Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravennasab17.30Perugia
Gubbiodom15Mantova
Legnagodom15Arezzo
Matelicadom15Fano
V. Veronadom15Samb
Feralpi Salòdom17.30Carpi
Modenadom17.30Padova
Cesenadom20.30Imolese
Vis Pesarodom20.30Fermana
Triestinalun21Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Lorenzo nella Monument Valley - Stati Uniti
NEWS

Questione di fiducia e segnali incoraggianti. Adesso tocca a noi

L’apertura della campagna abbonamenti, i primi annunci di giocatori in arrivo per la prossima stagione, la scelta del nuovo allenatore. Sono tutte cose che si fanno quando si ha voglia ed intenzione di andare avanti e di non fermarsi



La fiducia è una cosa seria si diceva una volta, quando ancora andava di moda “carosello”….ed in questi giorni ancora sospesi (almeno formalmente) tra l’essere ed il non essere c’è chi si domanda se valga la pena accordarla a questa dirigenza o se invece non sia il caso di aspettare e poi agire di conseguenza, secondo impressioni e voglia. Lo so. Si potrebbe riaprire il dibattito annoso su cosa significhi sostenere la città e la squadra della città a prescindere, ma abbiamo visto che questo è un tasto che da queste parti battono purtroppo in pochi.

 

Epperò segnali positivi ce ne sono. L’apertura della campagna abbonamenti, i primi annunci di giocatori in arrivo per la prossima stagione, la scelta del nuovo allenatore. Sono tutte cose che si fanno quando si ha voglia ed intenzione di andare avanti e di non fermarsi, compreso il pagamento delle quote di iscrizione al 30 giugno (perché se uno pensa di mollare non versa certo 60.000 euro più le commissioni sulla fidejussione). Insomma credo che ci siano tutti i presupposti per crederci ed anche per pensare che alla fine ci potremmo divertire.

 

L’impressione di chi ha assistito alla conferenza stampa di Bellucci e dei molti che l’hanno vista sul sito della società è stata positiva, Il neo-trainer amaranto non avrà esperienza di panchina con gli “adulti” ma ha un curriculum di tutto rispetto costruito nel massimo campionato a suon di gol, ha vissuto con tecnici importanti, sul terreno era un giocatore con carisma e soprattutto è arrivato con un entusiasmo contagioso che fa ben sperare. Il credo tattico non talebano ma duttile (rispetto alla rosa) e propositivo (rispetto all’atteggiamento) sembrerebbero deporre favorevolmente. Quanto alla gestione di uomini come Moscardelli, quasi coetanei, credo sia l’ultimo dei problemi.

 

Ricordo che Sarri in una recente intervista ha detto che ha avuto meno problemi a gestire lo spogliatoio del Napoli di quelli che ha avuto quando allenava nei dilettanti…con i professionisti seri, con gli uomini veri i problemi, se ci sono, si affrontano e si risolvono. E poi…andate a vedervi su internet i migliori 20 gol di Bellucci…c’è una certa somiglianza, per estro, inventiva, coraggio di osare, con quanto ci ha fatto vedere il nostro capitano nella scorsa stagione; e allora due che hanno probabilmente nella testa un identico concetto su come affrontare la partita sapranno trovare l’intesa. Molto poi dipenderà dal gruppo che Gemmi saprà mettere a disposizione.

 

Roberto GemmiI primi due annunci riguardano prospetti interessanti anche se con esperienza relativa, ma in questo campionato il ruolo degli under sarà fondamentale e quindi altrettanto lo sarà far arrivare ragazzi di qualità. La supposta, presunta, ipotizzata, sussurrata (a scelta) partnership con la Sampdoria potrebbe essere utile a patto che, come ha tenuto a dire anche Bellucci stesso e sperando che non si sia trattato solo di una frase di rito, si tratti di elementi di spessore tecnico e caratteriale , ragazzi sui quali anche la casa madre punta e che invia in terza serie per fare esperienza e acquisire valore. Accanto a loro lechiocce”, a partire dal “barba-capitano” , avranno sulle spalle la responsabilità del salto di qualità. Partito Biccio si vocifera con insistenza dell’arrivo-ritorno di Cutolo…e non sarebbe uno scambio nel quale ci rimettiamo…il mercato è lungo, soldi ne circolano pochi e le opportunità, soprattutto qualora si offrisse una prospettiva, se ne possono trovare parecchie. Gemmi ha garantito il massimo possibile. E Gemmi è uomo d’onore.

 

Adesso tocca a noi: dobbiamo sostenere la società, dimostrare attaccamento ai nostri colori. Dobbiamo cominciare a fare gi abbonamenti anche a scatola chiusa, perché è facile farlo se arriva il grosso nome ma a questa logica da "teatro con il primattore in scena" non riesco ad adeguarmi perché è una logica che emargina il sentimento che è alla base del nostro sostegno e del nostro amore.

 

Piuttosto ed a proposito di abbonamenti: dato che oggi sono andato con il mio preabbonamento e mi è stato detto che non sanno come fare aconvertirlo” , si potrebbe fare chiarezza sulla cosa e dare precise istruzioni a chi fin dalla settimana scorsa, a fidejussione ancora non presentata, s’è frugato in tasca in nome dell’idea e della fede ? Orgoglio Amaranto ed Arezzo calcio si mettano d’accordo sulle modalità e le comunichino, perchè questo è uno di quei casi in cui l’immagine diventa anche sostanza e a passare dallo slancio generoso all’ironia cattiva non ci guadagna nessuno e men che meno l’Arezzo.

 

P.S.: riguardo ai pre-abbonamenti ecco il messaggio pubblicato su Facebook da parte del comitato Orgoglio Amaranto. "Venerdi consegnero la lista dei pre-abbonamenti le matrici e i soldi alla società. Lo faremo venerdì perché venerdì avremo tutte le matrici e tutti i soldi raccoltiNon lo abbiamo fatto prima perché se le cose fossero andate male i soldi non sarebbero andati persi e ci sembrava doveroso tutelare chi ci ha dato fiducia. Da lunedì chi ha sottoscritto il pre abbonamento può andare in sede del US Arezzo e convertire la ricevuta in abbonamento. Sono dispiaciuto se oggi qualcuno è stato rimandato indietro dalla società ma non avendo le matrici e la lista la società non poteva giustamente convertire gli abbonamenti. Vorrei anche precisare che noi non abbiamo voluto creare nessun tipo di ansia o paura a nessuno ma abbiamo solamente esposto dei fatti che ad oggi ci stanno dando ragione. ORGOGLIO AMARANTO ed io in primis saremo i primi ad essere felici quando l'allarme sarà rientrato e tutto tornerà nella norma. Siamo consapevoli degli sforzi fatti da presidente e società daremo sempre il nostro sostegno come tifosi, ma saremo sempre vigili e onoreremo il nostro ruolo di organo di controllo sempre per il bene della nostra squadra del cuore". 

scritto da: Paolo Galletti, 13/07/2017





comments powered by Disqus