Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Rita e Simone sposi amaranto
NEWS

Il cuore da solo, ansia da prestazione, palle inattive, la schizofrenia dell'ambiente

L'Arezzo ha approcciato e gestito la partita senza testa. Apprezzabile la forza di volontà messa dentro nel finale, ma da sola serve a poco. Il fatto è che la frenesia e la smania, dopo aver condizionato la gara di Piancastagnaio, sono tornate a galla. Il Pontedera adesso è di nuovo a +7 ed è imbarazzante la differenza su come le due squadre sfruttino i calci piazzati. Ma il campionato non è finito e con 9 giornate da giocare, è vietato tirare i remi in barca



il fallo da rigore e da espulsione di Scarabattola su Martinez1. C’è poco da salvare in una partita che l’Arezzo ha approcciato e gestito senza testa. Il cuore va bene, ma da solo serve a poco. L’arrembaggio finale, l’assalto all’arma bianca, i gol del pareggio hanno reso la gara di sicuro più emozionante, più adrenalinica, ma non più bella. Il 2-2 è frutto esclusivo di una concatenazione di episodi e, questo sì, della forza di volontà di una squadra che non si è rassegnata alla sconfitta. E’ un pregio, per carità. Però rischia di restare fine a se stesso. Sballato l’inizio, con le distanze andate a farsi friggere, due gol sul groppone e un risultato compromesso. Confuso il proseguimento del match, in cui l’Arezzo si è snaturato per buttare avanti palloni lunghi inutili e improduttivi, senza giocarla mai a due tocchi come sa. Da mani nei capelli l’ultimo quarto d’ora, con la Pontevecchio in nove, un portiere che non era un portiere e nessuno che inquadrasse lo specchio. Troppa frenesia, poca lucidità e per fortuna che Crescenzo ha trovato il pertugio giusto all’ultimo secondo. Poi avrà pure esultato all’eccesso, ma il problema certo non è quello.
2. A tre quarti del campionato, con 25 partite giocate su 34, una riga si può già tirare. L’Arezzo fa e disfa con le sue mani, ha picchi di qualità superiori alla categoria e poi si infila dentro l’imbuto di una partita come quella di ieri. Due gare in fila è riuscito a vincerle alla decima e undicesima giornata, dopo due mesi di stagione. Tre partite in fila non le ha vinte mai. Pochi giocatori garantiscono a Bacis uno standard di rendimento durevole. Quasi tutti sono elementi di livello, solo qualcuno fa della costanza una caratteristica peculiare. E adesso c’è anche un altro nemico: l’ansia. Se Piancastagnaio e Ponte San Giovanni siano collegate, non si sa. Però sull’Amiata la voglia di recuperare la partita cagionò errori madornali in fase difensiva. E finì 4-0 per loro. Ieri, con settanta minuti davanti e un avversario con la difesa titolare falcidiata da squalifiche e infortuni, incerottato come un reduce dal fronte, la smania si è rifatta sentire. E senza i due rossi a Cecchini e Scarabattola, chissà come sarebbe andata. Ciò che manca è la calma dei forti, difficile da trovare al supermercato.
Martinetti di testa segna l'1-0 per la Pontevecchio3. Il Pontedera è l’esatto contrario dell’Arezzo. Anche adesso che sta faticando dal punto di vista atletico, capitalizza al massimo e non prende gol. E’ difficile che tiri fuori la prestazione da applausi, ma di rado sbaglia partita e spesso si affida al salvagente delle palle inattive. In questo senso, il confronto è imbarazzante. Il 70 per cento dei gol segnati, Masi l’ha ottenuto da corner e punizioni. L’Arezzo, di 52 reti realizzate, ne ha messe dentro 4 da calcio d’angolo. Troppo poche, anche se il Carfora della situazione in effetti non c’è.
4. Paradossale il post gara di ieri, con quelli della Pontevecchio imbufaliti con la terna arbitrale. Una vittoria sfumata in quel modo fa girare le scatole, ma la realtà è diversa. Marchesini di Legnago ha sbagliato pochissimo, nulla nel secondo tempo. Il doppio giallo a Cecchini è sacrosanto, il rosso diretto a Scarabattola pure. E Crescenzo, sul 2-2, è tenuto in gioco da Lacrimini. L’unica macchia dell’arbitro è il penalty concesso a Cicchi, andato a terra dopo un contatto minimo con Macellari. In diretta sembrava un rigore generoso, rivisto in tivù è inesistente.
5. C’è comunque una certa schizofrenia in tutto l’ambiente nel giudicare questo campionato. Ieri a Ponte San Giovanni siamo passati dall’ottimismo generalizzato del pre gara ai mugugni conditi con qualche insulto dopo il 2-0, al classico “fuori le palle”, poi all’incoraggiamento dopo il rigore di Raso fino agli applausi a fine match. Alle due di pomeriggio l’Arezzo era in corsa per vincere a suon di tabelle e pronostici, stamani potrebbe già chiudere la baracca. La matematica non è un’opinione e 7 punti da recuperare non sono 5, ma il campionato è strano e imprevedibile. Il Pontedera finora è stato bravissimo a nascondere tutti i suoi difetti, mettendo a nudo quelli dell’Arezzo. Solo che mancano 9 giornate, compreso lo scontro diretto. Magari il 29 aprile toccherà fare gli invitati d’onore alla festa granata, magari sarà una domenica epocale. Chi lo sa? Il trend per ora dà ragione a Masi, che ha perso una volta e basta. Ma il trend, nel calcio, conta fino a quando non viene smentito.

 

scritto da: Andrea Avato, 05/03/2012





Pontevecchio-Arezzo 2-2, immagini della partita

Pontevecchio-Arezzo 2-2
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Keaton, il 05/03/2012 alle 10:46

Foto Commenti

Premetto subito che non ho visto la partita, ma la sensazione è che a questa squadra manca la cattiveria necessaria da mettere in campo nei momenti più importanti.

Qualcuno nei commenti all'altro articolo ha detto che bisognava mettere la grinta sin dagli spogliatoi prima di entrare in campo e su questo sono pienamente d'accordo.

Con 5 punti da recuperare non si può entrare in campo mosci ed essere in poco tempo sotto di 2 gol col Pontevecchio (con tutto il rispetto).

La speranza è l'ultima a morire, ma adesso è veramente dura.

C

Commento 2 - Inviato da: Toni, il 05/03/2012 alle 11:17

Foto Commenti

Tutto giusto Andrea però non ci prendiamo x il cu.lo!

Commento 3 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/03/2012 alle 11:45

Foto Commenti

Senza mezzi termini. Gianni Monsignori, presidente della Pontevecchio, non lascia spazio a dubbi ed intervendo in ‘Terzo tempo’ a Radio Onda Libera martella con forza.

“E’ arrivato il tempo di dire basta, non ce la faccio più con questo calcio. Qui non possiamo più considerare certe situazioni errori in buonafede, io non posso tutte le domeniche dover lasciare lo stadio per andare a vedere un’altra gara, mi piacerebbe vedere la Pontevecchio, ma mi è praticamente precluso, morirei d’infarto, è impossibile continuare così. In quuesto calcio tutti rimediano, tutti ci mangiano, e solo noi dirigenti mettiamo soldi e dobbiamo pure arrabbiarci. Non è più possibile proseguire su questa strada. Lunedì o martedì ci ritroveremo con gli altri dirigenti della Pontevecchio, ma la strada di Monsignori è quella di lasciare. Spero ci sia qualcuno pronto a prendere in mano le redini della società, io non ce la faccio più mi tiro indietro”.

Questo il succo del lungo intervento del patron ponteggiano. Ora si attendono sviluppi, di certo il numero uno della Pontevecchio c’è andato giù pesante: tornerà sui suoi passi? Vedremo i prossimi passaggi della vicenda.

 

www.settecalcio.it

 

 

 

 

Commento 4 - Inviato da: chiana, il 05/03/2012 alle 11:50

Foto Commenti

Andrea cosa dovrebbero fare i tifosi... hanno incitato, hanno invitato a tirare fuori gli attributi quando la squadra era in balia del real pontevecchio ed alla fine hanno applaudito sull'onda emotiva di un pareggio "miracoloso" che tiene accesa una minima fiammella di speranza. Applausi non de tutto meritati a dirla tutta. L'ambiente non è schizzofrenico è mooolto paziente... anche troppo!

Commento 5 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 05/03/2012 alle 11:55

Foto Commenti

Nell'articolo c'è tutto il campionato dell'Arezzo......un 'ottima squadra che però spesso,direi troppo spesso, si è persa e lottare contro se stessi è durissima a questo aggiungi un Pontedera,fino a questo momento stellare,e la frittata è fatta.La speranza è l'ultima a morire ci mancherebbe e tutto quello che è stato fatto di buono quest'anno non deve essere dimenticato però effettivamente è un susseguirsi di momenti esaltanti e partite che invece sembrano giocate da un'altra squadra.Vedremo cosa accadrà di qui alla fine ma da domenica in poi il ritornello "ora non possiamo più sbagliare"(sentito per tutto l'anno) diventa un dogma imprescindibile!

Commento 6 - Inviato da: classe69, il 05/03/2012 alle 12:27

Foto Commenti

Articolo veritiero c'è tutto il campionato siamo un ottima squadra giochiamo pure bene (tante volte)...ma 3 vittorie di fila MAI..e non può essere casuale!!! Errori di valutazioni sul mercato estivo e invernale e la maledizione di avere una squadra davanti che non conosce pause , cali di tensione o partite sfortunate!!!! Il -7 anzi (-6) in realtà sta qui....ed ad onor del vero sono 2 partite!!!! FINO ALLA FINE......!!!!!!!!

Commento 7 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 05/03/2012 alle 12:27

Foto Commenti

Il presidente Monsignori si dimette, adducendo ragioni a dir poco risibili... l'arbitro di ieri ha sbagliato (forse) solo un intervento, ed è, nel caso, la concessione del rigore alla Pontevecchio. Ma lasciamogli il rigore, Monsignori protesta per le due espulsioni... Ok, il primo giocatore ad andare sotto la doccia, ha preso un rosso per doppia ammonizione, quando in realtà già l'intervento che gli è costato il secondo giallo era da rosso diretto. Il secondo giocatore, il portiere Scarabattola, esce in una maniera folle su Martinez. Le foto del momento in questione rendono l'idea molto più e molto meglio delle immagini televisive. Come può pensare Monsignori di protestare per questi due rossi? Vuole forse, Monsignori, farsi un conto di quanti minuti sono stati persi nel corso del secondo tempo, e protestare per i 6 minuti di recupero?

No, parliamoci chiaro... Monsignori tira i remi in barca perchè ieri nel post partita ha preso a calci l'arbitro (chi c'era sa, io c'ero), ha aggredito fisicamente e verbalmente i fotografi (eravamo solo in due a Ponte San giovanni), i giornalisti, gli operatori, gli ufficiali di polizia (che non sono intervenuti) etc etc etc etc... Monsignori si dimette perchè tanto lo deferiscono a vita se l'arbitro riporta anche solo 1 su 5 delle cose successe nel post gara. Quasi altrettanto ha fatto anche il presidente onorario Fondacci... vediamo se lui dice qualcosa...

Commento 8 - Inviato da: el lagarto, il 05/03/2012 alle 12:44

Foto Commenti

Monsignori si dimetta pure, tanto un presidente così in una qualsiasi socetà non può far bene. E' già un miracolo per lui che ha trovato un' Arezzo poco incisivo, altrimenti ne avrebbe presi 5. Forse si mangia i gomiti perchè all'ultimo minuto ha beccato il gol del pareggio e non ha mandato giù il rospo. Il riassunto della situazione l'ha fatto Giulio, e allora ben gli stà.

Permettetemi un appunto: tutte le volte che i ragazzi vengono elogiati in partita rendono meno, quando invece vengono criticati, in partita sono più incisivi più concentrati e rendono di più. Non so se è una mia inpressione, ma se così fosse allora bisognerebbe tenerli sulla corda...

Commento 9 - Inviato da: chiana, il 05/03/2012 alle 13:05

Foto Commenti

Alla fine di cosa si lamenta? Doppio giallo ineccepibile... anzi forse addirittura in ritardo perchè quel cignale di falli ne ha fatti diversi. Rigore ed espulsione solari... ha avuto inoltre un rigore a favore abbastanza generoso.

Commento 10 - Inviato da: Moderato, il 05/03/2012 alle 13:23

Foto Commenti

Sabato tutti a vedere la juniores di Tocci prima in classifica. Da sempre sette punti sulla seconda sabato scontro con la Flaminia seconda in classifica, facciamo sentire il nostro sostegno a questi ragazzi dell'Arezzo del domani!!

Commento 11 - Inviato da: ciabu, il 05/03/2012 alle 14:22

Foto Commenti

io credo che a questa squadra manchino riserve degne dei titolari. mi sono portato avanti questo pensiero fin dalle prime giornate di campionato, e mi si sta rafforzando ultimamente.

esempi: prima c'era Pozzebon che come tutti ricorderemo non ne ha mai azzeccata una, anche se a onor del vero le ultimissime prestazioni furono tutto cuore. ma si sa, il mestiere di un attaccante è segnare, se non segna fallisce. però lui non c'è più, ma mi ci riaggancio per parlare di un altro:

Borgogni: stesso discorso. lo trovo un giocatore irritante. sempre su una lunghezza d'onda differente dai compagni, l'ho visto peggiorare sempre più da Monte San Savino alla Viterbese a ieri.

Nofri: non lo vedo utile come possano essere gli altri centrocampisti. frenetico, impreciso. raramente l'ho visto fare qualcosa degno di nota.

Speranza: è stato fuori forzatamente ma al rientro con la Viterbese si è visto che non ci si può più fare affidamento. già recuperare da un infortunio come ha avuto lui è dura, poi per il suo fisico e la sua età, ci metterà tanto, troppo per tornare in forma come all'inizio. 

Mautone: io lo considero titolare fisso ma è ben diverso dal lottatore che abbiamo ammirato la scorsa stagione, il più delle volte, come del resto ieri, non ha buttato dentro quella grinta che ci si aspetterebbe da lui come ha fatto tante volte (e poche quest'anno)

Rubechini: tante piccole buone giocate quando è subentrato con la partita in tasca non bastano. la classe ce l'ha, dovrebbe tirarla fuori quando ci fosse bisogno per vincere. invece l'ho sempre trovato irritante, fissato nel gioco personale e mai lucido.

Secci/Macellari: una volta uno e una volta l'altro, una volta bene e una volta male: una vera controparte di Mencarelli a destra non c'è. poco altro da dire.

conclusione: i titolari formano forse la miglior squadra del campionato, ma le riserve sono da squadra mediocre. e per dominare un campionato dall'inizio alla fine serve chi possa far rifiatare l'11 di base. alla nostra ultima volta c'erano Vendrame, Ciullo, Kyriazis, Barbagli, Bricca. oggi abbiamo 11 e poco altro. poi se non sbaglio anche al Pontemerdera giocano sempre i soliti, ma vogliamo paragonare una squadra che gioca sempre a ritmi bassi e vince massimo con un gol di scarto segnato su angolo o punizione, e un altra che segna o segnerebbe 4 gol a partita giocando (quasi) sempre alla grande?

Commento 12 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/03/2012 alle 14:37

Foto Commenti

PER TONI (2)

Ok. Ragazzi, sbaracchiamo. Il campionato è finito. Tutti a casa

PER CHIANA (4)

Ho citato ciò che è accaduto ieri allo stadio, ma si poteva fare riferimento a qualsiasi bar cittadino. Si passa in un batter d'occhio dall'esaltazione alla depressione, la squadra per prima. Mi pare dannoso un atteggiamento del genere.

PER CIABU (11)

Diciamo che il paragone con l'Arezzo di Somma è un po' fuorviante. Lì non c'erano 4 under da far giocare per forza. E poi ti ricorderai che quell'anno si sottolineava spesso che tutto ci andava per il verso giusto, tant'è che giocavano sempre gli stessi e il campionato lo vincemmo con 12 giocatori (gli 11 titolari più Barbagli). Sulle valutazioni dei singoli condivido il fatto che Mautone è sottotono e che Nofri, tenuto quasi sempre in naftalina, ha reso poco. Speranza è un caso a parte purtroppo, visto che è fuori per infortunio, ma Ciasca fin qui ha fatto bene. Dagli under non puoi aspettarti un rendimento costante, è normale che ragazzi di 18 anni abbiano alti e bassi. Borgogni deve dare qualcosa in più, Rubechini per me ha fatto una stagione da 6.5/7 (ultimamente non gioca mai, ma non è colpa sua).

Commento 13 - Inviato da: chiana, il 05/03/2012 alle 14:41

Foto Commenti

Effettivamente Andrea da esaltare non c'è tanto...

Commento 14 - Inviato da: il ferro, il 05/03/2012 alle 15:10

Foto Commenti

SIAMO ONESTI...in una qualsiasi altra realtà sarebbe saltato l'allenatore da un pezzo. giusto o no che sia ma sarebbe stato così. non si può pensare di vincere un campionato con una sola vittoria per 1-0 e vincendo due gare di fila solo due volte.......IL RENDIMENTO è DA SEMPRE INCOSTANTE E L'APPROCCIO ALLE PARTITE SPESSO ERRATO. poi se ci si giustifica DICENDO CHE IL PONTEVECCHIO(5 sconfitte di fila e varie assenze) è FORTE FORTE.......la squadra che segnali ha???che siamo lolla!!! se si deve aver paura del pontevecchio...... POI NON è SOLO COLPA SUA. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

la ROSA a detta di molti è INCOMPLETA . MATERAZZI LO DICE DA SETTEMBRE. ma è stato zittito subito. finora avrà parlato 2 volte.....mancano elementi in grado di tenere botta SEMPRE  e di fare la differenza. si dice di avere i migliori under della D poi ci si lamenta che siamo obbligati a doverli schierare per forza.....eppure vengono esaltati e idolatrati coloro che l'hanno formata questa squadra. boh,chi ci capisce è bravo. e non si punta nemmeno il dito su un fatto EVIDENTE A TUTTI(anche a chi non è di arezzo),OVVERO CHE L SOCIETà  HA GRAVI PROBLEMI ECONOMICI. sennò non ci credo che Martucci a dicembre non prende qualcuno in grado di fare la differenza e di lottare per la c2 PER DAVVERO,NON SE VA VA....  e rispetto a settembre hai guadagnato economicamente......fai i conti di chi è partito e di chi è arrivato e a che costo...mettici i tagli e i ritardi....mettici uno strano andamento altalenante....FAI 2 +2 e con un po' di faziosità sembra che ci sia poca voglia di andare di sopra......se non andrà,allora SOTTO CON L'ANNO PROSSIMO. quei pochi investimenti che sarebbero bastati a dicembre speriamo che li facciano a giugno.....

Commento 15 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/03/2012 alle 15:29

Foto Commenti

PER CHIANA (13)

Abbiamo vissuto momenti peggiori.

PER FERRO (14)

Nel calcio hanno mandato via allenatori che erano primi in classifica, figurati se non può essere messo in discussione uno che è "solo" secondo. Per me il problema non è lì. Masi, per dirne uno, ad Arezzo durerebbe quindici giorni. A Bacis contestano anche che sta troppo moscio in panchina, figurati Masi che è più soft di lui.

 

Sulla rosa ognuno giustamente la pensa come vuole. Io ho sempre pensato che i campionati si vincono con gente di categoria, quindi non è che bisognava andare a prendere Cristiano Ronaldo. Il guaio dell'Arezzo è uno solo: il Pontedera sta facendo meglio, che non vuol dire sia più forte (singolarmente, a parte Carfora, non credo che Bibba sia meglio di Bucchi o Vettori meglio di Pecorari o Nolè meglio di Raso). E' più continuo, sta davanti, regge meglio la pressione, sbaglia di meno, gli girano meglio gli episodi. Merito loro, demerito dell'Arezzo che qualche pecca ce l'ha.

 

Ma non dimentichiamo una cosa: un anno fa di questi tempi a Pontedera facevano gli stessi discorsi che si fanno noi oggi. Davanti c'era il Borgo a Buggiano, l'hanno battuto in tutti e due gli scontri diretti eppure sono arrivati 7 punti dietro. Hanno tenuto l'ossatura e l'allenatore, oggi sono primi. Qua sembra che è tutto un disastro. Per me non è così. Poi ammetto che spiegare per quale motivo una squadra come l'Arezzo non abbia mai vinto tre partite in fila mi è impossibile. Penso ci vorrebbe uno strizzacervelli.

Commento 16 - Inviato da: teba02, il 05/03/2012 alle 16:06

Foto Commenti

concordo pienamente su quanto sopra puntualizzato in seconda battuta da Andrea... ammetto che sono un pò scoraggiato tant'è che ormai non mi fa più ne caldo ne freddo stare a -5 poi -7 o chissà... la situazione è questa tant'è che a dicembre si diceva "il miglior acquisto del mercato di riparazione sarà Speranza"... l'annata sta andando in una certa direzione punto e basta, solo il Pontedera può perdere questo campionato, ma almeno noi la Speranza teniamola fino alla fine con onore! FORZA AREZZO SEMPRTE OVUNQUE COMUNQUE

Commento 17 - Inviato da: BOTOLOFIERO, il 05/03/2012 alle 16:21

Foto Commenti

La verità è che la nostra squadra seppur fortissima tecnicamente manca di cattiveria agonistica e soprattutto di umiltà dote fondamentale per vincere nei campetti dove stiamo rimediando sonore figuracce .....il resto sono chiacchiere purtroppo per vincere i campionati ci vogliono i "figli di puttana" che purtroppo non vedo presenti in maniera numericamente  importante nella nostra  rosa ......... detto questo si lotta finchè la matematica non ci condanna perchè nel calcio ci sta tutto e di più ..........

p.s. quanto mi girano i coglioni !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

Commento 18 - Inviato da: Toni, il 05/03/2012 alle 16:28

Foto Commenti

Ok. Ragazzi, sbaracchiamo. Il campionato è finito. Tutti a casa 

 

Commento 19 - Inviato da: Toni, il 05/03/2012 alle 16:39

Foto Commenti

Questo lo stai dicendo te ora! Io non l'ho detto.

Però, secondo me, invece di parlare di schizzofrenia, tabelle, errori arbitrali, stipendi, cali di primavera e del pontedera che è fortunato perchè segna solo su palle inattive bisognerebbe mettere di fronte alla squadra il fatto che per vincere questi campionati ci vuole di essere bastardi e carichi a mille tutte le domeniche e non mosci come a Piancastagnaio o a Ponte san giovanni! Troppi alibi!

Commento 20 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 05/03/2012 alle 17:17

Foto Commenti

Tra alti e bassi comunque l'Arezzo ha fatto un ottimo campionato e sicuramente ha gettato le basi per un progetto importante che nel corso degli anni darà dei buoni risultati.Di quest'anno rimarrà il grande rimpianto della partita in casa con il Pontedera che se non ci avesse sconfitto probabilmente il campionato sarebbe stato certamente diverso.....ma come diceva quel saggio cinese "se la mi nonna aveva le rote era un baroccio!"

QUOTE BOIA!!!

 

 

 

Commento 21 - Inviato da: 65alex, il 05/03/2012 alle 18:35

Foto Commenti

x andrea al 15

daccordo sulla disamina, pero' la seconda parte del tuo intervento mi preoccupa...... e avrei alcuni quesiti da porti: La societa' cosa fara il prossimo anno? Se si impegnera' quanti giocatori rimarrebbero? Chiaro che il prossimo anno i giocatori vorranno un po' piu' di garanzie...ma se la societa' fosse in grado di confermarli quasi tutti ( cosa che dubito) potremo si fare come il pontedera quest'anno.Anche per la societa' e' giunta l'ora della resa dei conti. Purtroppo senza lilleri non si lallera....FORZA AREZZO

 

Commento 22 - Inviato da: contedimontecrisco, il 05/03/2012 alle 18:38

Foto Commenti

secondo il mio modesto parere se dopo 25' minuti prendi 2 goal da una squadra reduce dal "fronte"e uno lo salva Pecorari sulla linea un motivo ci deve essere per forza e non e' una questione di rosa o quantaltro i motivi possono essere  ben Altri!!La penso come Arretium il 2a2 mancato con il Pontedera ha compromesso per una serie di motivi il campionato dell'Arezzo ma non è ancora finita ,aspettiamo Domenica!!Forza Arezzo

Commento 23 - Inviato da: il ferro, il 05/03/2012 alle 18:40

Foto Commenti

peccato che il fatto che siamo senza lilleri lo abbiamo scoperto tardi e per puro caso.....

Commento 24 - Inviato da: 65alex, il 05/03/2012 alle 18:50

Foto Commenti

giusto ferro,

 ecco perche in primis deve essere la societa ad essere chiara con i tifosi e con i giocatori.Non puo promettere e non mantenere...come ha fatto in parte quest'anno. Il calcio e' importante, ma sempre di sport si parla......se hai dieci fai una squadra da dieci se hai uno........l'importante e essere chiari senza prendere in giro nessuno.......come in parte e successo quest'anno.FORZA AREZZO

Commento 25 - Inviato da: il ferro, il 05/03/2012 alle 18:57

Foto Commenti

oooooohohohohohohohooh. pensavo di essere l'unico a pensarla così e che mi ero stagnolato il cervello.....

 

GIULIO:

LA FOTO DELL'INTERVENTO DEL PORTIERE SU MARTINEZ è UN MISTO DI KULO E CLASSE o TE VENGON SEMPRE COSì???? FANTASTICA!!!

Commento 26 - Inviato da: il ferro, il 05/03/2012 alle 19:06

Foto Commenti

ma semmai dalla tribuna.......in curva le infamate partono solo se non se può fare a meno......

SAI,è PIENO DE GENTAGLIA I TRIBUNATongue out

Commento 27 - Inviato da: chiana, il 05/03/2012 alle 19:28

Foto Commenti

Andrea abbiamo vissuto momenti peggiori è vero... ma è anche vero che a detta di tutti (dirigenza e società) quest'anno si giocava per vincere. Il caso ha voluto che al posto dello scandicci mettessero nel ns girone il pontedera (senza una motivazione plausibile) e che lo stesso pontedera giocasse la stagione della vita (fino ad ora... il campionato non è finito) però anche noi stiamo facendo di tutto per perderlo. Non è possibile che si sbagli l'approccio alla partita soprattutto in trasferta (todi, civita, pianese, pontevecchio, pierantonio etc...) e che alla fine non accada nulla. Io non ce l'ho con bacis ma chi è che deve "indicare" l'approccio alla partita? Ieri con la squadra in bambola (perchè siamo stati in bambola per almeno 20 minuti) sembrava uno messo li a caso... se vogliamo vincere il campionato così non va bene... se vogliamo arrivare secondi invece ci possiamo permettere di sbagliare tutti gli approcci che vogliamo da qui in avanti.

Però a possesso palla siamo fotonici, solo che per uscire dalla ns metà campo ci impieghiamo 12 minuti. Proviamo a chiedere alla federazione una "vittoria ai punti"...

Commento 28 - Inviato da: chiana, il 05/03/2012 alle 19:34

Foto Commenti

Dirigenza e squadra... scusate.

Commento 29 - Inviato da: il ferro, il 05/03/2012 alle 20:39

Foto Commenti

insomma si scopre a marzo di essere malmessi in campo.....come s'è scoperto in dicembre che non c'erano i guadrini....BENE. MEGLIO TARDI CHE MAI,,,,,

Commento 30 - Inviato da: scossa, il 05/03/2012 alle 20:47

Foto Commenti

Ragazzi mi auguro di rigiocare insieme il prossimo anno ma in serie C.

Se arriverete secondi, grazie al vostro blasone (anche la C vi è stretta) avrete buone possibilità di essere ripescati.

Un tifoso granata.

Alè granata, anzi visto che sono ospite di un vostro forum, alò granata!!!!

Commento 31 - Inviato da: il ferro, il 05/03/2012 alle 21:05

Foto Commenti

Sealed zitto ferro che poi dicono che sei antisportivo....

Commento 32 - Inviato da: chiana, il 05/03/2012 alle 21:06

Foto Commenti

Ahahaha Ferro dopo vai all'inferno Tongue out

Commento 33 - Inviato da: Marco Bianchi, il 05/03/2012 alle 21:39

Foto Commenti

(Con tutto il rispetto)

Metti i piedi per terra... voi siete il Pontedera, noi siamo l'Arezzo.
Se non sarà per quest'anno sarà per il prossimo, ma ancora tutto può succedere.

Noi non molliamo!

Commento 34 - Inviato da: Amaranta, il 05/03/2012 alle 22:17

Foto Commenti

LA FOTO DELL'INTERVENTO DEL PORTIERE SU MARTINEZ è UN MISTO DI KULO E CLASSE o TE VENGON SEMPRE COSì???? FANTASTICA!!!

No, no, ferro, niente culo: Giulio è davvero bravo!!Wink

Commento 35 - Inviato da: DaM, il 06/03/2012 alle 00:04

Foto Commenti

No, no, ferro, niente culo: Giulio è davvero bravo!!Wink

sulla bravura non si discute, ma lì si va anche di scatto multiplo, almeno credo Giulio, no? :-)

Commento 36 - Inviato da: il ferro, il 06/03/2012 alle 08:31

Foto Commenti

e che è??? madonn..ops maremma ma indietro che so  (10 paternostri e 19 gloria al padre)

Commento 37 - Inviato da: free2004, il 06/03/2012 alle 09:24

Foto Commenti

A proposito della foto devo dire che il 'portierino' Scarabattola sembra un 'cignale' del Pratomagno...mi ricordo che all' andata franò su Mario Raso costringendolo ai box per 2 o 3 settimane...

Complimenti a Giulio per le foto!

Forza ragazzi, forza Arezzo che domenica se rigioca!

Commento 38 - Inviato da: Andrea Avato, il 06/03/2012 alle 09:39

Foto Commenti

PER TONI (19)

Una partita come quella di domenica ha pochi alibi, come la giri la giri. Non so chi gliel'abbia dati (poi se bisogna dire che il rigore per loro c'era a prescindere, va beh...). Se bastasse essere bastardi per vincere, sarebbe molto facile. Ma non è solo quello.

PER 65ALEX (21)

Quanti e quali giocatori resteranno, nel caso in cui toccherà rifare la D, è impossibile dirlo adesso. Io credo, per i segnali che arrivano e per quello che ha dichiarato Martucci pubblicamente, che alla fine la società rimarrà. Penso anche che Severini ci penserà qualche notte, perché "senza lilleri non si lallera" ma quest'anno alla fine la stagione costerà quasi un milione di euro. Sono pochi? Sul prendere in giro, io non sono d'accordo. E' ovvio che gli accordi presi vanno sempre rispettati, ma non bisogna nemmeno pretendere che Severini stampi le banconote in proprio. Io mi guardo intorno e vedo aziende che tagliano, stipendi in ritardo, pagamenti a 120 giorni. Purtroppo è così.

PER CHIANA (28)

Seriamente. E' chiaro che non puoi permetterti di sbagliare. E' chiaro che se la squadra va dentro e balla venti minuti, ne risponde anche l'allenatore. Ma io guardo la formazione, guardo la disposizione in campo, vedo che giocano gli stessi di sempre, con lo stesso modulo e le stesse consegne tattiche. Avesse sbutaolato tutto, si poteva dire che c'ha messo del suo. Così mi pare sia più il solito limite caratteriale della squadra che altro. E magari si fosse fatto un po' di possesso palla come Dio comanda. Invece abbiamo buttato solo palloni lunghi che sono serviti a zero.

PER AMARANTEGNENE (37)

Bacis ha responsabilità come i giocatori, nelle vittorie come nelle sconfitte e nei pareggi brutti come domenica. Concordo su una cosa: che in Lega Pro, per il tipo di gioco che fa, magari l'Arezzo avrebbe più fortuna. Ma domenica il tiki taka non s'è fatto mai. Se si fosse cominciato a giocare palla a terra, come immagino volesse l'allenatore, sarebbe stato diverso. Invece c'è presa l'ansia e s'è mandato un sacco di palloni avanti.

Commento 39 - Inviato da: pipanos, il 06/03/2012 alle 10:54

Foto Commenti

Il campionato probabimente (speriamo di no), ce lo siamo giocato gli ultimi 5 minuti con il Pontedera, bastava accontentarsi del pari e sarebbe stato tutto un'altro discorso.Mi girano altamente perchè alla mia età non sò se riuscirò a rivedere l'Arezzo in campionati che più gli competono.Per quanto riguarda ai play-off, ho letto sulla Nazione che il premio in denaro verrà corrisposto alla vincitrice solo nel caso non venga ammessa alla C2, quindi qualche probabilità di ripescaggio sembra esserci.

Commento 40 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 06/03/2012 alle 11:01

Foto Commenti

PER LE FOTO:

è chiaro che uno può esser bravo quanto vuole di suo, ma degli aiuti ci sono eccome rispetto agli anni '80, ad esempio... le macchine che scattano a 9/11 foto al secondo aiutano a scegliere la foto migliore, ma bisogna "esserci" sul pezzo, sennò nisba... "tenere" a fuoco il soggetto giusto (e non per esempio lo sfondo) è un giochino che fa la macchina, SE io "tengo" la messa a fuoco nel posto giusto. Io mi aiuto con la memoria, oltre che con la tecnica... Scarabattola esce a merda sempre, ricordavo la partita d'andata quando uscendo "a cignale inferocito" fece male a Raso (anche li bella foto). L'ho tenuto d'occhio tutta la partita sapendo che esce così, e questo ha aiutato... 

Commento 41 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 06/03/2012 alle 11:14

Foto Commenti

Tra l'altro su Scarabattola e le sue uscite voglio aggiungere qualcosa...

L'ultima azione del primo tempo, dopo 4 minuti di recupero, ha visto Mautone presentarsi in area di rigore solo davanti al portiere... Peccato che Andrea non ha messo nella fotogallery la foto di quella uscita (proprio perchè fino dall'inizio lo tenevo d'occhio, al nostro caro Scara.....). L'uscita su Mautone è già di suo da cartellino rosso diretto... la foto è ancora più impressionante, si vede la precisa volontà di "intimidire/far male" al giocatore avversario

Commento 42 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 06/03/2012 alle 11:25

Foto Commenti

Pipanos sono d'accordissimo con te per la sconfitta in casa con il Pontedera,sono convinto che non perdere quella partita avrebbe voluto dire un altro campionato.Una sola domanda l'eventuale ripescaggio in C2 sarebbe gratuito??? 

Commento 43 - Inviato da: Andrea Avato, il 06/03/2012 alle 11:34

Foto Commenti

PER PIPANOS (45)

L'Arezzo col Pontedera prese il gol del 3-2 su una punizione laterale a difesa schierata. Si fosse fatto infilare in contropiede avrei capito, ma la partita ormai da dieci minuti stava galleggiando a centrocampo. Diciamo che non fu tanto il non accontentarsi, quanto un episodio gestito male.

PER GIULIO (47)

L'ho messa.

PER ARRETIUM (48)

Non credo. L'anno scorso fra tutto costava sui 300mila euro mi pare.

Commento 44 - Inviato da: Toni, il 06/03/2012 alle 11:41

Foto Commenti

Che portiere di merda! questo manco in prima categoria dovrebbe giocare e gioca in serie D.... ha paura ad uscire con le mani e ci si butta con i piedi! Anche sul pareggio nostro mette avanti i piedi invece delle mani.... Quando giocavo nei giovanissimi anche io uscivo così.... poi mister Fontana mi insegnò un paio di cosette. 

Commento 45 - Inviato da: DaM, il 06/03/2012 alle 14:02

Foto Commenti

e che è???

praticamente, tu premi il pulsante di scatto e la macchina continua a fare una foto ogni decimo di secondo (o simili, dipende da quanto è bona), finché non lo rilasci (oppure, finché ce la fa, anche qui dipende da quanto è bona). Chiaro che - come spiegava Giulio - se tutti gli altri parametri e la messa a fuoco è quella giusta, e ovviamente se soggetto e inquadratura ci sono, puoi scegliere lo scatto migliore anche tra 20-30, e quindi cogliere cosí l´attimo migliore.

Commento 46 - Inviato da: il ferro, il 06/03/2012 alle 15:29

Foto Commenti

...spettacolo... comunque bravo giulio.

ora fotagrafa sta ceppa di castagno. ma vai in vetta a poti con un obiettivo montato al contario,sennò non la pigli tutta....Tongue out

Commento 47 - Inviato da: chiana, il 06/03/2012 alle 16:38

Foto Commenti

Andrea la partita la prepara l'allenatore e se le cose non vanno come si deve si incazza... fallo con cosmi in panca quello che è accaduto domenica poi lo vedi che fiaccole!

Commento 48 - Inviato da: el lagarto, il 06/03/2012 alle 22:45

Foto Commenti

RIFERITO A CHI HA NOTATO CHE MANCA IL FRASEGGIO - Per varie volte ho puntualizzato sul fatto che alcuni giocatori  lanciano lungo e non vedono il compagno vicino ( alla terza volta questo atteggiamento innervosisce il compagno e ne pregiudica il rendimento. se è giovane poi... anche peggio) e sono stato duramente criticato. Qualcuno disse che nella D lo spettacolo non conta e se volevo vedere il fraseggio dovevo andare a Barcellona (.....) (vi risparmio gli altri commenti) Quello che finora ho letto, a parte alcuni che non hanno paura di dire le cose come stanno, sono le solite lamentele delle occasioni mancate.... dei campi di patate... dei campi sintetici ecc. La verita, secondo il mio modestissimo parere  è che se la squadra è composta da giocatori molto tecnici,  non potrebbe mai adattarsi a un gioco differente dal "fraseggio." Se non gioca a due tocchi cercando il compagno smarcato più vicino si perde e non è l'Arezzo che deve sottostare agli avversari ma  il contrario. Campi di patate o sintetico cambia poco, se giochi a due tocchi in velocità, gli avversari visto che sono CiNGHIALI li metti in difficoltà. Dalle partite che ho visto  solo il flaminia può vantare un certo numero  di giocatori tecnici, però stà dove stà. lo stesso Potedera di tecnica ne ha poca. però loro giocano con le risorse che hanno, cioè l'agonismo e la determinazione, e mettici anche che alcuni di loro sanno giocare, altrimenti non sarebbero primi. concludo dicendo che a tutto questo sono mancati gli investimenti, ma non credo per colpa della società, come ha detto Avato per la serie D un milione di euro non sono pochi. trovatemi un altro presidente che ha investito di più.  Sono convinto che Bacis vorrebbe un gioco più corale , ma la squadra Per vari motivi non riesce a sviluppare.  Io non so se c'è un responsabile, anzi sono convinto che c'è, ma è invisibile. 

Commento 49 - Inviato da: Andrea Avato, il 06/03/2012 alle 22:58

Foto Commenti

PER CHIANA (54)

E' giusto, infatti anche Bacis è responsabile dell'inizio di partita. Poi guarda, lo dico io che Cosmi l'ho apprezzato dal primo giorno: non è che un bravo allenatore deve per forza sbraitare e incazzarsi. Ripeto: se Bacis avesse cambiato modulo o sette undicesimi della formazione, e la squadra fose andata in bambola, gli si sarebbero potute imputare colpe maggiori. Domenica sono stati soprattutto i giocatori a toppare.

 

Poi stasera ho visto la Champions e la partita del Milan. L'approccio alla partita è cosa difficile da spiegare a tutti i livelli.

Commento 50 - Inviato da: chiana, il 07/03/2012 alle 08:21

Foto Commenti

Andrea ti ricordo Todi, Civita, Piancastagnaio, Pierantonio, Ponte San Giovanni... non sono troppe le trasferte "toppate" per una squadra che vuole vincere il campionato? Forse il difetto è nel manico... e comunque nel dubbio è più facile cambiare il manico che l'intero tegame. Purtroppo siamo in una situazione che ci "obbliga" a vincere il campionato, lo sai meglio di me. Non mi sembra quindi il caso di stare qui a filosofeggiare... abbiamo sbagliato metà delle partite in trasferta e dovevano essere presi provvedimenti quando ancora c'erano possibilità concrete di rimonta. In questo momento più che un allenatore serve un mago... e con il culo che s'ha prendono il mago otelma Cool

Commento 51 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 07/03/2012 alle 10:29

Foto Commenti

FERRO

il macro non ce l'ho

Sealed