Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Beatrice, Paolo, Rachele, Elisa ed Emanuele a Ischia
NEWS

Non solo il gol, Moscardelli trascinatore. Barison guida la difesa a tre. Yamga evanescente

Prestazione gladiatoria del capitano, incisivo e baldanzoso per tutti i novanta minuti. Cenetti cattura palloni a iosa, Sabatino si riscopre frizzante e solido nel vecchio ruolo di quinto a sinistra. Solini si dimentica De Sousa alle spalle nell'azione del gol gialloverde. Momento di flessione per Polidori



il gol di De Sousa al minuto 25, nulla da fare per BorraLe pagelle di Racing Roma-Arezzo.

MOSCARDELLI 7.5 Gladiatorio nella fanghiglia di Casal del Marmo. Sempre lucido, molto mobile, ispirato anche quando viene a fare il raccordo tra mediana e attacco, con alcune palle verticali giocate in controtempo sugli avversari. Il gol, un po' d'estro e un po' di rapina, è il dodicesimo in campionato. Incisivo e baldanzoso il Mosca. 

BARISON 6.5 Guida il reparto a tre e non lo guida male per niente. Ruvido, attento, si fa rispettare e anche tatticamente legge con intuito diverse situazioni che potevano diventare pericolose. Lì dietro dà sicurezza.

CENETTI 6.5 A volte la precisione nei passaggi gli viene meno, però cattura palloni a iosa e li contende con la sua caratteristica ferocia a tutti i dirimpettai. Una prova di sostanza, come gli veniva richiesto.

SABATINO 6.5 Frizzante e solido fin dalle prime battute. Evidentemente tornare al vecchio amore, cioè la fascia da quinto, gli porta benefici tattici, tecnici e anche psicologici, tant'è che con il podista Selvaggio viene fuori un bel duello e Bigoni è costretto a restarsene bassissimo. Si perde un po' quando deve alzare il livello della giocata, ma oggi è tra i più meritevoli. Mette lo zampino anche nell'azione del pari.

CORRADI 6.5 Vivace e ispirato per tutto il primo tempo, viene meno alla distanza quando il campo si fa più infido. Tatticamente poliedrico e non è particolare da poco (st 42' Erpen ng).

BORRA 6 Il campo infame gli toglie un po' di eleganza negli interventi. Due volte è efficace ma non proprio bello a vedersi. Senza colpe sul gol di De Sousa.

 

 

MUSCAT 6 Sottili cambia modulo e lui fa il braccetto di destra. Ha i centimetri e i muscoli che servono in una serata del genere. Soffre la verve di De Sousa, neutralizza la fisicità di Majtan. In impaccio quando c'è da palleggiare, ma ci sta.

SOLINI 5 Una macchia gigantesca dentro una partita altrimenti dignitosa: si dimentica De Sousa alle spalle e la spizzata di Majtan lo mette completamente fuori gioco. E' il gol che manda sotto l'Arezzo e che poteva costare carissimo.

YAMGA 5 Oggi fa il quinto di destra, che significa spingere ma anche ripiegare, con centoventi metri di campo in gestione. Vero che Foglia scala a dargli una mano e che Muscat presidia la zona alle sue spalle, però i compiti da assolvere sono decisamente più ampi. Forse per questo, forse per il terreno paludoso, il colpo gli resta quasi sempre in canna (st 22' Bearzotti ng In una partita del genere, ventisette minuti totali e una ventina effettivi sono pochi per un voto. Ha gamba, brio e voglia, gli manca precisione quando arriva al cross. Ma anche qui non si più non menzionare il terreno irregolare).

FOGLIA 6 Non il Foglia dirompente di qualche altra partita, ma nemmeno il giocatore esangue delle ultime prestazioni. Una via di mezzo apprezzabile, risultato di tanto sacrificio in mezzo al campo, specie per tamponare Vastola, e una applicazione continua. Si mangia un gol su assist di Moscardelli, lì avrebbe potuto fare di più.

GROSSI ng Nella partita della sciabola, la sua presenza dal primo minuto è un po' una sorpresa. Ma la scommessa di Sottili resta nel limbo e un malanno muscolare lo mette subito fuori causa (st 26' Polidori 5 Entra a freddo, senza riscaldamento, e ci mette diversi minuti prima di acclimatarsi alla partita. Una girata di sinistro, da attaccante vero d'area, è l'unico bagliore in un pomeriggio senza acuti. Momento di flessione per il 18, cose che capitano).

 

scritto da: Andrea Avato, 04/03/2017





Racing Roma-Arezzo 1-1, intervista con Muscat

Racing Roma-Arezzo 1-1
comments powered by Disqus