi (con conseguente -1 in classifica), non è più al timone. Per lui anche un brutto episodio di cronaca: colpi di pistola contro la sua auto. Nell'ultimo mercato, per fare cassa, sono stati ceduti al Perugia sia Forte che Terrani, i giocatori migliori. Il gruppo però si è compattato e continua a stazionare nella parte alta della classifica. Domenica sarà ancora 3-5-2 con De Feo e la bestia nera Fanucchi in attacco



Nanu Galderisi, prima volta ad Arezzo da avversario dopo le panchine del 2009/10Dopo il filotto di 5 vittorie consecutive, l’Arezzo vuol continuare la sua corsa nel derby contro la Lucchese. Le pantere al momento occupano la sesta posizione, appaiate in classifica a Como e Renate a 36 punti, in piena lotta per un posto nei play-off.

 

Storia e Società. La società, che per alcune inadempienze nei mesi scorsi è stata penalizzata di un punto, sta vivendo un momento molto difficile. Dal 28 gennaio scorso Andrea Bacci, deferito dalla Covisoc per non aver versato le ritenute Irpef e i contributi Inps, non è più il presidente. Né lui né la Coam (società che faceva capo all’ex patron), che insieme detenevano l’83% del capitale sociale, hanno adempiuto alla ricapitalizzazione. La restante parte delle quote è in mano alla componente locale: Lucca United (il trust dei tifosi che detiene l’1%, ma che ha sottoscritto il 10 per ricapitalizzare), Città Digitali, Moreno Micheloni e Lucca Partecipazione. Quest’ultimi hanno dichiarato di accollarsi tutte le quote inoptate, per un totale di circa 450 mila euro, che dovranno essere versati entro il 27 febbraio. Inoltre il 16 c’è un’altra scadenza importante, il pagamento degli stipendi e dei contributi che, se non versati, faranno perdere il diritto di incassare i contributi della Lega.

In maniera piuttosto sorprendente, al termine di Lucchese-Tuttocuoio di fine gennaio, in sala stampa si era presentato Bacci, rilasciando la sua versione dei fatti: "Dopo quattro anni Lucca si è liberata del suo presidente, hanno opzionato le mie quote e quelle di Coam. Se non fosse successo avrei salvato il club attraverso la liquidazione e ripartendo dal campionato di Eccellenza. Non devo chiedere scusa a nessuno, ho dato il mio contributo con le mie risorse e non ho rubato nulla".

Bacci nelle settimane scorse è stato anche al centro di un brutto fatto di cronaca: ignoti hanno esploso due colpi di pistola prima contro la sua autovettura, parcheggiata all'AB Florence, ditta di sua proprietà, poi nella notte altri colpi di arma da fuoco sono stati sparati contro una vetrina dell’azienda stessa.

 

Allenatore. In panchina c’è sempre Giuseppe Galderisi. Arrivato a metà della scorsa stagione, si è guadagnato sul campo la riconferma, attraverso una salvezza ottenuta senza passare dai play-out. Nanu, ad Arezzo nel 2009/10 in alternanza con Leo Semplici, è mister sanguigno e carismatico, esperto in categoria, che cerca il risultato attraverso il bel gioco.

 

 

Rosa. Il direttore sportivo Obbedio nel mercato di riparazione ha dovuto fronteggiare la non facile situazione. Per sopperire alle non elevate finanze ha dovuto lasciar partire, verso Perugia, i due giocatori migliori della rosa, cioè Terrani e Forte (15 gol in stagione). Oltre a loro hanno lasciato i rossoneri Martinez (MTK Budapest), Ashong (Fano), Marotti (Lumezzane), Cecconello (Taranto) e Florio (Santarcangelo).

Per rafforzare la rosa si è puntato sulla linea verde e per questo sono arrivati il portiere Ronchi (Salernitana, anno scorso 6 mesi ad Arezzo), il terzino Tavanti (Sambenedettese, via Juve), il centrale Brusacà (Lumezzane), l’aretino Cannoni (Maceratese) e per l’attacco Raffini (Cesena) e D'Auria (Monopoli).

Fondamentale per l’economia della squadra è stata la riconferma del mediano Bruccini, richiestissimo in categoria, soprattutto dal Livorno.

 

Formazione. In queste ultime giornate Galderisi ha optato per un solido 3-5-2, senza due veri attaccanti di ruolo.

In porta Nobile, che ha scalzato dalle gerarchie il più esperto Di Masi. Estremo giovane, forte fisicamente, reattivo e buon para rigori.

Terzetto difensivo formato da Espeche (attento sull’uomo e grande cattiveria agonistica), Capuano (esperienza e senso tattico) e Dermaku (bravo in anticipo, non male nel gioco aereo).

Sugli esterni, a destra dovrebbe essere riproposto Merlonghi, mentre l’out mancino sarà presidiato da Cecchini (cursore di gamba).

In mediana Bruccini (gran corsa, bravo nel pressing), Mingazzini (giocatore di temperamento, organizzatore della manovra) e Nolè (mancino, pericoloso sui piazzati).

In avanti Fanucchi, che quando vede l’Arezzo sciorina sempre grosse prestazioni, e De Feo (5 gol in stagione, mancino naturale, tecnico e molto veloce).

Le alternative: Tulhão e Maini in difesa, Tavanti e Cannoni sugli esterni, Gargiulo, Ballardini e Bragadin in mediana, Zecchinato, Raffini e D’Auria in avanti.

 

duello Mingazzini-Erpen nel match di andataPregi e Difetti. La Lucchese con il mercato di gennaio ha perso i suoi uomini migliori, Terrani e Forte, che in coppia avevano realizzato la bellezza di 19 reti. Galderisi ha fatto di necessità virtù, ridisegnando la squadra e affidandosi ai senatori della sua rosa: Fanucchi, Mingazzini e Capuano. Il gruppo, nelle difficoltà, si è cementato maggiormente, dimostrandosi molto unito con ilmister. Nonostante questo, l’allenatore ultimamente è apparso un po' nervoso, contestando spesso le scelte arbitrali, fatto che gli è costata l’espulsione di domenica contro il Livorno.

La Lucchese è squadra tosta, ben disposta in campo e agonisticamente cattiva. I maggiori pericoli saranno sicuramente portati dalla coppia Fanucchi-De Feo, i giocatori di maggior tasso tecnico e classe della rosa, che formano un duo d’attaccanti atipico e imprevedibile. La mediana è reparto solido, dove Bruccini è l’equilibratore e Mingazzini e Nolè, apparso sottotono domenica, sono quelli atti ad organizzare la manovra. La difesa, forte fisicamente, può andare in difficoltà se attaccata in velocità con palla a terra.

E' comunque una formazione in discreta forma (4 punti conquistati nel 2017), rinfrancata dalla vittoria sul Tuttocuoio e dal pari con il Livorno, che arriverà ad Arezzo per giocare una gara accorta, fatta di pressing e ripartenze. Lontano dalle mura amiche ha raccolto 14 punti, frutto di 3 vittorie (Pontedera, Siena e Piacenza, l’ultima il 23 dicembre), 5 pareggi e solo 3 sconfitte (Tuttocuoio, Como e Alessandria, la più recente per 2-1). Lo score vede 13 reti fatte ed altrettante subite.

 

Ultimo precedente. L’ultima partita tra le due squadre disputata al Comunale risale al 15 novembre 2015 e vide i rossoneri imporsi per 2-1. Vantaggio amaranto grazie a Cori e rimonta nei minuti finali griffata da una doppietta di Fanucchi. L’andata si chiuse sul 2-2 : doppio vantaggio Lucchese grazie a Terrani e Bruccini e pareggio ottenuto grazie al rigore di Moscardelli ed al colpo di testa di Polidori.

 

scritto da: Mauro Guerri, 10/02/2017





Lucchese-Livorno 0-0, le immagini della partita

comments powered by Disqus