Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia
PLAY OFF
Carrarese22Pisa
Monza13Imolese
Feralpi Salo10Catanzaro
Arezzo30Viterbese
Potenza11Catania
PLAY OUT
Lucchese20Cuneo
Cuneosab14.30Lucchese
IN SERIE D
perdente play-out
MONDO AMARANTO
Gufo all'Amsterdam Arena
NEWS

Tredici sotto contratto, stavolta niente rivoluzioni. Obiettivo: due punte forti vicino al Mosca

Il calcio mercato è cominciato solo sulla carta e la Lega Pro deve ancora ufficializzare il regolamento riguardante over e under. Ma per l'Arezzo le linee guida sono già intuibili e la politica della continuità, inaugurata l'anno scorso, andrà avanti. La base è larga, anche se giocatori vincolati come Arcidiacono, De Feudis e Grossi restano in sospeso. Il Verona potrebbe girare Bearzotti in serie B, mentre Sabatino è tra i papabili per il prolungamento. Per il salto di qualità, però, servono attaccanti al top accanto al capitano



l'ultima formazione amaranto della stagione 2017/18Il calcio mercato è cominciato solo sulla carta. Primo, perché la stagione è chiusa per l'Arezzo ma per tante altre squadre no: e l'esito di play-off e play-out deciderà la sorte di molti giocatori.

Secondo, perché la Lega Pro deve ancora ufficializzare la ripartizione tra over e under per la prossima stagione. Quest'anno i club potevano utilizzare al massimo 16 giocatori nati prima del 1994, mentre era illimitato l'impiego dei giovani nati dal 1994 in poi. Il presidente Gravina aveva annunciato l'intenzione di restringere il numero di over, scontrandosi con la resistenza di tanti club (compreso l'Arezzo). Probabile che la riforma, l'ennesima in una categoria dove i cambiamenti sono all'ordine del giorno, slitti a più avanti.

 

L'Arezzo, per la politica di continuità avviata l'estate scorsa, stavolta non riparte da zero. Sotto contratto ci sono tredici calciatori, che diventano quattordici perché la formula d'acquisto di Barison ('94), prelevato a gennaio dal Bassano, prevede l'obbligo di riscatto da parte amaranto. La metà della rosa, quest'anno composta da 27 elementi, è quindi vincolata.

Ciò non significa, però, che non possano esserci novità. Per esempio Arcidiacono ('88), De Feudis ('81) e Grossi ('85) sono tre calciatori contrattualizzati ma con un punto interrogativo sulla testa. Il rendimento è stato inferiore alle attese e la loro conferma non è automatica. Molto dipenderà anche dalla scelta dell'allenatore e dalle idee tattiche da sviluppare per la prossima stagione.

 

Corradi e Barison, due giocatori destinati a restareViceversa, ci sono alcuni prestiti che l'Arezzo avrebbe intenzione di rinnovare. I casi già citati nei giorni scorsi sono quelli di Borra ('95) e Bearzotti ('96), anche se il ds Gemmi in conferenza stampa ha fatto presente che ''dipenderà anche, e soprattutto, dai club di appartenenza''. Qualche spiraglio in più potrebbe esserci con la Virtus Entella, alla luce del fatto che il portiere ha giocato le prime partite da titolare in carriera e un altro anno al Comunale, con obiettivi d'alta classifica, sarebbe formativo. Per Bearzotti, reduce da due annate in crescendo tra Padova e Arezzo, il Verona sta sondando nuove soluzioni in serie B. Si vedrà.

Benassi e Farelli rientreranno rispettivamente a Lecce e Trapani, Luigi Luciani al Venezia, Demba all'Atalanta e Polidori al Pescara. Gemmi dovrà definire con il Chievo il destino di Solini ('93) e di Yamga ('96): anche in questo caso conterà il giudizio dell'allenatore, specialmente sul francese che sarebbe un under pure la prossima stagione.

 

Quattro i giocatori che si svincolano il 30 giugno: nella lista figurano Ba ('98), Erpen ('81), Rosseti ('90) e Sabatino ('88). Il senegalese, giovanissimo, sarà indirizzato altrove, così come Rosseti, aretino e molto apprezzato per la sua professionalità nonostante non abbia trovato grande spazio. Sabatino ha chiuso l'annata in crescendo con un buon girone di ritorno, è alla terza esperienza in amaranto, ha dimostrato duttilità tattica e non sarebbe una sorpresa rivederlo qua, anche se l'Arezzo ha nel ruolo pure Masciangelo ('96). Su Erpen il discorso è diverso: l'anagrafe incide, ma con l'argentino i rapporti sono ottimi.

La rosa del 2017/18 verrà quindi puntellata e rinforzata per migliorare il quarto posto. Una sorta di nuovo acquisto potrebbe essere Ferrario ('85), arrivato a gennaio in condizioni fisiche precarie e però considerato uno in grado di fare la differenza. Alessio Luciani ('90), Muscat ('93), Foglia ('89), Corradi ('90) sono giocatori affidabili, con l'aggiunta di Moscardelli ('80) che resterà il capitano e il garante delle ambizioni amaranto. Per andare più su del terzo posto, però, non si scappa: accanto a lui ci vorranno altri due attaccanti. E dovranno essere attaccanti forti.

 

scritto da: Andrea Avato, 21/05/2017





comments powered by Disqus