Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Meri, Luca l'americano, Luca l'italiano negli States
NEWS

Un'altra prodezza decisiva e l'affetto dei tifosi: il Mosca ha fatto 13. La difesa torna bunker

Il capitano prende 8 in pagella: ha firmato prestazioni migliori ma il gol da tre punti (tredicesimo in campionato) è veramente da standing ovation. Il modulo con i tre centrali esalta Muscat e Solini, bene anche Barison e Borra. Positivo De Feudis da play basso. Yamga altalenante, pochi guizzi per Polidori



l'ex Mazzoni trafitto dalla staffilata di MoscardelliLe pagelle di Arezzo-Livorno.

MOSCARDELLI 8 Ha firmato prestazioni migliori. Ma il gol è da antologia. O, per usare il campionario delle frasi fatte, da standing ovation. Lì c’è tutto il Mosca: estro, acume, tecnica, intuizione, qualità. L’Arezzo non vince solo per la prodezza del capitano, ma soprattutto per la prodezza del capitano sì. La gente in visibilio è lo specchio di un feeling sbocciato al primo istante e consolidatosi sempre di più. Moscardelli ha fatto 13, in tutti i sensi.

MUSCAT 7 La difesa a tre gli giova. Copre Yamga, francobolla Maritato e prende una castagna da Murilo (involontaria, boh?) in pieno viso a inizio ripresa. Resta stoicamente in campo, portando a compimento una prestazione intelligente tatticamente e con diverse cose buone anche nel palleggio da dietro.

SOLINI 7 A Roma era andato offline nell’azione del gol di De Sousa. Stasera non sbaglia una virgola e l’Arezzo blinda anche grazie a lui l’area di rigore. Bene di testa, bene di piede. Buona prova.

BORRA 6.5 Di lavoro ne ha poco, ma quel poco lo sbriga con la consueta sicurezza. Dopo tre giornate, chiude di nuovo imbattuto.

BARISON 6.5 E’ il centrale del terzetto arretrato. A volte servirebbe qualche traiettoria diversa, qualche variazione sul tema per impostare l’azione e trovare un corridoio verticale piuttosto che il solito giro palla. Questione di caratteristiche ma alla fine è un dettaglio che non ne inficia l’interpretazione del ruolo.

 

 

DE FEUDIS 6.5 Preferito un po’ a sorpresa a Cenetti, stavolta si merita la preferenza. Dirige il traffico, fa il play basso senza estri particolari ma con costante geometria. Soprattutto, è un baluardo davanti alla difesa e sporca una miriade di palloni. Utile, anche se un po’ in apnea nel finale.

SABATINO 6 Dalla sua parte ci sono i più dinamici del Livorno. Galli sa spingere, Marchi è un incursore patentato e lui ha tante sollecitazioni. Non se la cava male, non sbanda, regge l’urto con vitalità ma deve rinunciare a qualche tacca di brillantezza. Ammonito, salta la prossima.

FOGLIA 6 Incrocia spesso Valiani. Non lo mangia né si fa mangiare. Più lavoro sporco che lustrini, in una serata da battaglia e da sostanza.

CORRADI 6 Alla vigilia era un potenziale trequartista nello schieramento amaranto. Alla prova dei fatti è un intermedio puro che scivola in mezzo e/o avanti a seconda delle situazioni. Stasera è più tattico che veramente incisivo. Ma la partita richiedeva questo (st 19’ Cenetti 5.5 Non entra benissimo. Sottili lo piazza sul centrodestra e sposta Foglia di là, ma l’impatto è stranamente sfilacciato).

YAMGA 5.5 Un’altalena continua di intuizioni positive, stile Yamga prima maniera, e di palloni masticati senza costrutto. Applicato in copertura, generoso in ripiegamento anche sul finale di gara, lucido solo a tratti dalla metà campo in su. Franco lo aspetta e avanza di rado, lui però ha il freno tirato. E a inizio ripresa si divora la palla del 2-0.

POLIDORI 5.5 Ci mette il cuore e una concentrazione feroce: si vede da come va a coprire gli spazi quando il Livorno, nel secondo tempo, alza la percentuale di possesso e costringe l’Arezzo a coprire anche con gli attaccanti. Vicinissimo al gol con il destro di controbalzo sotto la nord, poi però non produce molto altro. Sostituito per crampi (st 36’ Erpen ng Un quarto d’ora appena, poco per un voto).

 

scritto da: Andrea Avato, 11/03/2017





Arezzo-Livorno 1-0, intervista a Davide Moscardelli

Arezzo-Livorno 1-0
comments powered by Disqus