Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Filippo, Raffaello e Stefano in Islanda
NEWS

Cade il fortino amaranto, la Cremonese resta tabù. Decisivo il gol di Stanco in avvio (0-1)

L'Arezzo va sotto dopo 9 minuti, rischia di subire il raddoppio e poi si scuote, attaccando con costanza per tutto il primo tempo ma con troppa frenesia. Ravaglia respinge un tiro di Luciani, per il resto non ha grande lavoro. Nella ripresa i grigiorossi si difendono con ordine, rinunciando a ripartire e portando in fondo il risultato. Proteste del pubblico per l'arbitraggio di Amoroso



il gol di Stanco che ha deciso la partitaModuli confermati su entrambi i fronti: Sottili ripropone il 4-4-2 con Yamga e Cenetti dal primo minuto. Rombo in mediana per Tesser, che piazza Perrulli alle spalle di Stanco e Brighenti.

Gli amaranto rompono subito gli indugi con Bearzotti, che in area controlla un pallone spizzato da Moscardelli calciando poi alto di sinistro, ma a passare in vantaggio al 9’ è la Cremonese: cross dalla destra di Brighenti, Stanco brucia Barison e di destro scarica in fondo al sacco. Partita subito in salita.

La pronta reazione al 17’ porta la firma di Yamga, lanciato lungo dalle retrovie, che dopo essersi accentrato conclude senza centrare l’angolino lontano, ma dietro la retroguardia di Sottili rischia ancora sul traversone di Salviato per Stanco: fuori il suo tiro al volo all’altezza del dischetto.

La partita si incattivisce e ne fanno subito le spese Cenetti e Pesce, ammoniti entrambi. Al 31’ ci prova Foglia dopo tre angoli consecutivi, il piazzato termina abbondantemente fuori. Tre giri di lancette dopo, saetta di Luciani dal limite, Ravaglia è attento sul primo palo e mette in angolo. Poi, di botto, i ritmi calano, Ravaglia si becca più di una volta i fischi dello stadio per le elefantiache rimesse in gioco e la prima frazione arriva lentamente al termine senza alcun recupero.

 

Anche l’inizio della ripresa non riserva grossi sussulti, l’Arezzo cerca di far gioco e trovare uno spiraglio nel muro grigio rosso, la Cremonese gioca praticamente soltanto di rimessa con palla lunga. Per vedere il primo tiro si deve aspettare la giocata solitaria di Brighenti al 13’ che si spegne sull’esterno della rete. La prima scossa amaranto è al 16’ con l’occasione sulla destra per Yamga dopo un buon giro palla: il numero 17 conclude però ben oltre i legni difesi da Ravaglia.

Poi è lo stesso Yamga a suggerire per l’accorrente Bearzotti, spostato terzino dopo l’uscita per infortunio di Luciani (sostituito da Grossi), il traversone in mezzo dalla linea di fondo è buono per Polidori che prende il tempo al difensore ma incorna fuori misura. Il gioco ristagna e Sottili al 31’ decide di cambiare le carte in tavola: fuori Bearzotti e Cenetti, dentro Erpen e Masciangelo e modulo che diventa un 3-4-1-2.

La mossa purtroppo non paga, perché la gara si spegne definitivamente e la Cremonese riesce a gestire in scioltezza il vantaggio minimo. Anzi, nel recupero Cavion potrebbe anche firmare il raddoppio, ma il suo tiro di esterno esce completamente sballato.

Cade il fortino del Comunale e succede nella gara più delicata della stagione. La Cremonese (imbattuta ad Arezzo in dieci precedenti) bissa il rocambolesco successo dell’andata mettendo adesso un vantaggio di 4 punti tra se e gli amaranto, a secco di vittorie da tre giornate e con un punto solo messo in cascina.

 

Stadio ''Città di Arezzo, ore 20.30.

AREZZO (4-4-2): 22 Borra; 16 A. Luciani (15' st 11 Grossi), 6 Barison, 4 Solini, 3 Sabatino; 21 Bearzotti (31' st 5 Masciangelo), 8 Foglia, 20 Cenetti (31' st 10 Erpen), 17 Yamga; 18 Polidori, 9 Moscardelli.

A disposizione: 26 Farelli, 2 Muscat, 13 De Feudis, 14 Demba, 15 D'Ursi, 23 L. Luciani, 24 Rosseti, 25 Arcidiacono.

Allenatore: Stefano Sottili.

Indisponibili: 31 Ferrario. Squalificati: 7 Corradi (1). Diffidati: A. Luciani, De Feudis.

CREMONESE (4-3-1-2): 1 Ravaglia; 4 Salviato, 21 Canini, 28 Bastrini, 26 Ferretti; 23 Scarsella (42' st 8 Cavion), 18 Pesce, 7 Belingheri; 20 Perrulli (18' st 17 Porcari); 11 Stanco, 9 Brighenti (46' st 6 Lucchini).

A disposizione: 12 Bellucci, 22 Galli, 2 Procopio, 10 Maiorino, 14 Moro, 16 Talamo, 19 Scappini, 29 Redolfi.

Allenatore: Attilio Tesser.

ARBITRO: Carlo Amoroso di Paola (Antonello Mangino di Roma - Antonio Santoro di Roma).

NOTE: spettatori presenti 2.699, incasso non comunicato. Ammoniti: pt 27' Cenetti e Pesce; st 4' Foglia, 17' Ferretti, 30' Moscardelli, 32' Borra. Angoli: 7-0. Recupero tempi: 0' e 5'

RETI: pt 9' Stanco

 

scritto da: Daniele Marignani, 26/02/2017





Arezzo-Cremonese 0-1, intervista con Attilio Tesser

Arezzo-Cremonese 0-1
comments powered by Disqus