Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
il Ghigo agli allenamenti della squadra
NEWS

L'Arezzo, la serie D e un futuro da disadattati del calcio (da evitare)

Urli da strapaese a Ponte San Giovanni, i panni della nobile decaduta e i lamenti perché il campo è piccolo e brutto e perché noi giochiamo e gli altri picchiano: sono tre dettagli che rendono l'idea di come la categoria sia indigesta a questa piazza. Ma tanto qualsiasi campionato che faranno gli amaranto non sarà gradito a chi preferisce divano e serie A. E domenica arriva il Pierantonio. Sì, ma di cognome?



i giocatori amaranto in cerchio al campo di PescaiolaUn finale di partita da strapaese, con gli urli (e anche qualcosa di più) dei dirigenti della Pontevecchio contro l'arbitro prima e contro tutto quello che era Arezzo, dai calciatori ai giornalisti, ha rappresentato l'amaro finale di una trasferta negativa sotto tutti i punti di vista per l'Arezzo, che la partita l'ha preparata e approcciata male, giocata peggio e raddrizzata parzialmente solo quando l'avversario era in chiara inferiorità, numerica e tecnica. Siccome il risultato del campo e la logica delle cose, per come sono andate fino ad ora, inducono a pensare che sarà bene prepararsi mentalmente ad un'altra annata di serie D, salvo sorprese sempre possibili e quanto mai auspicate, la prima riflessione da fare è proprio sul modo con il quale questi campionati vanno vissuti quando si vestono i panni delle nobili decadute, come succede per la verità a molte altre squadre nei vari gironi. Lamentarsi ogni volta per le condizioni dei terreni di gioco, ad esempio, o per le loro dimensioni diventa davvero puerile, così come dire che noi si gioca a calcio e gli altri si difendono e picchiano, cosa tra l'altro in questo momento molto meno vera che in passato. Attenzione, insomma, a non diventare l'equivalente del Conte Mascetti del film “Amici miei”, quello che quando la figlia viene messa incinta dal sottocuoco dice “non è uno della nostra condizione”, salvo sentirsi dire dal cinico Adolfo Celi “meno male, sennò sarebbe un disgraziato”. Parafrasando Cocciante, insomma, se stiamo in D ci sarà un perché, e soprattutto se ci siamo già da due anni con prospettive di incremento della presenza ad oggi più che buone. Delle due l'una: o ci si adatta prendendo anche quello che c'è di buono, consapevoli che alla fine fare calcio con criterio e con onestà intellettuale pagherà anche in termini di risultati, o ci aspetta un futuro di disadattati del calcio, che non hanno quello che vorrebbero e che non si riconoscono in quello che hanno. Qualsiasi campionato si possa fare nel futuro, infatti, non sarà di gradimento di coloro, e purtroppo sono sempre di più, che preferiscono divano e serie A alla squadra della propria città, sia essa in D, in C o persino in B, dove infatti la media di spettatori è desolante. Per questo credo sia giusto porsi l'obiettivo di vincere, perché questo è il sale dello sport, ma senza pensare che sia un atto dovuto di fronte al quale un secondo posto equivale a un fallimento. Ci sono state e ci sono squadre per le quali la caduta fra i dilettanti è stata un accidente della storia, e che quindi è durata lo spazio di una stagione, ma l'Arezzo non è fra queste, ed i due indizi delle esperienze vissute ormai fanno una prova. In fondo la maglia amaranto, per chi le vuol bene, sarà sempre la maglia amaranto, contro la Juventus e contro il Pierantonio. A proposito, per citare uno striscione dei tifosi amaranto: Pierantonio si, ma di cognome?

 

articolo pubblicato sul Nuovo Corriere Aretino


scritto da: Luca Caneschi, 08/03/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Andruca, il 08/03/2012 alle 10:14

Foto Commenti

Bellissimo articolo Luca, lo condivido al 100%...ci vuole realismo per poter affrontare le cose e questo tuo commento spiega le cose perfettamente..dimentichiamoci pontedera e gettiamo già da oggi le basi per poter fare un grande campionato di serie d il prossimo anno che, se non siamo bravi, troveremo un altro pontedera che ci soffierà la vittoria del campionato

Commento 2 - Inviato da: baicol, il 08/03/2012 alle 10:20

Foto Commenti

Ma forse sarà meglio gettare le basi per un grande prossimo campionato, qualunque esso sia, il tono di resa che serpeggia da domenica pomeriggio proprio non lo condivido

Commento 3 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 08/03/2012 alle 11:27

Foto Commenti

Va bene tutto però aspetterei ad ammainare le bandiere......i tifosi devono accetare la possibilità di almeno un altro anno di serie D ma guai che questo pensiero sia accettato o condiviso dalla squadra!impegno massimo da parte di tutti fino all'ultimo minuto e fino a quando la matematica non ci condanna,i giocatori hanno il dovere,come tutti i lavoratori,di onorare con il massimo impegno tutte le partite di qui alla fine.....non vorrei che tutto ad un tratto il Pontedera iniziasse a bucare ed inciampare in qualche trappola e l'Arezzo non riesce ad approfittarne.Va bene arrivare secondi ma non perchè abbiamo mollato quest'anno di rimpianti ne abbiamo già avuti troppi.Yell

Commento 4 - Inviato da: Toni, il 08/03/2012 alle 11:42

Foto Commenti

non vorrei che tutto ad un tratto il Pontedera iniziasse a bucare ed inciampare in qualche trappola e l'Arezzo non riesce ad approfittarne. 

Commento 5 - Inviato da: Toni, il 08/03/2012 alle 11:43

Foto Commenti

già successo...

Commento 6 - Inviato da: taxiamaranto, il 08/03/2012 alle 12:04

Foto Commenti

Arrendersi adesso vorrebbedire avere dei seri problemi de testa,intanto vinciamo ogni battaglia da qui alla fine, poi dirremo che abbiamo un ottima base per il prossimo anno. 

Commento 7 - Inviato da: chiana, il 08/03/2012 alle 12:36

Foto Commenti

Purtroppo la parte più vera di questo articolo è quella non strettamente legata ai risultati di questa stagione... ad Arezzo per molti essere considerato un tifoso "da salotto" di una delle grandi ladre strisciate o, peggio ancora, delle merde galleggianti nell'arno sarebbe giù una conquista.

 E' comunque vero che i campi sono stretti e bitorsoluti, gli avversari picchiano e gli arbitri sono incapaci ma è vero anche che non abbiamo in squadra messi o ronaldo, abbiamo gente abituata al pane duro del calcio dilettantistico. Quindi basta scuse o giustificazioni... di errori ne sono stati fatti in grande quantità ma ancora c'è una fiammella di speranza e va coltivata fino alla fine.

Commento 8 - Inviato da: bravoo, il 08/03/2012 alle 13:02

Foto Commenti

MI DISPIACE MA NON SONO DACCORDO::::i conti cari miei alla fine....ancora non e matematico.e 9 partite sono tanti punti...e L'AREZZO VA FORTE..SIAMO SECONDI....gli arbitri mi hanno fatto perdere la voce 10 partite di fila,e la d e ciccia dura....non l'avevo mai vista...FORZA CAZZO ANCORA SIAMO IN BAZZICA!!!!!!!FORZA AREZZO OVUNQUE....MARTUCCI SEMPRE E COMUNQUE CAPO ULTRà INDISCUTIBILE.....Cool...SEVERINI MI RACCOMANDO RICORDATI;ai citti GLI SGUBBIONI...SENZA ALTRE POLEMICHE......

Commento 9 - Inviato da: pipanos, il 08/03/2012 alle 15:39

Foto Commenti

Di cognome:sconfitta

Commento 10 - Inviato da: free2004, il 08/03/2012 alle 15:44

Foto Commenti

...pensiamo a giocarci tutto, ora! Poi dal 30 giugno se pensa al prossimo campionato.

 

Commento 11 - Inviato da: free2004, il 08/03/2012 alle 15:46

Foto Commenti

ps: ma quanti bucati fa la signora del II° piano? Laughing

Commento 12 - Inviato da: CHIMERA, il 08/03/2012 alle 18:03

Foto Commenti

Se non si va su me sta a pensiero la prossima estate ogni anno cè sempre qualcosaUndecided

Commento 13 - Inviato da: canaglia, il 08/03/2012 alle 20:13

Foto Commenti

Io ho sempre pensato che se giochi in terza categoria troverai un pallone adatto alla terza categoria, un campo da terza ed un arbitro da terza, se giochi in serie D troverai un pallone da serie D un arbitro ecc ecc, se giochi in serie a troverai un pallone da serie a un campo da serie a ed un arbitro da serie A......

Commento 14 - Inviato da: Secco69, il 08/03/2012 alle 21:41

Foto Commenti

Anche perchè altrimenti non ci sarebbero le categorie...

Commento 15 - Inviato da: el lagarto, il 08/03/2012 alle 21:44

Foto Commenti

Che fa la squadra, aspetta che asciughino i panni? Bella foto...

Commento 16 - Inviato da: Giotto, il 09/03/2012 alle 09:30

Foto Commenti

Andrea dovresti invertarti una rubrica sulle foto più divertenti, prendendo come riferimento lo sfondo dei campi da gioco. Vista la categoria, le perle non dovrebbero mancare (anche se la perla in oggetto credo sia aretina?).

Commento 17 - Inviato da: Andrea Avato, il 09/03/2012 alle 10:00

Foto Commenti

Si potrebbe fare. Ora spulcio un po' in archivio

Commento 18 - Inviato da: Maudit, il 09/03/2012 alle 10:27

Foto Commenti

Commento 16 - Inviato da: Giotto, il 09/03/2012 alle 09:30

(anche se la perla in oggetto credo sia aretina?).

Aretinissima, più precisamente "Pescaiolina"

Commento 19 - Inviato da: Toni, il 09/03/2012 alle 12:32

Foto Commenti

Si potrebbe fare. Ora spulcio un po' in archivio 

Commento 20 - Inviato da: Toni, il 09/03/2012 alle 12:32

Foto Commenti

Si vede che non hai proprio un caz.zo da fare!

Commento 21 - Inviato da: el lagarto, il 09/03/2012 alle 20:12

Foto Commenti

...............Ho capito: aspettano che si affacci la bella lavanderina

Commento 22 - Inviato da: il ferro, il 09/03/2012 alle 22:39

Foto Commenti

in quella terrazza ce stava il mi'zio....poro mondo.....

 continuando con amici miei e il mascetti speriamo che i romani se si resta in D non facciano "rigatino"....che poi s'armane soli o col sor savino capogreco di turno......