Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Andrea, Roberto e Davide in un pub di Dublino
NEWS

Magi aspetta un segnale dall'Arezzo. Il Lecce su Calabro. E Sottili può andare in Grecia

L'ex allenatore del Gubbio: ''Contatti ci sono stati, gli obiettivi della società sono ambiziosi. E io, in quanto a motivazioni, sono a posto''. Riccioli e Gemmi non hanno fretta ma entro giovedì prenderanno una decisione. Intanto l'allenatore amaranto di quest'anno sta per chiudere con lo Xanthi Skoda, club della serie A ellenica. A Livorno è addio con Foscarini. Il presidente Spinelli: ''Troppo difensivista, abbiamo buttato via un campionato''



Giuseppe Magi, 46 anniGiuseppe Magi è in attesa di un segnale. L'incontro con l'Arezzo c'è già stato ed è andato bene: le condizioni contrattuali proposte dalla società (un anno più bonus più opzione) sono gradite anche al tecnico, reduce dal sesto posto ottenuto con il Gubbio

Entro domani Gemmi e Riccioli decideranno come e dove muoversi e, nel caso in cui venga scelto proprio Magi, si andrà dritti verso la firma. Sul tavolo c'è anche la candidatura di Antonio Calabro, per il quale le offerte e i sondaggi stanno aumentando: il Cosenza lo sta pressando da giorni, il Catania non è fuori dalla corsa e adesso, come un anno fa, anche il Lecce sta facendo un pensierino all'allenatore che da quelle parti si è guadagnato stima e consensi, prima con il Gallipoli e poi con la Virtus Francavilla.

Dalle ultime indiscrezioni, su Calabro c'è anche la serie B. Non il Bari, che pare abbia deciso di pescare altrove, ma un club del centro Italia. E' anche questo il motivo per cui l'Arezzo ha preso tempo fino a domani o al massimo giovedì: non c'è fretta ma qualche paletto va messo. 

 

Ecco perché la soluzione Magi sta aquistando solidità giorno dopo giorno. Ex attaccante, 46 anni, ha vinto due volte di fila la serie D: la prima a Macerata, senza perdere una partita, e la seconda a Gubbio, nonostante una rosa costruita all'ultimo momento. Con il Perugia più defilato, lui avrebbe le idee chiare.

''Con l'Arezzo ci siamo parlati - ha detto l'allenatore pesarese. Non voglio dire troppe cose adesso, perché non mi sembra corretto. Posso però garantire che, in quanto a motivazioni, sono a posto. La mia carriera è partita dalle giovanili e ho cercato di migliorarmi giorno dopo giorno. Le due promozioni consecutive sono state una grande scuola e il sesto posto di quest'anno, con una squadra che doveva salvarsi, mi ha dato una gioia immensa. Ad Arezzo c'è un progetto solido, ben avviato e con obiettivi molto ambiziosi. Però dipende dalla società''.

Le alternative, come noto, restano Paolo Indiani e Piero Braglia. Smentita la pista che porterebbe ad Aldo Firicano, allenatore che ha traghettato in salvo la Carrarese grazie ai play-out.

 

Novità in vista, invece, per Stefano Sottili. L'ex tecnico amaranto potrebbe andare a lavorare in Grecia: giovedì è attesa la decisione dello Xanthi Skoda, che lo ha contattato per dirigere la prima squadra (serie A ellenica). La città si trova nell'est della Macedonia.

A Livorno, intanto, si è consumato il divorzio con Claudio Foscarini, bacchettato dal presidente Aldo Spinelli dopo l'eliminazione di Reggio Emilia: “Non esiste mettersi sulla difensiva sul 2-0, dovevamo continuare ad attaccare, ma abbiamo un allenatore troppo difensivista e non è possibile perché siamo il Livorno. L'anno prossimo ne chiamerò uno con caratteristiche diverse, che voglia vincere e non aspetti gli avversari. Abbiamo buttato via un campionato e sono certo che contro l'Alessandria in semifinale avremmo vinto”.

 

scritto da: Andrea Avato, 06/06/2017





comments powered by Disqus