Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Stefano al Camp Nou di Barcellona
NEWS

Nonostante tutto, Borra è da 8. Arcidiacono non sfrutta la chance. Male gli esterni

Il portiere amaranto subisce i primi gol in campionato e però si guadagna la palma del migliore in campo con almeno tre parate super, compreso il rigore respinto a Pesenti. Luciani e Sabatino in difficoltà ma tutta la squadra resta sotto la sufficienza



il rigore parato da Borra a PesentiLe pagelle di Pro Piacenza-Arezzo.

BORRA 8 Fino a oggi era imbattuto. ''Sì, ma non gli hanno mai tirato in porta'' si diceva. Che poi non era proprio vero ma va beh. A Piacenza lo bersagliano da ogni dove e lui fa almeno tre parate super, compreso il rigore respinto a Pesenti (quarto penalty intercettato tra campionato e Coppa). Si arrende sui gol ma è Borra e non Spider Man.

DE FEUDIS 5.5 Sottili lo manda dentro al posto di Cenetti, sofferente dopo le botte della scorsa settimana. Ci mette un po' a carburare, stritolato dalla verve di Aspas e Pugliese. Colpisce la traversa che propizia la rete di Moscardelli, poi torna sotto traccia fino al cambio (st 21' Grossi 5.5 Una magia in mezzo a tre avversari. Un paio di intuizioni che meritavano di più. Quando entra Grossi, ci si aspetta il colpo spacca partita. Non era facile, ma non accade).

MOSCARDELLI 5.5 Per un tempo ha piglio e lucidità. Segna il gol numero 11, si sbatte, sprona i compagni. Alla lunga gli resta solo il piglio, ammirevole, ma gestisce male qualche situazione sulla trequarti che poteva aprire scenari diversi.

BARISON 5 Da quando era entrato in formazione, l'Arezzo non aveva mai preso gol. Al ''Garilli'' è un'altra storia. Pesenti fa il diavolo a quattro, anche perché il muro di difesa, solitamente solido, si apre come il burro. A disagio in marcatura e pure in avvio di manovra.

SOLINI 5 La fisicità di Pesenti, l'intelligenza di Musetti che scala a giocare palla da trequartista, gli tolgono la consueta serenità. Dentro l'area poi la prendono quasi sempre quelli vestiti di rosonero. Né gli giova il cambio modulo, fino al gollonzo del 3-1, emblema della giornata, che lo vede protagonista suo malgrado.

BEARZOTTI 5 Un mezzo lampo al minuto 26, quando innesca De Feudis originando l'azione del pareggio. Decisamente troppo poco (st 1' Corradi 5 Entra così così e si adegua, purtroppo per la squadra, all'andazzo generale. Palleggio sporco, soluzioni sbagliate, un cartellino che gli farà saltare la Cremonese).

POLIDORI 5 Buon inizio, due conclusioni di sinistro che sembrano indizi beneauguranti. Poi la melassa della partita lo avvolge e non è nemmeno fortunato quando Belotti lo tira per la maglia, facendogli mancare l'impatto di destro con la palla. Nel complesso, meno Polidori del solito.

LUCIANI 4.5 Acciaccato in settimana, irriconoscibile in partita. Non spinge, difende malissimo e pasticcia una miriade di palloni. Barba prima e Martinez poi lo mettono in croce.

SABATINO 4.5 Veniva da un periodo da pollice su, ma la Pro la partita la vince sugli esterni. Bazzoffia va come un treno e Calandra, da dietro, sale a tutto gas. Preso in mezzo praticamente sempre, cede la fascia agli avversari con tutto quel che ne consegue.

FOGLIA 4.5 Se anche il motorino inesauribile batte in testa, vuol dire che proprio non è giornata. Fuori fase dall'inizio e non è un caso che il fallo da rigore lo provochi proprio lui con un'entrata improvvida da tergo. In mezzo al campo, senza il vero Foglia, vengono meno ritmo e sbocchi per la manovra.

ARCIDIACONO 4 Sottili gli dà di nuovo la chance di partire dall'inizio. Ma non c'è traccia di estro nel suo traslocare da una fascia all'altra, nei tagli verso il centro del campo e nelle giocate individuali. Spento e trasparente (st 1' Yamga 5.5 Un paio di sgassate apprezzabili, un'ammonizione provocata a Belotti. Ma sono piccoli sussulti dentro 49 minuti anonimi).

 

scritto da: Andrea Avato, 19/02/2017





Pro Piacenza-Arezzo 3-1, intervista a Daniele Borra

Pro Piacenza-Arezzo 3-1
comments powered by Disqus