Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 10a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Olbiamer15Albinoleffe
Carraresemer18.30Como
Giana Erminiomer18.30Pergolettese
Leccomer18.30Juventus U23
Pontederamer18.30Pro Patria
Renatemer18.30Novara
Alessandriamer20.45Pistoiese
Monzamer20.45Gozzano
Pro Vercellimer20.45Arezzo
Sienamer20.45Pianese
MONDO AMARANTO
il due aste della Falange amaranto
NEWS

E poi c'è la squadra. Parco under da rifondare e undici over da gestire: l'Arezzo al 29 giugno

Ecco la fotografia dell'organico amaranto a due giorni dall'inizio della nuova stagione. In rosa soltanto un paio di giovani (Garbinesi e D'Ursi), con Borra che però potrebbe restare per un altro campionato. La società vuole trattenere uno zoccolo duro di calciatori, respingendo eventuali richieste e puntando su qualche scambio per alzare il livello tecnico



E poi c'è la squadra. Una volta perfezionata l'iscrizione al campionato, e individuato l'allenatore giusto per la stagione che deve cominciare, bisognerà mettere mano alla rosa. Il parco under è praticamente da rifondare, visto che attualmente sotto contratto ci sono soltanto il portiere Lorenzo Garbinesi, classe '97, e l'esterno offensivo Eugenio D'Ursi, classe '95.

Gli altri undici calciatori in organico sono tutti over. L'elenco comprende i difensori Stefano Ferrario ('85), Alessio Luciani ('90), Zach Muscat ('93) e Sergio Sabatino ('88); i centrocampisti Giacomo Cenetti ('89), Mattia Corradi ('90), Giuseppe De Feudis ('83) e Fabio Foglia ('89); gli attaccanti Pietro Arcidiacono ('88), Paolo Grossi ('85) e Davide Moscardelli ('80).

 

In totale, quindi, l'Arezzo ripartirà da tredici calciatori, che potrebbero diventare quattordici se la trattativa per il rinnovo del prestito di Daniele Borra ('95) con la Virtus Entella andasse in porto. L'estremo difensore l'anno scorso ha giocato le prime partite da professionista e, con un campionato alle spalle, potrebbe rappresentare una risorsa tecnica importante.

Più complicato trattenere per un'altra stagione Enrico Bearzotti ('96), che l'Hellas Verona è intenzionato a parcheggiare in serie B.

E' chiaro che poi dovranno essere definite le strategie di mercato. Se il tetto massimo di over sarà veramente abbassato da 16 a 14 (finora ci sono state molte esternazioni in tal senso del presidente Gravina, ma manca la normativa ufficiale), la politica di acquisti e cessioni subirà una variazione rispetto a quanto previsto inizialmente.

 

Senza contare che alcuni dei giocatori sotto contratto potrebbero essere inseriti all'interno di trattative di scambio. Ferrario, De Feudis, Arcidiacono, Grossi non hanno brillato nell'annata scorsa e l'Arezzo deve decidere se puntare sulla loro voglia di riscatto o se battere altre strade. A oggi non è da escludere né una partenza né una conferma.

Inoltre ci sono elementi che a gennaio avevano avuto richieste (Luciani, Corradi, Foglia) e che potrebbero essere cercati ancora dalla concorrenza. Su questo punto però l'Arezzo ha una posizione netta: la rosa non verrà smantellata e i tre elementi sopracitati, insieme a MuscatMoscardelli e qualcun altro, dovrebbero formare lo zoccolo duro del prossimo torneo.

 

scritto da: Andrea Avato, 29/06/2017





comments powered by Disqus