Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Serena e Ely
NEWS

Sconfitta a testa alta. Il Castelvecchio segna due volte, le amaranto sfiorano la rimonta (2-1)

Gran caldo a Savignano sul Rubicone per la 22esima giornata di serie B. La squadra di casa chiude il primo tempo con due gol di vantaggio, ma nella ripresa deve subire il ritorno dell'Arezzo, che va in rete con Torrioli e tiene la partita in bilico fino all'ultimo minuto



Arriva una nuova sconfitta per l’Arezzo Calcio Femminile in terra romagnola nel 22° turno del campionato nazionale di serie B. A poco è valsa la prima rete stagionale di Torrioli, il Castelvecchio è riuscito nuovamente a vincere di misura contro le ragazze allenate da Nazzarena Grilli con il risultato finale di 2-1.

 

La gara. Si trovano nuovamente di fronte, per la quarta volta in questa stagione, Arezzo e Castelvecchio. Dopo i tre precedenti negativi per la formazione aretina, Grilli prova a sfatare il tabù inserendo nella formazione iniziale Tellini a far coppia centrale con Teci; confermate in mezzo al campo Prosperi con Verdi e Baracchi; in avanti Nocchi nuovamente dietro alle spalle di Di Fiore.

Il Castelvecchio, forte del terzo posto in classifica, si presenta davanti al proprio pubblico con l’obbiettivo di vincere e per questo il tecnico Varchetta si affida alla velocità e alla imprevedibilità delle proprie giocatrici. Dall’inizio quindi la bomber Guidi, 17 reti stagionali, Amaduzzi e Beleffi che già ad Arezzo avevano lasciato un bel segno.

Nei primi minuti di gioco il Castelvecchio è abile a spingere per trovare l’immediata rete del vantaggio con il pressing a tutto campo; il gol arriva dopo appena 8 minuti di gioco grazie ad un calcio di punizione battuto da Martina Amaduzzi dal limite del lato sinistro dell’area di rigore, Antonelli può solo osservare la traiettoria finire in rete. L’Arezzo riesce a scuotersi e l’occasione arriva a Nocchi al 20’ dopo un bel cross di Mattiacci, ma è bravissima a bloccare centralmente il portiere ospite. Nel momento buono dell’Arezzo ecco il raddoppio della squadra di casa: bell’azione corale del trio Beleffi – Nagni – Deidda con quest’ultima che trova la conclusione da fuori area, Antonelli riesce a parare ma nella respinta la più veloce è Casali che deposita in rete il 2-0. Inevitabile il calo di ritmo delle due squadre, dovuto al gran caldo al Comunale di Savignano sul Rubicone. Di questo ne approfitta il Castelvecchio che difende il risultato fino allo scadere del primo tempo.

 

Ripresa. Nel secondo tempo il copione della gara cambia vistosamente: l’Arezzo torna in campo pieno di energia e mette sotto pressione la squadra di casa con Prosperi e Nocchi che salgono in cattedra con due conclusioni da fuori, ma entrambe non trovano la porta. Prova allora ad effettuare dei cambi l’allenatrice dell’Arezzo inserendo Mencucci, Zeghini ed infine Torrioli per tentare il tutto per tutto. È proprio Torrioli che accorcia le distanze siglando la sua prima rete in serie B dopo un pasticcio difensivo della avversarie in area di rigore.

Nel finale di gara l’Arezzo prova l’arrembaggio per trovare la rete del pareggio, ma tutti i tentativi si rendono vani quando il direttore di gara fischia la fine dell’incontro. Dunque una nuova sfortunata sconfitta per l’Acf Arezzo che, dopo un primo tempo opaco, trova come sempre la reazione nella ripresa e sfiora la rete del pareggio dopo che Torrioli aveva ridotto le distanze. La squadra amaranto rimane cosi al nono posto in classifica a 25 punti, mentre il Castelvecchio rafforza la propria posizione in classifica portandosi a 48 punti, +1 sul Padova.

 

Acf AREZZO: Antonelli, Arzedi, Teci, Verdi, Di Fiore, Mazzini, Mattiacci, Baracchi, Prosperi, Nocchi, Tellini

A disposizione: Mencucci, Torrioli, Zeghini

Allenatore: Nazzarena Grilli

 

scritto da: Riccardo Buffetti, 11/04/2017





comments powered by Disqus